logo windoweb


Selezione foto Villa Tiberio per sfondi

Selezione foto Villa Tiberio per sfondi

Torna alla Home Page enciclopedica di

       
Galleria foto Villa Tiberio Lazio
Villa_Tiberio 013 Villa_Tiberio 014 Villa_Tiberio 015 Villa_Tiberio 018
Villa_Tiberio 016 Villa_Tiberio 009 Villa_Tiberio 017 Villa_Tiberio 058
Villa_Tiberio 020 Villa_Tiberio 039 Villa_Tiberio 055 Villa_Tiberio 024
Villa_Tiberio 019 Villa_Tiberio 021 Villa_Tiberio 028 Villa_Tiberio 026
Villa_Tiberio 023 Villa_Tiberio 029 Villa_Tiberio 022 Villa_Tiberio 030
Villa_Tiberio 043 Villa_Tiberio 031 Villa_Tiberio 032 Villa_Tiberio 037
Villa_Tiberio 038 Villa_Tiberio 040 Villa_Tiberio 025 Villa_Tiberio 047
Villa_Tiberio 049 Villa_Tiberio 042 Villa_Tiberio 044 Villa_Tiberio 052
Villa_Tiberio 057 Villa_Tiberio 056 Villa_Tiberio 010 Villa_Tiberio 050
Villa_Tiberio 045 Villa_Tiberio 046 Villa_Tiberio 048 Villa_Tiberio 033
Villa_Tiberio 053 Villa_Tiberio 054 Villa_Tiberio 051 Villa_Tiberio 036
Villa_Tiberio 035      

La Villa di Tiberio è una grande villa romana, appartenuta nel I secolo d.C. all'imperatore romano Tiberio, situata nella cittadina di Sperlonga, in provincia di Latina, nel Lazio (l'antico Latium adiectum).

Durante la costruzione della strada litoranea tra Terracina e Gaeta nel 1957 venne scoperta una grande quantità di frammenti marmorei, straordinari per la qualità delle sculture e le dimensioni dei blocchi. Le sculture si rivelarono essere in alcuni casi originali greci di età ellenistica (180 a.C. circa).

Per ospitare le sculture rinvenute venne realizzato nel 1963 il Museo archeologico nazionale di Sperlonga.

Le sculture della grotta di Tiberio furono frantumate in migliaia di frammenti, pazientemente ricomposti, forse ad opera di monaci che si erano installati nei resti della villa imperiale in epoca altomedioevale.

Già al momento della scoperta si vide la notevole rassomiglianza dei frammenti scultorei rinvenuti con il celebre Laocoonte dei Musei Vaticani, ritrovato nel 1506 nelle terme di Tito a Roma e descritto da Plinio il Vecchio.

I frammenti di un'iscrizione rinvenuti a Sperlonga portavano infatti i nomi degli scultori Agesandro, Atanodoro e Polidoro, gli autori del Laoconte.

Argomenti Correlati
foto inviata da Donatella
Lazio varie
Foto Italia
Foto Italia

Guida Italia

Foto Gratis Vari Temi per Sfondi

 


 


 

Aree tematiche di Windoweb
Segnala un sitoo © 1999-2014 Tutti i diritti riservati invia le tue foto : foto@windoweb.it
contattaci :redazione@windoweb.it