logo windoweb


Sabaudia centro

Cartoline da Sabaudia

Perché proprio Sabaudia?

OFFERTE AMAZON



Litorale di Sabaudia, ripreso dal Monte Circeo

Litorale di Sabaudia, visto dal monte Circeo

Sabaudia spiaggia

Sabaudia, la spiaggia e il Circeo sullo sfondo

Sabaudia lago Paola

Il Lago Paola, che separa Sabaudia dal mare

Il Circeo e Torre Paola

Torre Paola e il Circeo

Hotel Le Dune, villini

Villini Hotel Le Dune

Hotel Le Dune depandance

Il magico Circeo

Discesa alla spiaggia dall'Hotel Le Dune

Parco Nazionale del Circeo

Parco Nazionale del Circeo

Parco Nazionale del Circeo

Parco Nazionale del Circeo

Dovendo scegliere una località adatta per una lunga vacanza lavorativa, in un mese fuori stagione (ottobre), volevo un posto ospitale in termini naturalistici e climatici.

Una zona che consentisse di lavorare in santa pace qualche ora al giorno e di avere forti richiami paesaggistici nei dintorni.

Per svolgere la mia attività, insieme alla mia compagna, infatti, ci basta un notebook per ciascuno, una rete locale ed una connessione a Internet.

Certamente sarebbe stato ideale disporre di una connessione flat e ad alta velocità, come l’ADSL, ma il progresso tecnologico non ha ancora risolto questa esigenza per chi non disponga di una base fissa.

L’ADSL, infatti, richiede contratti annuali e tempi lunghi per l’allacciamento e tutto questo non è fattibile pensando ad un appartamento in affitto per un solo mese in una località turistica!

Ho anche dovuto scartare ipotesi tecnologicamente più avanzate, come la connessione tramite satellite o GPS o ancora l’UMTS.

Il costo è elevato, la copertura modesta o incerta e mi sarei dovuto imbarcare in un’altra avventura tecnologica dai risultati incerti.

Così ho puntato sulla vecchia classica connessione modem, con il non trascurabile supporto di un programma di compressione offerto gratuitamente da Libero.it, che rende realmente più veloce la ricezione dei dati, costringendomi, però, a fare un uso oculato dei momenti di connessione.

Per avere i due PC che sfruttino le stesse informazioni, ho realizzato la condivisione tramite una semplice rete locale domestica ottenuta con un router wireless. In questo modo possiamo operare dall’interno dell’appartamento, senza problemi di fili, ed anche dalla terrazza che dà su un magnifico bosco nel quale siamo immersi.

E’ la nostra prima esperienza di vacanza-lavorativa ed i risultati sono davvero entusiasmanti!

Ma veniamo alla domanda iniziale: perché proprio Sabaudia?

Conoscevo questa cittadina dagli anni ’60, quando vi feci ben diciassette mesi di servizio militare. Nel periodo estivo riuscii a trascorrere tre interi mesi in spiaggia, come addetto allo stabilimento balneare militare ed alla sera, per andare in paese, dovevo attraversare il lago Paola a nuoto, perché il ponte ancora non esisteva!

L’ho vissuta in tutte le stagioni, ne ho apprezzato il clima particolare e le bellezze che la circondano, per me ancora più invitanti allora, poiché viste quasi sempre dalla segregazione della caserma.

Ho provato più volte la nostalgia di ritornare ed infatti vi ho trascorso altri due brevi periodi di vacanza. Oggi era logico pensare che fosse la scelta giusta per rituffarmi nel suo stupendo territorio e farne conoscere le particolarità anche alla mia compagna ed a tutti quelli che non conoscono questa zona, pur avendo magari viaggiato mezzo mondo.

Temevo di trovare Sabaudia molto cambiata, preda delle solite speculazioni edilizie, ingorgata di traffico, puzze e rumori, e invece me la sono rivista tale e quale, anzi più bella, più curata, con magnifici parchi tenuti molto bene, nuove costruzioni lontano dal litorale (che è rimasto splendidamente selvaggio), nate senza offendere il paesaggio e nel rispetto della natura circostante.

Nell’area di Windoweb destinata alle foto per il desktop potete scaricare un sacco d’immagini della zona, fatte da noi proprio durante questo soggiorno.

Per agevolarvi, potete sceglierle direttamente da qui:

- Sabaudia e il Circeo

- Terracina e il Tempio di Giove

- Sperlonga

- Il Parco Nazionale del Circeo

- San Felice Circeo

- Villa di Tiberio

Credo sia il modo migliore, rispetto a qualsiasi descrizione, per farvi capire cosa c’è in questa splendida area d’Italia, così poco conosciuta fuori dalla regione e così tanto apprezzata e goduta dai locali e dai romani.

Sempre su Windoweb potete poi consultare altre pagine, oltre a questa, che raccolgono molte informazioni sulle cose da vedere nel raggio di un centinaio di chilometri, partendo dall' indice .

Naturalmente quanto riportato è solo una parte di ciò che realmente offre il posto, ma se siete degli stacanovisti del turismo non vi sarà difficile scoprire tutto il resto e la vacanza, per lunga che sia, non vi sarà sufficiente per vedere tutto!

Le particolarità di Sabaudia e del litorale Pontino sono:

  • un micro-clima particolarmente confortevole in tutte le stagioni,

  • la presenza della più ampia foresta spontanea in Italia, che è poi il Parco Nazionale del Circeo,

  • una serie di laghi salmastri lungo la costa che separano l’entroterra dal mare,

  • l’inquietante e misteriosa massa del Monte Circeo, che isolato dagli Appennini, svetta sul mare coi suoi 540 metri d’altezza,

  • un mare incontaminato che lambisce 23 chilometri di litorale selvaggio, con alte dune lungo le quali si snoda una bellissima strada,

  • una spiaggia quasi totalmente libera, con una sabbia finissima

  • molte località vicine decisamente interessanti da visitare, come: Anzio e Nettuno, San Felice Circeo, Terracina (una piccola Napoli), Sperlonga (d'obbligo la visita alla villa di Tiberio), Gaeta e tutte le isole Pontine.

  • ed inoltre: grotte, resti archeologici, vestigia romane, mura ciclopiche, ecc. ecc.

Dunque in un’area così piccola, possiamo passare in pochi minuti dal mare ai laghi, dalla montagna alla foresta, dalle cittadelle di elevato interesse turistico, all’entroterra agricolo e storico.

Senza contare le innumerevoli località da visitare all’interno, verso gli Appennini, nonché la vicina Roma e Napoli (entrambe ad un centinaio di chilometri di distanza).

Sabaudia, contrariamente ad altre località limitrofe (Lido di Latina, San Felice Circeo, Terracina), non è strutturata per il turismo.

Alberghi, residence, appartamenti e campeggi non sono certo molti. Il motivo è da ricercare nelle limitazioni alla speculazione edilizia (che qui è stata molto meno invasiva che altrove) ed ai limiti imposti a causa del Parco Nazionale, che comprende anche l'area delle dune prospicienti la spiaggia

Le dune, infatti, sono patrimonio naturale e da anni sono difese con accessi limitati alle apposite passerelle per evitare di danneggiare la vegetazione costiera.

Lungo la via costiera sulle dune si estende un parcheggio a fianco carreggiata, a pagamento. Gli spiazzi per il parcheggio auto sono veramente pochi e tutto ciò limita spontaneamente la presenza di bagnanti, lasciando quasi inalterata la splendida ampia spiaggia di sabbia fine.

Sul litorale sono disponibili solo un paio di hotel di ottima qualità e poco altro.

Le limitazioni hanno forse origini lontane e risalgono al periodo in cui molti VIP romani (politici, attori e registi in particolare) hanno stabilito come loro dimora estiva proprio questa zona, erigendovi lussuose ville nascoste nella macchia mediterranea della Baia d'Argento, che è la zona boscosa che sta tra il lago Paola e il promontorio del Circeo. Anche lungo le dune ci sono circa 150 ville, assolutamente poco visibili.

Pertanto, se amate i grattacieli e le discoteche, questo non è il posto per voi, ma se preferite la tranquillità, l'aria buona, gli splendidi panorami, i boschi ed un mare pulito, allora fateci un pensierino per una prossima vacanza.

Io non amo le camere d’albergo e non apprezzo la cucina dei ristoranti. Per questo ho affittato un villino, dove possiamo vivere e cucinare come a casa nostra. Si tratta di una sistemazione immersa nella boscaglia delle dune, tra il mare e il lago di Sabaudia e che fa parte dell'Hotel Le Dune.

Fuori dal villino la vegetazione è fitta e in questo periodo si possono anche raccogliere ottimi funghi porcini. Attraversando la strada si è subito in spiaggia. A pochi passi si può ammirare l’incantevole lago. Attraversando il ponte si è subito in Sabaudia ed a mezz'ora di auto, lungo viali alberati con pini marittimi, palme ed eucalipti, potete spostarvi nelle varie località che meritano d'essere visitate.

Sul lago vengono svolte gare di canottaggio e ci si può iscrivere ad una scuola se si vuole imparare vela.

Se volete gustarvi panorami mozzafiato e scattare ottime foto, vi consiglio anche un giretto su un aereo da piccolo turismo biposto del vicino Flying Club di Sabaudia, che fa anche scuola volo.

Sabaudia per me è bella tutto l'anno, però i periodi migliori per farvi una vacanza sono la primavera, l'estate (escludendo magari agosto che si riempie di pendolari locali, specialmente nel fine settimana) e l'autunno, ottobre compreso.

E per finire è quasi inutile aggiungere che nella zona, per chi amasse frequentare ristoranti, si possono apprezzare specialità locali d’ogni genere, con pesce fresco e molluschi provenienti dai vicini allevamenti dei laghi salmastri costieri, ottime carni (abbacchio in particolare) e formaggi famosi, prima tra tutti la celeberrima mozzarella di bufala che regna sovrana.

ottobre 2005

(click su immagine per ingrandire)






CLICCA QUI ... PER CONSULTARE LA MAPPA SATELLITARE DEL GLOBO DI GOOGLE

Libri e Guide sul passato delle terre di Sabaudia e dell'Agro Pontino

La palude dei papi
D'Erme Vittorio, Newton & Compton
Lo scandalo nelle Pontine. L'inchiesta del senatore Giovanni Cassis sulla Società anonima Bonifiche Pontine
Archivio di Stato di Latina
Le paludi Pontine
D'Erme Vittorio; Mammucari Renato; Trastulli Paolo E., Newton & Compton
Segnala un sito redazione@windoweb.it
© 1999-2014
Tutti i diritti riservati
Invia le tue foto o i documenti che vuoi pubblicare