logo windoweb


Foto gratis Home Page sito Storia Computer

Sei qui: Home > Storia computer > Cronologia hardware > Fino al 1969 segue > 1970

vecchi computer

Storia dei computer e informatica

cronologia dalle vecchie calcolatrici ai più recenti computer

dal 1965 al 1969

OFFERTE AMAZON





1965 Il primo cavo a fibra ottica viene impiegato in un lettore di schede IBM.


 cavo a fibre ottiche
1965 DEC fa debuttare il PDP-8, che usa moduli di circuiti a transistor.

Mentre molte aziende sviluppano macchine sempre più grosse e veloci, la Digital Equipment Corp.

presenta ilprimo vero minicomputer.


PDP-8Il PDP-8 ha un piccolo set di istruzioni, un micro-linguaggio primitivo (sistema operativo) ed eccellenti capacità d'interfaccia.

Così il PDP-8 viene massicciamente impiegato come sistema per il controllo dei processi, compreso l'interfacciamento a linee telefoniche per sistemi in time sharing.

1965 Il successo del CTSS al MIT venne notato da J.C.R.

Licklider, direttore dell'Information Processing Research presso l'ARPA, il quale era convinto che questa tecnologia avrebbe avuto utili applicazioni anche nell'agenzia.

Si diede da fare per sponsorizzare il Progetto MAC (Machine Aided Cognition), che avrebbe dovuto condurre al successivo passo in avanti nello sviluppo del timesharing per produrre un sistema noto come "Multics".

Scegliendo un GE 600 come base per lo sviluppo, il MIT ottenne la collaborazione dei laboratori della GE e della AT&T per produrre una macchina ad utilizzo generico con caratteristiche di condivisione di memoria, multiprocessing e timesharing.

1966 Il modem acustico è ampiamente perfezionato da John Green alla Stanford university.

Questo modem migliora la qualità delle reti di computer perchè è in grado di distinguere bene i singoli bit inviati anche da lunga distanza.

All'epoca era possibile solo l'utilizzo su brevi distanze, come all'interno di un palazzo ad esempio.
1966 Steven Gray fonda la Amateur Computer Society (ACS) e inizia a pubblicare delle newsletter.

L'esempio sarà seguito da molti altri club amatoriali in tutto il mondo e diventerà il mezzo più importante per condividere e distribuire informazioni.

C'è chi afferma che la fondazione dell'ACS ha rappresentato la nascita del personal computing.

1967 Douglas Engelbart, dello Stanford Research Institute, riceve la patente di brevetto per il dispositivo di puntamento detto "mouse".


il primo "mouse" di Engelbart(difficile capire che si tratta di un mouse, eh?)Il 21 giugno 1967, Douglas Engelbart ottiene la patente per il suo Indicatore di Posizione X-Y per display, ora meglio noto come "mouse".

Su questo dispositivo Engelbart aveva pensato per più di 10 anni!Mostrò pubblicamente il mouse un anno più tardi su Online System, dando dimostrazione anche di videoconferenze e hipermedia.

Quelle invenzioni non erano state da lui disegnate per fare soldi o creare un prodotto, ma piuttosto con l'intenzione di trovare un modo migliore per la gente di lavorare insieme e per rendere migliore questo mondo.

Ma la sua idea di gestire ipertesti, wordprocessor, tastiera, mouse e finestre era assolutamente prematura e troppo costosa da realizzare, per cui non fu presa seriamente in considerazione.

Comunque Steve Jobs della Apple Inc.

più tardi colse al volo quell'idea (su invito della stessa Rank Zerox!) e procedette al rapido sviluppo di Lisa (ancor troppo caro) e poi di Mac Intosh (caro, ma abbordabile!) basati sull'idea che aveva visto a Palo Alto Research Center (PARC).

1967 La IBM costruisce il primo Floppy disk (che era da 8 pollici).

David Noble della IBM inizia a sviluppare la prima memoria su disco flessibile (floppy) per registrarvi il programma iniziale di controllo dei computer.

L'InitialControl Program Load (IPL) serve per avviare l'attività del computer e due anni più tardi questo "strano oggetto" sarà utilizzato proprio sui sistemi IBM System/370.


il floppy disk IBM da 8"Il termine "IPL" resterà in uso anche su tutti gli elaboratori successivi della IBM, per indicare la procedura di avvio o riavvio di un elaboratore, in contrapposizione al termine "Boot" usato per altri computer.

1967 La compagnia Fairchild Semiconductor Inc.

sviluppa il primo chip di memoria RAM (Random Access Memory) da 256 bits (sì, proprio bits!).

Il chip contiene più di mille transistor.

1967 La IBM produce un nuovo chip che contiene dynamic memory cell.

Ciò significa che ora un bit di memoria può essere rappresentato impiegando un solo transistor e come risultato la densità in un chip potrà essere espansa drasticamente.

1967 Grace Hopper (la famosa nonnina del Cobol), diventa capo progetto di un gruppo di lavoro militare con l'intento di sviluppare un linguaggio che, in onore di Ada Lovelace, verrà battezzato ADA.


copertina del linguaggio ADA
1967 Nello stesso anno Ole-Johan Dahl e Kristen Nygaard del Centro Computer Norvegese, completano una versione general-purpose del linguaggio SIMULA, il primo linguaggio object-oriented.

1967 IBM rilascia il primo 360/91, una macchina che introduce il concetto di "pipeline", per incrementare le prestazioni del computer anche del 33%, inventato da Robert Tomasulo.

La pipeline è nel computer l'equivalente di una catena di montaggio, cioè il metodo col quale il computer può eseguire i vari passi di un'istruzione (ovvero: prelevare, decodificare, eseguire e fornire il risultato, ciascuno stadio eseguito in un solo passo).

Nel floating point pipeline, invece, si adotta un metodo a più passi.


 IBM 360/91

Nei computer CDC6600, invece, era stata adottata una tecnica hardware diversa, chiamata Scoreboard.

La spiegazione di come funziona l'esecuzione di un'istruzione in un supercomputer è decisamente abbastanza complessa.

La IBM sui suoi /360 usa una cache memory super veloce.

Questa memoria ha mostrato infatti d'essere fino a 12 volte più veloce della standard magnetic core memory, con tempo medio d'accesso di 80 nano secondi; veramente moltissimo per quel periodo!

1968 Edsger Wybe Dijkstra (olandese) scrive dei problemi di programmazione, denunciando la precarietàdell'istruzione GOTO e si dedica allo studio dei linguaggi strutturati.

L'istruzione GOTO è il metodo usato per saltare (branching) da un punto ad un altro all'interno di un programma, in base al verificarsi di una precisa condizione stabilita dal programmatore.

I branching dunque rappresentano il flusso logico del programma.

E' ovvio che con l'aumentare della complessità dei programmi aumenta la logica da applicare nel loro interno e di conseguenza i troppo numerosi salti da un'istruzione ad un'altra generano enorme confusione rendendo il programma stesso di difficile comprensione e facilmente inaffidabile.

Negli ambienti tecnici questi programmi venivano definiti vere e proprie "spaghettate" rendendo bene l'idea del groviglio che si creava nel loro interno.

(NdA)
 
Edsger Wybe Dijkstra
1968 La Garmish Conference in Germania denuncia una forte crisi nello sviluppo del software.

Alla conferenza, scienziati, ingegneri e imprenditori industriali discutono il problema degli sviluppatori di software incapaci di collaborare in anticipo con l'hardware dei computer, creando così una forte crisi del software e soprattutto della sua affidabilità.

1968 Una direttiva della Federal Information Processing Standard incoraggia l'uso di date a sei cifre (yymmdd), per lo scambio d'informazioni.

spargendo il seme del Millenium Bug!
1968 Robert Noyce, Andy Grove e Gordon Moore lasciano la Fairchild e fondano la Intel.

1968 Arthur C.

Clark presenta il suo HAL, il computer del film del futuro: "2001: Odissea nello spazio".

Si basa sul disegno dell'intelligenza artificiale proposto da I.J.

Good (membro del Bletchley Park londinese, vedi Enigma) e da Marvin Minsky.

Pare che il nome HAL sia ricavato dalle 3 lettere che precedono la sigla IBM! Lo stesso Clark aveva pubblicato le sue idee di satelliti orbitali da usare per le comunicazioni.


2001 Odissea nello spazio
1969 Gli sviluppatori della DATAPOINT, una società giapponese con sede anche negli USA, disegnano una semplice combinazione di un processore e di una unità di calcolo (CPU).

Sia la TEXAS Instruments che la INTEL ricevono entrambe l'invito a costruire questo dispositivo usando un singolo circuito integrato.

La INTEL ci riesce, ma appare subito evidente che il processore è 10 volte più lento di quanto la DATAPOINT si aspettasse.

Poi in seguito alla bancarotta della stessa DATAPOINT, il progetto fu interrotto.

Ma la INTEL mette comunque un gruppo di tecnici sotto la direzione di Marcian Ted Hoff a portare avanti il progetto.


Marcian Ted Hoff Inventeranno la CPU denominata Intel4004 a 4 bit.


Intel4004 il primo ragnetto-processore Un intero computer in un chip! La pubblicazione ufficiale avviene il 15 novembre 1971 su Electronic News.

Darà inizio alla rivoluzione elettronica.

Intel si trovava in possesso di qualcosa di realmente rivoluzionario e che offriva in pochi centimetri di spazio la potenza di calcolo dell'ENIAC.

Ma non lo capirono proprio subito, almeno così si dice, pensando invece che sarebbe soprattutto servito a vendere più RAM, che era la loro specialità in quell'epoca.

Il prezzo iniziale del 4004 era di 200 dollari e le applicazioni possibili erano veramente molte.

Sarà comunque Wayne D.

Pickette che spingerà l'idea originale di porre un intero computer su un solo chip.

Nello stesso anno INTEL annuncia un nuovo chip di RAM con capacità di 1Kb.

1969 Gary Starkweather, del laboratorio ricerche Xerox in Webster (NY), dimostra, usando un raggio laser, che si può utilizzare il laser per processi di stampa.

Ciò metterà la Rank Xerox sulla strada giusta.

Ma la Xerox fallisce la commercializzazione di questa invenzione e vende l'idea alla HP, che diventerà il maggior produttore di stampanti negli anni successivi.

1969 Altri produttori iniziano la costruzione di chip generalizzati come utilizzo.

Chip che si prendono cura dell'I/O e chip di memorie.

Insieme ai microprocessori che saranno posti sul mercato nel 1971, formeranno un processore completo, aprendo così l'era dei microcomputer.

1969 L'interfaccia seriale RS-232-C è di fatto divenuta ormai uno standard mondiale.

Consente le comunicazioni attraverso qualsiasi tipo di computer e periferica.

Le informazioni sono ancora inviate un bit alla volta, da cui il nome di "porta seriale".

1969 Disillusi dal progetto Multics e dei continui problemi con il sistema GE 600, i laboratori della Bell Telephone abbandonano il progetto MAC.

Ritchie e Thompson iniziano allora a lavorare su una loro idea di sistema operativo, che anzichè essere orientato alla multiutenza si dirigerà ad un unico utente.

Per questo (e scherzando sul nome Multics) lo chiameranno UNIX.

La prima versione girerà su un PDP-7 della Digital Equipment Co.

(DEC) e sarà completata entro lo stesso anno.

Il programma è scritto in assembler PDP-7.

UNIX diventerà una potenza nel mondo dei sistemi operativi.
1969 Il Dipartimento della Difesa USA commissiona ARPANET (Advance Research Projects Agency Net) per ricerche sulle reti e i primi 4 nodi diventano operativi all'UCLA, UC Santa Barbara, SRI e all'Università dello Utah.

L'esperimento servirà a connettere vari centri di ricerca negli USA, tramite un sistema di comunicazione a commutazione di pacchetti (packet-switching network).

Diventerà la più grande rete mondiale, con milioni e milioni di persone collegate e si chiamerà INTERNET.


 i primi 4 nodi di ARPANET.

la futura rete INTERNET utilizzano Honeywell DDP-516 mini computer con 12K dimemoria


fino al 1799 dal 1965 al 1969
dal 1800 al 1899 dal 1970 al 1974
dal 1900 al 1919 dal 1975 al 1979
dal 1920 al 1939 dal 1980 al 1984
dal 1940 al 1944 dal 1985 al 1989
dal 1945 al 1949 dal 1990 al 1994
dal 1950 al 1954 dal 1995 al 1999
dal 1955 al 1959 dal 2000 ad oggi
dal 1960 al 1964

Introduzione alla Storia Computer e Informatica Cronologia ed evoluzione hardware
Protagonisti e inventori Storia Linguaggi programmazione e Sistemi Operativi
Storia computer IBM Storia computer Microsoft
Storia computer Apple Evoluzione Interfacce grafiche
Storia Internet e reti Storia Linux
Approfondimenti e articoli vari su computer e informatica Altri link sul tema dei vecchi computer
Breve corso di grafica al computer e ritocco fotografico Glossario dei termini informatici
Storia dei Giochi e videogiochi al Computer Corsi online e videocorsi
Racconto di Attilio Romita "Computer, Ordinateur, Elaboratori .
Forse Cervelloni!"

Selezione di libri su computer e informatica
guida della segretaria dalla A alla Z. A La guida della segretaria dalla A alla Z.
Agenda, archivio, documentazione, informatica, organizzazione, riunioni, telefono, viaggi

Bazin Dorothée, Broilliard Anne, 2012, Franco Angeli
Fondamenti di diritto dell'informatica Fondamenti di diritto dell'informatica
Farina Massimo, 2012, Experta
Internet spiegata a mamma e papà. Per fa Internet spiegata a mamma e papà.
Per fare a meno di amici, figli e nipoti
Ubuntu. Guida ufficiale. I portatili Ubuntu.
Guida ufficiale.
I portatili

Mako Hill Benjamin, Helmke Matthew, Burger Corey, 2012, Mondadori Informatica
Joomla! Guida all'uso Joomla! Guida all'uso
North Barrie M., 2012, Mondadori Informatica
Computer certification guide. Manuale pr Computer certification guide.
Manuale propedeutico al conseguimento della certificazione informatica europea Eipass

Schiano di Pepe Mauro, Caruso Marco, Ettari Diego, 2012, S.
TFA Fisico informatico matematico. Pacch TFA Fisico informatico matematico.
Pacchetto promozionale per la preparazione ai test di accesso. Con software di simulazione

2012, Edises
Fondamenti di informatica e programmazione web
Angelaccio Michele, Fanti Alessia, 2011, Texmat
Elementi di informatica per le professio Elementi di informatica per le professioni sanitarie
Antonetti Giovanni, 2011, Universitalia
Hacker contro hacker. Manuale pratico e Hacker contro hacker.
Manuale pratico e facile di controspionaggio informatico

Aranzulla Salvatore, 2011, Mondadori Informatica
Informatica. Informatica.
2008, Edizioni Giuridiche Simone
Informatica Informatica
Esposito Francesco, 2011, Edises
Informatica umanistica Informatica umanistica
2010, McGraw-Hill Companies
Informatica e crittografia attraverso gl Informatica e crittografia attraverso gli esercizi.
Una metodologia e una pratica didattica

Cecchi Alberto, Orazi Roberto, 2010, Liguori
Informatica. Insieme verso la conoscenza Informatica.
Insieme verso la conoscenza

Zaccarelli Guido, 2010, Athena Audiovisuals
Informatica testuale. Teoria e prassi Informatica testuale.
Teoria e prassi

Orlandi Tito, 2010, Laterza
Informatica industriale Informatica industriale
Fantechi Alessandro, 2009, CittàStudi
Informatica facile. Guida alle tecnologi Informatica facile.
Guida alle tecnologie dell'informazione e della comunicazione.
Manuale per il conseguimento della Certificazione informatica europea EIPASS®
Informatica per i beni culturali Informatica per i beni culturali
Rossignoli Nicola, 2010, Lampi di Stampa
Informatica di base Informatica di base
De Rosa Antonio, Di Capua Giuseppe, 2010, Edizioni Giuridiche Simone
Informatica applicata al Suono per la Co Informatica applicata al Suono per la Comunicazione Musicale.
Musical Digital Audio

Malcangi Mario, 2009, Maggioli Editore
Informatica teorica Informatica teorica
Mandrioli Dino, Spoletini Paola, 2011, CittàStudi
Informatica di base. Conoscere e compren Informatica di base.
Conoscere e comprendere le risorse digitali nella società del'informazione

Allegrezza Stefano, 2009, Simple
Informatica per tutti dalla chiocciolina Informatica per tutti dalla chiocciolina allo zip
Carucci Giuseppe, 2008, Simple
Informatica per le professioni infermier Informatica per le professioni infermieristiche e ostetriche
Terzoni Stefano, 2010, Hoepli
Informatica per l'economia Informatica per l'economia
cur.Clerici A., 2011, EGEA Tools
Segnala un sito redazione@windoweb.it
© 1999-2014
Tutti i diritti riservati
Invia le tue foto o i documenti che vuoi pubblicare