logo windoweb


Foto gratis Home Page sito Storia Computer

Sei qui: Home > Storia computer > Storia di Internet

Storia dei computer e informatica

cronologia dalle vecchie calcolatrici ai più recenti computer

Storia di Internet

OFFERTE AMAZON



L’idea di una rete Internet è stata proposta per la prima volta da J.

C.

R.

Licklider del Massachusetts Institute of Technology (MIT) nell’agosto del 1962, nel corso di una sua dissertazione sul concetto di “Galactic Network”.

Licklider immaginava un set globale di computer interconnessi attraverso i quali tutti potessero accedere facilmente e velocemente a dati e programmi da ogni luogo.

L’>Advanced Research Projects Agency (ARPA) istituì rapidamente un programma di ricerca e pose Licklider alla sua testa.

Il primo lavoro pubblicato sul packet switching (metodo usato per muovere dati su Internet il qualescompone i vari messaggi in pacchetti che viaggiano indipendentemente l'uno dall'altro e che si ricompongono una volta raggiunta la destinazione finale) è stato scritto nel luglio del 1961 da > Leonard Kleinrock del MIT e il primo libro sull’argomento “Communication Nets: Stochastic Message Flow and Delay”nel 1964.

Il passaggio chiave successivo è stato quello di mettere in comunicazione i computer tra di loro e nel 1965, Lawrence G.

Roberts e Thomas Merrill hanno connesso due computer mediante una linea telefonica a bassa velocità creando la prima (anche se piccola) rete di computer a larga area della storia.

1957

ARPA passa al Ministero della Difesa statunitense.

La sua missione è quella di applicare lo stato dell’arte della tecnologia alla difesa statunitense e di evitare di restare sorpresi dai progressi tecnologici dei nemici, seguenti al lancio dello Sputnik 1 dall’Unione Sovietica nell’orbita terrestre.

1969

Dalla fine del 1969, quattro computer ospiti vengono connessi tra di loro in quella che è l’inizio si ARPANET, così comincia la crescita di Internet.

Nuovi computer vengono collegati rapidamente ad ARPANET nel corso degli anni successivi mentre procede il lavoro di completamento di un protocollo completo Host-to-Host funzionale ed altri network software.

Nel dicembre del 1970 il Network Working Group (NWG) completa il protocollo iniziale Host-to-Host di ARPANET, chiamato Network Control Protocol (NCP).

Dopo che i siti ARPANET sono stati completamente implementati con NCP nel periodo 1971-1972, gli utilizzatori della rete possono finalmente cominciare a sviluppare le applicazioni.

1972

La prima ed anche soddisfacente, vera dimostrazione di ARPANET avviene all’International Computer Communication Conference (ICCC).

Questa è stata la prima dimostrazione pubblica della nuova network technology.

Quindi nel 1972 viene introdottal’electronic mail, o email come è ora comunemente conosciuta, a seguito dello sviluppo di un software Basic in grado di scrivere e leggere messaggi email, motivandolo con la necessità degli sviluppatori di ARPANET di avere un semplice meccanismo di coordinamento.

A causa delle limitazioni in alcuni dei programmi appena sviluppati, Robert Kahn e Vint Cerf cominciano lo sviluppo di una nuova versione del protocollo in modo da consentire packet switching che fossero in grado di venire incontro alle esigenze di un ambiente ad architettura aperta, nel quale le informazioni potessero essere inviate da un computer ad un altro fino al raggiungimento della loro destinazione.

Questo protocollo sarebbe stato successivamente chiamato Transmission Control Protocol/Internet Protocol (TCP/IP).

E’ in virtù del loro lavoro nella definizione di “Internet Protocol”, che Vint Cerf e Bob Khan sono riconosciuti come i “padri” di Internet.

Il Defense Advanced Research Projects Agency (DARPA) degli Stati Uniti dà il via ad un programma di ricerca per investigare tecnologie e tecniche idonee ad interallacciare network di vari tipi.

L’obiettivo è lo sviluppo di un protocollo di comunicazione in grado di far comunicare computer in rete, in modo trasparente, attraverso una moltitudine di packet networks collegati.

Questo è stato chiamato ‘Internetting Project’ e il sistema di reti che emerge dalla ricerca è stato appellato come “Internet”.

Il sistema di protocolli che è stato sviluppato nel corso di questa ricerca diventò famoso come TCP/IP Protocol Suite, in omaggio ai due primi protocolli sviluppati: Transmission Control Protocol (TCP) e Internet Protocol (IP).

1975

L’ARPANET viene trasferito dal > DARPA alla Defense Communications Agency (oggi il > Defense Information Systems Agency) come rete operativa.

1979

Creazione di USENET.

Primi anni ‘80

Ricercatori dei Bell Labs sviluppano un set di programmi per Unix che ordinano al computer cosa fare quando un gruppo di messaggi arriva nelle sue mani elettroniche.

Il programma può copiare files tra sistemi ed inviare comandi al computer successivo nella catena.

Questo fu chiamato Unix-to-Unix Copy Protocol, o UUCP.

1980

Si decide che TCP/IP deve diventare il protocollo militare preferenziale negli Stati Uniti.

1982

EUnet (European UNIX Network) viene creato da EUUG per fornire servizi email e USENET.

Le connessioni originarie furono tra Olanda, Danimarca, Svezia e Regno Unito.

Si forma l’Internet Society (ISOC).

Sono attive 50 Newsgroups.

1983

Il primo gennaio del 1983 ha luogo la transizione del protocollo ospite di ARPANET da NCP a TCP/IP.

ARPANET da questo momento in poi viene utilizzato da un numero significativo di dipartimenti ricerca e sviluppo della Difesa e da organizzazioni operative.

1984

Viene introdotto il Domain Name System (DNS) a causa dell’aumento dei database ospiti.

I database ospiti hanno raggiunto dimensioni importanti.

A causa delle quali l’immagazzinamentonon è più possibile in un unico computer.

Il Domain Name System è stato sviluppato per consentire di distribuire i database su diversi server individuali.

Il governo inglese annuncia la costruzione di JANET (Joint Academic Network) per connettere le università britanniche.

1985

Internet è considerata la tecnologia in grado di mettere in contato una larga comunità di ricercatori e sviluppatori, ed altre comunità cominciano ad usarlo per comunicazioni via computer giornaliere.

Lo strumento Email viene utilizzato massicciamente in vari Paesi, spesso con sistemi differenti.

Symbolics.

com è assegnato il 15 marzo e diventa il primo dominio registrato.

Altri domini della prima ora: cmu.

edu, purdue.

edu, rice.

edu, ucla.

edu (aprile); css.

gov (giugno); mitre.

org, .

uk (luglio).

1986

La National Science Foundation (NSF) statunitense inizia lo sviluppo di NSFNET che oggi fornisce la maggior parte della spina dorsale dei servizi comunicativi per Internet.

Inizia la crescita esponenziale di Internet.

1987

Stabilito un collegamento Email tra Germania e Cina utilizzando il protocollo CSNET, con il primo messaggio spedito dalla Cina il 20 settembre.

1988

Una commissione del National Research Council, presieduta da Kleinrock e con Kahn quale uno dei membri, produce uno studio commissionato dal > NSF intitolato “Attraverso una rete di ricerca nazionale”.

Questo resoconto influenzò molto l’allora senatoreAl Gore.

Insediamento dell’Internet Assigned Numbers Authority (IANA).

Sviluppato l’Internet Relay Chat (IRC).

1989

Viene formato il > RIPE (Reseaux IP Europeans) (da provider europei) per garantire il necessario coordinamento tecnico ed amministrativo fondamentale per garantire l’operatività di un network pan-Europeo.

Paesi connessi al NSFNET: Australia (AU), Germania (DE), Israele (IL), Italia (IT), Giappone (JP), Messico (MX), Olanda (NL), Nuova Zelanda (NZ), Porto Rico (PR), Regno Unito (UK)

1990

ARPANET cessa di esistere e viene sostituito da NSFNET.

Il Mondo va online e world.

std.

com diventa il primo provider commerciale per l’accesso telefonico ad Internet.

> Tim Berners Lee del > World Wide Web Consortium (W3C) in cooperazione con il > CERN, L’Organizzazione Europea per la Ricerca Nucleare che ha base in Svizzera, scrive il primo > GUI browser, e lo chiama“world wide Web” con Robert Cailliau.

Gira sul computer NeXT.

Berners-Lee viene considerato unanimemente l’inventore del World Wide Web, ‘WWW’ o ‘Web’ come abbreviazione.

> Tim Berners Lee Lo sviluppo dei browser significa che non solo chi sta all’interno delle università o dei dipartimenti di ricerca può accedere a documenti su Internet, ma questi documenti possono essere accessibili in tutto il Paese, e anche in tutto il Mondo, da chiunque abbia accesso ad un computer e ad un modem.

Le semplici operazioni di un browser Web rendono inoltre possibile l’accesso a documenti sul Web da parte di utenti privi di alcuna conoscenza tecnica.

Paesi collegati a NSFNET: Argentina (AR), Austria (AT), Belgio (BE), Brasile (BR), Cile (CL), Grecia (GR), India (IN), Irlanda (IE), Corea (KR), Spagna (ES), Svizzera (CH) 1991

World Wide Web viene aperto al pubblico

1992

Jean Armour Polly conia il termine “surfing the Internet “.

1993

I media cominciano a prendere notizie da Internet, la Casa Bianca e le Nazioni Unite vanno online.

Mark Andreesen del National Center for SuperComputing Applications, Illinois (NCSA) lancia Mosaic X.

E’ il primo browser facile da installare e da usare e, significativamente, viene sostenuto da un servizio clienti attivo 24 ore su 24.

Aumentano enormemente le capacità grafiche (utilizzando “in-line imaging” al posto di box separati) ed definisce molte delle fattezze che sono familiari in browser quali > Netscape’s Navigator (che è la compagnia fondata da Andreesen per sfruttare Mosaic) e > Microsoft’s Internet Explorer.

Nel dicembre del 1993 ci sono 623 siti Web nel mondo.

1994

Viene esposta la ricerca condotta dal National Research Council, commissionata dalla NSF, ancora una volta presieduto da Kleinrock (e ancora con membro Kahn), intitolata “Realizzazione del futuro informatico: Internet e oltre”.

Questa relazione è il documento nel quale è stato articolato il progetto per l’evoluzione delle super autostrade informatiche, ed ha indicato la strada per gli sviluppi futuri dell’evoluzione.

Esso ha anticipato i punti critici dei diritti di proprietà intellettuale, etica, costi, educazione, architettura e regolamenti per Internet.

Netscape sviluppa e rifinisce un nuovo sistema di distribuzione del software quando rende disponibili le prime copie del suo software > Netscape Navigator per il download attraverso Internet.

ARPANET/Internet celebra il suo venticinquesimo anniversario.

Prima conferenza internazionale sul WWW, tenuta al CERN di Ginevra, successivamente organizzata ogni anno in un Paese diverso.

1995

Il > Federal Networking Council (FNC) statunitense sottoscrive una risoluzione che definisce il termine Internet nel 1995.

Questa definizione è stata sviluppata mediante una consultazione con membri della comunità Internet e delle associazioni per i diritti delle proprietà intellettuali.

RISOLUZIONE: Il Federal Networking Council (FNC) concorda che il seguente codice riflette la definizione del termine ‘Internet’.

“Internet” fa riferimento al sistema di informazione globale che -- (i) è collegato in modo logico mediante un unico spazio di indirizzi globale basato sull’Internet Protocol (IP) o le sue seguenti estensioni/variazioni; (ii) è in grado di supportare comunicazioni utilizzando il sistema Transmission Control Protocol/Internet Protocol (TCP/IP) o le sue seguenti estensioni/variazioni, e/o altri protocolli IP-compatibili; e (iii) fornisce, usa o rende accessibili, sia pubblicamente che privatamente, servizi di alto livello connessi alle comunicazioni ed alle infrastrutture collegate qui descritte.

Vengono fondati e cominciano a fare affari fornitori di accesso ad Internet (Provider) quali CompuServe, AOL e Prodigy.

1996

Nel gennaio 1996 vengono censiti 100 000 siti Web nel mondo.

1997

Ad aprile del 1997 ci sono più di un milione di siti Web e alla fine dell’anno si stima che ci siano almeno 100 milioni di utilizzatori di Internet.

1998

Alla fine dell’anno 1998 ci sono all’incirca 3.

7 milioni di siti Web e più di 150 milioni di utenti Internet nel mondo.

1999

Alla fine del 1999 ci sono più di 9.

5 milioni di siti Web nel mondo.

2000 – oggi e il futuro

La crescita nell’utilizzo e nelle dimensioni di Internet è stata di tipo esponenziale fin dalla sua nascita e, in anni recenti, utilizzazione e dimensioni sono aumentate a dismisura.

Esistono miriadi di statistiche su quanto sia realmente grande Internet.

Qui di seguito sono disponibili alcuni studi che danno un’idea di come Internet stia crescendo e di quanto sia grande.

Le ultime notizie disponibili dal > Computer Industry Almanac (CIA) per la fine dell’anno 1999 mostrano che ci sono 259 milioni di utenti Internet nel mondo mentre la > NUA Internet Surveys stima che ci siano più di 304 milioni di utilizzatori nel marzo 2000.

Ci saranno più di 765 milioni di utenti nel mondo, o 118 ogni 1000 persone, alla fine del 2005 stando a quanto stimato dalla CIA.

La quota di utenti Internet statunitensi è destinata a calare dal 43% del totale di utenti nel mondo alla fine del 1999 al 27% per la fine del 2005.

L’Europa dell’ovest sta crescendo più velocemente del nord America ed è destinata a diventare ilseconda area nel 2005 con più di 213 milioni di utenti mentre la regione Asia-Pacifico sta crescendo ancora più velocemente ed avrà approssimativamente 190 milioni di utenti nel 2005.

La quota di utilizzatori in centro e sud America, e Africa, stanno crescendo più lentamente, in particolare in Africa.

In generale, maggiore è il grado di istruzione e maggior facilmente si è portati ad utilizzare Internet.

Studi hanno dimostrato che esiste una connessione diretta tra livello culturale, occupazione ed utilizzazione di Internet.

E’ anche ritenuto vero, nelle comparazioni tra Paesi, che più ricca è una Nazione e più istruite sono le persone e maggiore sarà l’utilizzo di Internet da parte dei cittadini.

Circa il sette percento degli utenti Internet sono di lingua tedesca, approssimativamente il 51% parlano inglese, e poco più del 7% sono giapponesi in accordo con una ricerca che è stata condotta nel marzo del 2000 e che ha determinato il numero di utenti online per ogni lingua.

Seguono spagnoli, cinesi e francesi.

Inktomi ha stimato recentemente che esistono più di un miliardo di documenti sul Web, più di 6.

4 milioni di server con circa 5 milioni di siti Web, ed almeno l’87% di questi sono in lingua inglese.

Il numero di domini registrati nel mondo ha raggiunto le 18 milioni di unità nel luglio del 2000, e ci sono all’incirca 9.

5 milioni di domini .

com.

Il maggior numero di domini registrati è in USA, seguiti dalla Gran Bretagna e dalla Germania al terzo posto.

Un altro metodo per misurare la crescita di Internet è quello di contare il numero di computer ospiti collegati ad Internet.

Da circa un anno l’>Internet Software Consortium conta i computer host e nel gennaio del 2000 ha stimato che esistano 72.

4 milioni di ospiti inseriti nelle DNS, 29.

7 milioni nel gennaio 1998 e meno di due milioni nel 1993.

La > Telecordia Technologies mostra una crescita simile.

Alla fine del giugno 2000 hanno stimato l’esistenza di almeno 80 milioni di computer host, 70 milioni nel gennaio 2000 e 30.

3 milioni nel gennaio 1998.

In Europa la RIPE ha stimato un numero di computer ospiti pari a 11.

4 milioni in maggio 2000, comparati ai 5.

9 milioni nel gennaio 1998 e 44 000 nel gennaio 1991.

C’è anche un’enorme crescita nel numero di caselle postali elettroniche nel mondo, si stima infatti che esistano 569 milioni di account alla fine del 1999, più 83% rispetto all’anno precedente.

Per quanto riguarda gli Usenet Newsgroups, le stime a riguardo sono alquanto discordanti, ma si presume che oggi ci siano più di 200 000 Newsgroup.


fino al 1799 dal 1965 al 1969
dal 1800 al 1899 dal 1970 al 1974
dal 1900 al 1919 dal 1975 al 1979
dal 1920 al 1939 dal 1980 al 1984
dal 1940 al 1944 dal 1985 al 1989
dal 1945 al 1949 dal 1990 al 1994
dal 1950 al 1954 dal 1995 al 1999
dal 1955 al 1959 dal 2000 ad oggi
dal 1960 al 1964


Introduzione alla Storia Computer e Informatica Cronologia ed evoluzione hardware
Protagonisti e inventori Storia Linguaggi programmazione e Sistemi Operativi
Storia computer IBM Storia computer Microsoft
Storia computer Apple Evoluzione Interfacce grafiche
Storia Internet e reti Storia Linux
Approfondimenti e articoli vari su computer e informatica Altri link sul tema dei vecchi computer
Breve corso di grafica al computer e ritocco fotografico Glossario dei termini informatici
Storia dei Giochi e videogiochi al Computer Corsi online e videocorsi
Racconto di Attilio Romita "Computer, Ordinateur, Elaboratori .
Forse Cervelloni!"

Selezione di libri su computer e informatica
guida della segretaria dalla A alla Z. A La guida della segretaria dalla A alla Z.
Agenda, archivio, documentazione, informatica, organizzazione, riunioni, telefono, viaggi

Bazin Dorothée, Broilliard Anne, 2012, Franco Angeli
Fondamenti di diritto dell'informatica Fondamenti di diritto dell'informatica
Farina Massimo, 2012, Experta
Internet spiegata a mamma e papà. Per fa Internet spiegata a mamma e papà.
Per fare a meno di amici, figli e nipoti
Ubuntu. Guida ufficiale. I portatili Ubuntu.
Guida ufficiale.
I portatili

Mako Hill Benjamin, Helmke Matthew, Burger Corey, 2012, Mondadori Informatica
Joomla! Guida all'uso Joomla! Guida all'uso
North Barrie M., 2012, Mondadori Informatica
Computer certification guide. Manuale pr Computer certification guide.
Manuale propedeutico al conseguimento della certificazione informatica europea Eipass

Schiano di Pepe Mauro, Caruso Marco, Ettari Diego, 2012, S.
TFA Fisico informatico matematico. Pacch TFA Fisico informatico matematico.
Pacchetto promozionale per la preparazione ai test di accesso. Con software di simulazione

2012, Edises
Fondamenti di informatica e programmazione web
Angelaccio Michele, Fanti Alessia, 2011, Texmat
Elementi di informatica per le professio Elementi di informatica per le professioni sanitarie
Antonetti Giovanni, 2011, Universitalia
Hacker contro hacker. Manuale pratico e Hacker contro hacker.
Manuale pratico e facile di controspionaggio informatico

Aranzulla Salvatore, 2011, Mondadori Informatica
Informatica. Informatica.
2008, Edizioni Giuridiche Simone
Informatica Informatica
Esposito Francesco, 2011, Edises
Informatica umanistica Informatica umanistica
2010, McGraw-Hill Companies
Informatica e crittografia attraverso gl Informatica e crittografia attraverso gli esercizi.
Una metodologia e una pratica didattica

Cecchi Alberto, Orazi Roberto, 2010, Liguori
Informatica. Insieme verso la conoscenza Informatica.
Insieme verso la conoscenza

Zaccarelli Guido, 2010, Athena Audiovisuals
Informatica testuale. Teoria e prassi Informatica testuale.
Teoria e prassi

Orlandi Tito, 2010, Laterza
Informatica industriale Informatica industriale
Fantechi Alessandro, 2009, CittàStudi
Informatica facile. Guida alle tecnologi Informatica facile.
Guida alle tecnologie dell'informazione e della comunicazione.
Manuale per il conseguimento della Certificazione informatica europea EIPASS®
Informatica per i beni culturali Informatica per i beni culturali
Rossignoli Nicola, 2010, Lampi di Stampa
Informatica di base Informatica di base
De Rosa Antonio, Di Capua Giuseppe, 2010, Edizioni Giuridiche Simone
Informatica applicata al Suono per la Co Informatica applicata al Suono per la Comunicazione Musicale.
Musical Digital Audio

Malcangi Mario, 2009, Maggioli Editore
Informatica teorica Informatica teorica
Mandrioli Dino, Spoletini Paola, 2011, CittàStudi
Informatica di base. Conoscere e compren Informatica di base.
Conoscere e comprendere le risorse digitali nella società del'informazione

Allegrezza Stefano, 2009, Simple
Informatica per tutti dalla chiocciolina Informatica per tutti dalla chiocciolina allo zip
Carucci Giuseppe, 2008, Simple
Informatica per le professioni infermier Informatica per le professioni infermieristiche e ostetriche
Terzoni Stefano, 2010, Hoepli
Informatica per l'economia Informatica per l'economia
cur.Clerici A., 2011, EGEA Tools
Segnala un sito redazione@windoweb.it
© 1999-2014
Tutti i diritti riservati
Invia le tue foto o i documenti che vuoi pubblicare