logo windoweb


corrente Espressionismo

Espressionismo
Arte

Torna alla Home Page enciclopedica di

Cos'è l'Espressionismo?

Vincent Van Gogh -L'Espressionismo è una corrente artistica forte ed intensa che nasce attorno al 1905 in Francia con i Fauves (Le Belve) ed in Germania con il gruppo Die Brücke ( Il Ponte) in opposizione all'Impressionismo.

L'Espressionismo non riguarda solo le arti figurative, ma anche letteratura, musica, teatro, scenografia ed architettura.

Le differenze tra i due movimenti sono sostanziali e profonde ma in modo particolare si riferiscono alla loro filosofia.

L’Impressionismo è legato alla realtà esteriore cogliendone gli effetti di luce e di colore che rendono piacevole e interessante lo sguardo sul mondo esterno.

L’Espressionismo, rifiuta il concetto di una pittura tesa al piacere del senso della vista, spostando la visione dall’occhio all’interiorità più profonda dell’animo umano.

L'artista Impressionista ha un atteggiamento positivo nei confronti della vita, rappresentando il bello e la gioia di vivere, mentre l'Espressionista è profondamente drammatico, angosciato e angosciante e vede intorno a se la bruttura mascherata dall’ipocrisia borghese.

Origini dell'Espressionismo

Paul GauguinIl termine Espressionismo appare nel 1911 in un saggio pubblicato nella rivista "Der Sturm" e viene utilizzato per definire la pittura dei "Fauves" in Francia e dei componenti del gruppo "Die Brücke" in Germania.
 Presto l'Espressionismo si rivela un movimento culturale europeo circoscrivibile a circa un ventennio che coincide con i primi anni del 1900, inquadrabile nelle correnti artistiche della Avanguardia.
Da un punto di vista stilistico, la pittura Espressionista si evidenzia soprattutto nelle tele di Vincent Van Gogh e da quelle di Paul Gauguin, che sottolineano le loro esperienze emozionali e spirituali della vita, con colori forti e pennellate violente.
Nella elaborazione della nuova teoria, gli artisti riversano l'apprezzamento per la pittura di Van Gogh, Gauguin, Rousseau, Eduard Munch, Hanri Matisse, affiancandolo alla conoscenza della scultura africana e polinesiana, espressioni di un'arte genuina, pura, ricca di motivi di bellezza Primitiva.
Anche se l'Espressionismo si propone in opposizione all'Impressionismo, entrambi sono movimenti ”Realisti” che impongono al pittore il rispetto della realtà.



Evoluzione dell'Espressionismo tedesco"Neue Sachlichkeit"
(Nuova oggettività).

Un gruppo di artisti, raccolti intorno a George Grosz  che esprimevano violentemente la loro protesta contro la società, appoggiati da alcuni critici d'arte, cominciarono a sostenere che l'Espressionismo tedesco era morto, e aspettavano la guerra che si stava preparando, come mezzo catartico di rinnovamento spirituale, senza percepire la portata tragica delle conseguenze belliche.
Nel 1913 sono maturi i tempi per lo scioglimento de "Die Brücke", scioglimento che coincide con lo scoppio della prima guerra mondiale.
Le opere degli Espressionisti hanno un tale impatto emotivo sulla società da rappresentare un pericolo per il regime nazista che obbligò alcuni pittori espressionisti a smettere di dipingere o ad emigrare negli Stati Uniti.

L'espressionismo di Eduard Munch

Eduard Munch - Il pittore più Espressionista fra gli espressionisti è certamente il norvegese Eduard Munch dalla personalità artistica drammatica, oppresso dalla convinzione che sull'umanità pesi un destino tragico e ineluttabile.
  Nell'arte del pittore  l'amore, la passione, la morte, furono i motivi di molti dei suoi quadri  come Il bacio, La gelosia, L'angoscia, Il vampiro, Il grido, La Madonna, Le ceneri, ecc.
Interessanti i suoi autoritratti; originali e ardite le sue litografie e incisioni, ma la sua opera più conosciuta, “Il grido” sa esprimere al massimo l'angoscia del vivere e la partecipazione della natura al dolore dell'uomo, impotente come lei di fronte alle tragedie.






Oscar Kokoschka
L'espressionismo di Oscar Kokoschka

Anche l'austriaco Oscar Kokoschka, con il suo stile contribuisce allo sviluppo del movimento espressionista avendo in comune l'intenzione di esprimere sensazioni, sentimenti, stati d'animo e l'attitudine a deformare i soggetti, ma è divergente da quello di molti suoi contemporanei, per cui, anche se oggi viene generalmente considerato come uno dei massimi esponenti dell’espressionismo, lavorò  isolato dagli altri esponenti del gruppo.

Minacciato dal regime nazista si rifugiò in Svizzera dove la sua pittura si allontanò progressivamente dalle tematiche dell’analisi psicologica e del subconscio per trattare i grandi spazi, i paesaggi e le vedute di città secondo schemi

Post-impressionisti.

La ricerca dell’unione tra sentimento e forma, lo spinge a cercare una partecipazione totale, senza formalismi, nei più diversi soggetti, dagli scenari di montagna ai panorami delle città.
Ernesto Treccani verosimiglianza, ma nella massima libertà, a seconda del significato che egli stesso attribuisce al colore.
 
William Baziotes. Maurice De Vlaminck
Emil Nolde, Paul Gauguin

sponsorr
sponsorrr


Argomenti Correlati
espressionismo_astratto.jpg

Espressionismo Astratto

Espressionismo Francese

Espressionismo FranceseFauves

espressionismo_tedesco.jpg
Espressionismo Tedesco
Espressionismo italiano
Espressionismo Italiano
Foto Arte
Foto Arte
Correnti Artistiche
Correnti Artistiche
Pittori e scultori stranieri
Pittori e scultori stranieri
Menu Arte
Menu Arte



Aree tematiche di Windoweb
Segnala un sito © 1999-2014 Tutti i diritti riservati invia le tue foto : foto@windoweb.it
contattaci :redazione@windoweb.it