logo windoweb


Marzia Migliora Biografia e Opere

Torna alla Home Page enciclopedica di

Marzia Migliora
Nata ad Alessandria nel 1972, ha studiato fotografia a Firenze, presso lo Studio Marangoni, vive e lavora a Torino.

L’artista , per la creazione delle sue opere, utilizza fonti scientifiche, spunti letterari o fatti di cronaca, li rielabora, per approdare a riflessioni sull’identità personale e collettiva.

Il lavoro di Marzia Migliora procede dalle esperienze personali, autobiografiche.

verso i temi della memoria, della perdita, delle paure,dell’ossessione e della fragilità dal soggettivo al collettivo.

Attraverso l’ausilio di mezzi espressivi e linguagg diversi come il video, il suono, la performance, l’installazione, il disegno, il ricamo, la fotografia, realizza opere e spazi, dove è possibile risvegliare e sollecitare i sensi, stimolando lo spettatore ad affrontare e riflettere sulla propria la capacità o incapacità di comunicare con il mondo circostante.

Nel proprio lavoro l’artista provoca per facilitare lo sfogo alle emozioni anche scomode: usa voci che narrano storie personali, come i legami con la famiglia, le scelte degli individui, con lo scopo di aprire le coscienze al dialogo con se stessi e gli altri.
Marzia Migliora
Marzia Migliora nel 2010 durante il ciclo di incontri - progetto per il Museo del Novecento di Milano –FuoriLuogo- ha presentato “Quelli che trascurano di rileggere si condannano a leggere sempre la stessa storia”un lavoro in progress, per il quale ha utilizzato materiale museale come terreno di confronto fra culture, come luogo di scambio di esperienze.

Nel 2013 Marzia Migliora è l’artista che AMACI ha scelto per realizzare l’immagine guida della Nona edizione della Giornata del Contemporaneo.

Lo scatto fotografico, ritrae alcune portatrici d’acqua mentre attraversano il Grande Cretto di Alberto Burri a Gibellina. Con questa fila di donne, impegnate in un’azione quotidiana e vitale, Marzia Migliora lebriprende mentre ripeteono la rituale solennità di un gesto antico -comune in tutto il Sud del mondo: trasportare un’anfora sul capo o sulle spalle, in un paesaggio duro e desolato.

Protagoniste della sua azione un gruppo di donne di Gibellina, discendenti di coloro che abitavano le case distrutte dal tragico terremoto del 1968, le cui macerie sono oggi celate e custodite sotto il manto del Grande Cretto di Alberto Burri. a rinsaldare il legame profondo ed emotivo con il luogo.

Il titolo Aqua Micans è tratto dal romanzo Locus Solus di Raymond Roussel: è un titolo ispirato alle virtù di quel liquido che lo scrittore francese voleva capace di riportare in vita gli esseri umani.
Marzia Migliora
L’acqua, bene comune per eccellenza, diventa nell’immagine di Marzia Migliora elemento di vita, sopravvivenza e salvezza, e la figura della portatrice d’acqua diventa simbolo di un atto di cura, capace di straordinaria forza espressiva.

Il Grande Cretto, che si estende sulle rovine di Gibellina per dieci ettari, appare come un labirinto, un ambiente che rinvia alla siccità come assenza di vita.

L’immagine coniuga in sé la forza del monumento alla memoria e la vitalità della produzione artistica in grado di comunicare con intatta potenza anche a distanza di molti anni.

Per la Nona Giornata del Contemporaneo l’artista ha quindi fatto leva sull’equi-valenza tra acqua e cultura, necessario nutrimento per l’uomo, e tra portatrici d’acqua e operatori culturali del contemporaneo, portatori a loro volta di un bene prezioso e insostituibile da cui dipende la crescita e il benessere della società.

In un’epoca di crisi e di tagli, Aqua Micans introduce una riflessione sul ruolo delle istituzioni museali preposte a conservare e tutelare l’esistente, a stimolare la produzione e il ripensamento del nuovo, a creare un ponte ideale tra il presente e il nostro passato storico-artistico, in itinere verso il futuro.

Libri su Marzia Migliora


Argomenti Correlati
Pittori Contemporanei
Pittori Contemporanei
Foto Arte
Foto Arte

Maestri dell'Arte
Menu Arte
Menu Arte

Aree tematiche di Windoweb
Segnala un sito © 1999-2014 Tutti i diritti riservati invia le tue foto : foto@windoweb.it
contattaci :redazione@windoweb.it