logo windoweb


Suzanne Valadon Biografia e Opere

Suzanne Valadon Biografia e Opere

Bessines 1865 – Parigi 1938

Torna alla Home Page enciclopedica di

Suzanne Valadon
Valadon, di umili origini, era diventata modella a 15 anni col nome di Maria (il nome di battesimo è Marie-Clémentine), posando per svariati pittori.

Di una bellezza radiosa, di statura minuta ma con un corpo voluttuoso, ne diventa l’amante da Puvis de Chavannes, a Degas a Renoir.

È lei la figura femminile del ballo di Bucinval. Henri Toulouse-Lautrec se ne innamora follemente.

Torturato dalla gelosia, perché la donna continua a mantenere relazioni con altri artisti, la paragona alla Susanna biblica, concupita dai due vecchioni che la sorprendono al bagno.

Maria non si scompone, anzi adotta il nome di Suzann come proprio logo.

Incoraggiata da Toulouse-Lautrec inizia a realizzare disegni e pastelli, ascoltando e osservando i pittori per i quali posa.

E’ il gennaio del 1920.
Suzanne Valadon
A Modigliani restano pochi giorni di vita.

Entra in un ristorante si avvicina a un tavolo dove siede Suzanne Valadon e chiede di potersi sedere accanto a lei perché: “è la sola donna che possa scusare persone come me”.

Si appoggia alla sua spalla e comincia a intonare il quaddish, la preghiera funebre della tradizione ebraica, forse presago di ciò che lo aspetta.

Suzanne è in compagnia di altri artisti tra cui il marito André Utter, di vent’anni più giovane di lei e amico del figlio.

Nell’ambiente degli artisti vengono definiti la trinità maledetta.

La Valadon amava molto Utter, per lui aveva lasciato il marito Paul Mousis, ricco agente di cambio che le aveva permesso di lasciare il suo lavoro di modella e vivere un’esistenza agiata.
Suzanne Valadon
Dopo la parentesi matrimoniale, spinta da Utter, uomo pieno di dinamismo, che la stimola, si dedica esclusivamente alla pittura e raggiunge la piena maturità del proprio stile.

Il suo periodo più produttivo – di cui il collezionista Netter riuscì ad apprezzare l’importanza – si colloca tra gli anni Venti e i primi anni Trenta, quando le sue opere vengono esposte nelle più importanti gallerie e la sua fama si espande anche all’estero, il suo stile si ispira agli artisti che ama, mantiene un carattere realistico e vigoroso, i nudi hanno atteggiamenti languidi e sensuali, espone al salone d’automne e alla galleria dal parat di limoge con il figlio Utrillo, figlio riconosciuto dal giornalista spagnolo Miguel Utrillo.

Scandali e pettegolezzi investono “la trinità maledetta” che sperpera una pioggia di denaro in gioielli, pellicce, dimore.

Nel 1931 Utter si ritira in altra residenza, qualche tempo dopo la separazione convive con un giovane Gazi ed il figlio a sollecitato al matrimonio con Lucie valore vedova di un banchiere-collezionista belga.

Muore il 7 aprile del 1938

Libri su Suzanne Valadon


Argomenti Correlati
Pittori e scultori italiani del '900
Pittori del 900
Foto Arte
Foto Arte

Maestri dell'Arte
Menu Arte
Menu Arte

Aree tematiche di Windoweb
Segnala un sito © 1999-2014 Tutti i diritti riservati invia le tue foto : foto@windoweb.it
contattaci :redazione@windoweb.it