logo windoweb


Toulouse Lautrec Henri Biografia e Opere

Toulouse Lautrec Henri Biografia e Opere

Torna alla Home Page enciclopedica di

TOULOUSE-LAUTREC Henri nasce ad Albi il 24 novembre 1864 e muore Saint-André-du-Bois il 9 settembre 1901

Lautrec, di famiglia nobile, divenne un importante artista post-impressionista, illustratore e litografo.

Egli soffre di picnodisostosi, una malattia ossea di natura ereditaria, dovuta alla consanguineità dei genitori che erano, infatti, cugini di primo grado.

A tredici anni, nel 1878, si rompe il femore sinistro a seguito di una rovinosa caduta e l'anno successivo una nuova caduta nel letto di un tor-rente in secca gli procura la rottura del femore destro: rimane un “nanetto”, vive come un dramma questa situazione, le uniche cose che in quei momenti difficili gli danno consolazione sono il disegno e la pittura

Nel 1881 dopo la maturità Toulouse Lautrec si trasferisce a Parigi dove frequenta giornalmente le avanguardie intellettuali del periodo e conosce Vincent Van Gogh.
Toulouse Lautrec
La Goule 1891 Toulouse Lautrec

La persona in primo pianodona profondità e fa concentrare lo sguardo in una parte.

Semplifica le forme in funzione dell’immagine
Toulouse Lautrec
Nel 1886 apre un proprio atelier di pittore: diventa il pittore della vita notturna, del piacere dove tutti sono felici tranne lui (soffre di masochismo a causa della sua statura) frequenta cabaret, caffè, Moulin Rouge, al cui ingresso faceva mostra di sé la sua opera "Cavallerizza acrobata al circo Fernando", del 1888, e per il quale realizzò il "Ballo al Moulin Rouge", del 1892.

Per Toulouse Lautrec l'unico interesse è per la figura, mentre il paesaggio, la natura morta, gli interni non lo interessano realmente, un giorno disse al suo amico Joyant: “ Non esiste che la figura, il paesaggio è nulla, non dovrebbe che essere un accessorio. Il paesaggio dovrebbe essere usato solo per rendere più intelliggibile il carattere della figura.”

Ammiratore di Cézanne, Renoir, Manet e in particoalr modo di Degas, Toulouse Lautrec si interessò molto alla xilografia giapponese, di cui venne a conoscenza grazie a Van Gogh.

Nel 1891, quando il Moulin Rouge gli commissionò la realizzazione di un manifesto pubblicitario che sarebbe stato affisso in tutta Parigi, iniziò per Lautrec un periodo di notorietà e di commissioni: produsse 31 manifesti.

A questi aggiungiamo di 600 dipinti, 350 litografie e 9 incisioni, Lautrec: è universalmente riconosciuto come uno dei più geniali grafici della storia dell'arte, soprattutto nella litografia a colori che gli permette inoltre di abbattere i costi di stampa.

È considerato il primo design pubblicitario grazie ai quadri e ai manifesti ha reso famosi molti dei personaggi del cabaret, tra cui La Goulue, la ballerina Jane Avril, il proprietario di cabaret Aristide Bruant.

Il mondo del teatro, del circo, dell'ippica e dell'automobilismo gli davano spunti per le sue opere, Toulouse Lautrec sperimentò una nuova tecniche inventata da Raffaëlli nel 1884: fissava un foglio di carta per ricalco su un disegno a carboncino e dipingeva utilizzando l'immagine in trasparenza.

In questo modo poteva dissociare il disegno dal colore utilizzando solamente colore per il disegno, tecnica usata da Degas per il pastello.
Toulouse Lautrec
Grazie alla fluidità della pittura ad olio diluita con l'essenza di tremen-tina, il pittore è riuscito a cogliere l'eleganza delle figura che balla e il dinamico movimento di gambe.

Con l'intensità e la parsimonia che gli sono tipiche, Lautrec disegna a grandi tratti gli aspetti fondamentali del movimento della bal-lerina e, alla stessa ma-niera, raffigura alcuni elementi dell'ambiente in cui la Avril esegue da sola il suo numero.

Sullo sfondo, sulla parte di cartone lasciata prati-camente intonsa, risal-tano due figure. Amica dell'artista fino alla sua morte
Toulouse Lautrec
Bevitore di alcol, dal 1897 in poi fu sempre più colto da depressioni, manie di persecuzione, nevrosi, irascibilità, fino ad essere ricoverato, all'inizio del 1899, in una clinica neurologica.

Uscitone dopo qualche mese, Toulouse Lautrec riprese a dipingere, realizzando, tra le altre, "Miss Dolly, l'inglesina dello Star a Le Havre".

Realizzò altri manifesti e quadri, tra cui una serie di dipinti per l'opera teatrale "Messalina", ma nel 1901, fu colpito da un colpo apoplettico che gli procurò una semiparalisi e in settembre morì all’età di 37 anni.

Libri su Toulouse Lautrec


Argomenti Correlati
Pittori e scultori stranieri
Pittori Stranieri
Foto Arte
Foto Arte

Maestri dell'Arte
Menu Arte
Menu Arte


 

Aree tematiche di Windoweb
Segnala un sito © 1999-2014 Tutti i diritti riservati invia le tue foto : foto@windoweb.it
contattaci :redazione@windoweb.it