logo windoweb


Paul Cézanne Biografia e Opere

Paul Cézanne Biografia e Opere

Torna alla Home Page enciclopedica di

Paul Cézanne
Paul Cézanne, nasce il 19 Gennaio del 1839 ad Aix-en-Provence in una antica ed agiata famiglia di produttori di cappelli.

A diciannove anni si iscrive a Diritto, per intraprendere la carriera legale, ma i suoi veri interessi lo spingevano verso l'arte e, interrotti gli studi sul Diritto, frequenta la scuola di belle arti ad Aix-en-Provence, per poi passare all’Académie Suisse a Parigi, per prepararsi al concorso di ammissione all'Ecole des Beaux-Arts.

Le opere di Paul Cézanne in questo periodo si ispirano a Delacroix, Colbert e Manet, trattano soggetti romantici dai toni cupi, con colori di pesante impasto e, respinto al concorso, nel 1862 torna a lavorare nell'azienda paterna.

Nonostante le delusioni, nel decennio successivo Paul Cézanne alterna la vita di lavoro ad Aix-en-Provence, a frequenti soggiorni a Parigi, dove conosce, quelli che diventarono poi, i pittori impressionisti: Camille Pissarro, Pierre-Auguste Renoir, Claude Monet, Alfred Sisley e Frederic Bazille, esponendo con loro, senza però fare parte del gruppo.
Paul Cézanne
Con l'intento di essere accettato dal mondo della pittura ufficiale, Césanne continua ad inviare i suoi quadri al Salon, che sistematicamente li rifiuta.

Durante la guerra della Francia contro la Prussia, Césanne si trasferisce all’Estaque, sempre in Provenza, con Hortense Fiquet, allora sua modella che diventerà poi sua moglie.

Tra il 1872 e il 1882 Paul Cézanne passa attraverso la sua “fase impressionista”, dipinge con Camille Pissarro riprendendo con lui gli stessi soggetti.

Nel 1874 e nel 1877 Cézanne partecipa, senza successo, alle mostre degli impressionisti, ma in seguito si isola in Provenza, allentando i contatti con gli impressionisti, cominciando a maturare un nuovo stile pittorico più attento ai volumi degli oggetti ed alla organizzazione dello spazio che li circonda.

Sempre arroccato in Provenza, Paul Cézanne si concentra sulla ricerca di una nuova tecnica che superi quella impressionista e che esalti, attraverso il colore, le forme e lo spazio.

Per anni, nei quali non espone più, Cézanne rielabora gli stessi soggetti: paesaggi, ritratti, nature morte e scene quotidiane, producendo lavori molto apprezzati dai colleghi pittori, ma ignorate dalla critica.
 
Paul Cézanne
Paul Cézanne Le Jardin de Maubuisson, Pontoise 1877
Paul Cézanne
Paul Cézanne, Jugadores de Cartas (1890)
Finalmente nel 1895 Paul Cézanne tiene una mostra personale organizzata dal mercante d'arte Ambroise Vollard nella sua galleria di Parigi.

L'esposizione è un trionfo e suscita un grande interesse tra i giovani artisti, ma anche fra i collezionisti che scoprono in Cézanne il grande pittore ed un buon investimento.

Seguono la partecipazione di Paul Cézanne al Salon des Indépendants nel 1899, 1900 e 1902, che confermano la fama del pittore, anche fuori della Francia.
Paul Cézanne Paul Cézanne, Mele e arance -1895
1° lavoro di spazialità contro la prospettiva
2° dipinge la natura morta come un pae-saggio
Paul Cézanne
Dal 1900, Paul Cézanne, ammalato di diabete, rimane quasi sempre in Provence, ma ormai è un pittore affermato e, nel 1904, il Salon d'Automne di Parigi gli dedica un'intera sala.

Lo stile di Cézanne conquista la critica, ma anche giovani pittori come Pablo Picasso e Georges Braque, che lo studiano e lo imitano.

Il suo modo assolutamente nuovo di rappresenta le forme secondo una prospettiva basata su schemi geometrici dello sferoide prima e del poliedro poi, aprono nuove prospettive alla pittura; Paul Cézanne stesso dice di sè: "Sono il primitivo di un'arte nuova"

Negli ultimi anni di vita, Cézanne lavora a "Le grandi bagnanti" (1898-1905), che rappresenta la sintesi degli studi che il pittore aveva accumulato nei dieci anni precedenti sul soggetto.

È la tela più grande mai dipinta da Cézanne (lavorò per 7 anni) La luminosità è resa da incrostazioni di colore sovrapposto a strati.
Paul Cézanne
Le linee nere che disegnano nettamente i contorni fanno risaltare i corpi in modo quasi scultoreo.

La gamma dei colori è ridotta alle sfumature di ocra, lilla e verdi, mentre l'architet-tura del dipinto è scandita da due gruppi di figure, e due quinte arboree, che aprono una profondità centrale vuota.

I dipinti delle Bagnanti saranno fondamentali per la storia dell'arte successiva, influenzando profondamente tutti i protagonisti delle avanguardie, da Matisse a Braque, da Picasso a Moore

Paul Cézanne muore ad Aix il 22 ottobre del 1906, per una polmonite contratta a seguito di un temporale che lo ha sorpreso mente dipingeva in campagna.

L'anno dopo a Parigi si tiene una grande retrospettiva che rivela al grande pubblico la sua arte.

Le sue ultime tele colpiscono il mondo artistico, aprendo la strada della ricerca pittorica ed alle avanguardie del '900.
Paul Cézanne
Il bosco di Château 1900

Tutto diventa pitture, tutto diventa metamorfosi
Natura morta = paesaggio
Paesaggio = natura morta

Tutti gli elementi, minerali e vegetali, si trovano qui riuniti in un solo piano, formando un tutt'uno compatto che lascia poco spazio al cielo.
Questa natura profusa, invasiva, atemporale, da cui l'ombra è esclusa, è caratteristica degli ultimi paesaggi di Cézanne, di cui questo è uno degli esempi più grandiosi.

La sua poetica non è estranea a quella, animata di pan-teismo, che anima le Ninfee di Monet, di po-co posteriori

La casa dell’impiccato – 1874
Paul Cézanne

Lo spazio non è più amorfo, ma la luce, ottenuta nonostante lo spessore della materia, lo rende quasi compatto, come una massa che però non ha pesantezza, ma corposità.

È la luce che crea questa sintesi tra volume e spazio, una sintesi che dà alle cose il senso della loro 'durata reale'.

Cézanne ha fuso il suo concetto di monumentalità con il desiderio di struttura appreso da Pissarro e va oltre non si contenta di una dimensione puramente ottica delle sue immagini, ma è già in cerca di una dimensione emotiva della forma».


La montagna 1905
Paul Cézanne
La ricerca di sintesi si fa dominante nell'ultima fase dell'attività dell'artista.

C’è la dissoluzione semplificazione della forma che verrà poi operata dalle avanguar-die novecentesche, in particolare dal cubismo: lo spazio della pittura non è più dell'occhio ma dell'intelletto.

Le case sono rappresen-tate con delle forme geome-triche: come dei cubetti

Libri su Paul Cézanne


Argomenti Correlati
Pittori e scultori stranieri
Pittori Stranieri
Foto Arte
Foto Arte

Maestri dell'Arte
Menu Arte
Menu Arte


 


 

Aree tematiche di Windoweb
Aree tematiche di Windoweb
Segnala un sito © 1999-2014 Tutti i diritti riservati invia le tue foto : foto@windoweb.it
contattaci :redazione@windoweb.it