logo windoweb


Rembrandt Harmenzoon van Rijn

Rembrandt Harmenzoon van Rijn

Biografia ed Opere di Rembrandt Harmenzoon van Rijn

Torna alla Home Page enciclopedica di

Autoritratto - Rembrandt
Rembrandt Harmenzoon van Rijn, pittore olandese importante rappresentante del "Barocco olandese", nasce a Leidail 15 luglio 1606.

Le condizioni economiche della sua famiglia gli permettono
di avere una buona educazione ed una cultura approfondita che si rivelerà nella sua futura carriera artistica.
Dopo un iniziale approccio alla pitturacon un modesto
pittore della sua città, Rembrandt si trasferisce ad
Amsterdam alla bottega diPieter Lastmann, uno dei più
noti pittori di soggetto storico del tempo.

Le opere di gioventù di Rembrandt rispecchiano lo stile del suo maestro, grande ammiratore dei Carracci, del Caravaggio e della pittura classica Italiana.
Rembrandt Harmenzoon van Rijn
Intorno al 1627 il pittore considera concluso il suo apprendistato e torna a Leida per aprire una sua bottega con l'amico Jan Lievens.

Effettivamente il suo livello di abilità pittorica, sostenuta dalla sensibilità caravaggesca alla luce e la perfezione dei particolari, conquista presto i suoi contemporanei.

Nel 1634, a soli 28 anni conquista la fama con "La lezione di anatomia del professor Tulp".

Dopo il primo successo Rembrandt dovette far fronte
ad una grandissima richiesta, provenienti dalla ricca classe dei commercianti, di ritratti e di quadri religiosi, nella realizzazione dei quali il pittore si attiene ai
canoni del Barocco. Rembrandt Harmenzoon van Rijn

Questa grande mole di lavoro portarono l'artista a modificare il suo stile, abbandonando la ricchezza
barocca etendendo alla sobrietà della composizione.

La sua pennellata diventa larga e pastosa, il colore assume un tono più caldo, e fra i suoi soggetti si
inserisce il paesaggio che spesso ritrae dal vero, all'aperto.


I ricchi olandesi richiedevano spesso opere d'arte che rappresentassero scene della campagna delle loro province olandesi e Rembrandt dipinse quadri con paesaggi che divennero esempio del genere per gli artisti nei secoli dopo di lui.

I paesaggi di Rembrandt sono realistici nella rappresentazione dell'ambiente contemporaneo, ma difficilmente contengono personaggi.

Rembrandt Harmenzoon van Rijn

Il successo di Rembrandt si riflesse sulla vita del Pittore che
nel 1939 acquistò una grande casa di due piani in una zona semicentrale di Amsterdam, dove si trasferì con la famiglia e riempì in breve tempo di quadri di notevole valore.

Nel giugno del 1642 la serenità di Rembrandt, fu funestata dalla morte della giovane moglie che aveva sposato, innamoratissimo, nel 1634.

Rembrandt Harmenzoon van Rijn
Questa morte, dopo quella dei genitori e di tre figli morti in fasce, fu la mazzata finale ed il pittore cade in una forte depressione che combattè raddoppiando il suo impegno nel lavoro.

Tela, pennelli e colori diventano tutto il suo mondo e, gli
anni che vanno dal 1642 al 1655, sono i più ricchi di produzione.

Decine di ritratti, autoritratti, paesaggi, opere religiose e
nature morte nascono, non solo dall'olio, ma anche da
matite, inchiostro di china e acqueforti.

Rembrandt ebbe molti allievi che seguì con passione, rompendo la tradizione per cui gli allievi dovevano pagare il maestro, egli non pretese mai alcun pagamento.

Aveva preso in affitto un grande capannone nel quale organizzò il suo Atelier.


Rembrandt Harmenzoon van Rijn

Divise il grande ambiente con tendaggi per dare intimità agli studenti ai quali dava lezioni di gruppo anche con modelle nude.

Dopo la morte della moglie, non riuscendo a occuparsi da solo del figlio neonato, Rembrandt assunse una governante, che alla fine divenne la sua amante.

Dai suoi conterranei Rembrandt viene considerato un grande artista ed un padre affettuoso per il figlio Tito, ma lo criticano aspramente per la sua vita sconsiderata.

Rembrandt Harmenzoon van Rijn
L'artista, nella società puritana del tempo divenne fonte di continuo scandalo quando divenne di pubblico dominio il tipo di relazione fra Rembrandt e la governantecon la quale conviveva senza sposarla.

L'atteggiamento del pittore divenne "strano" : non frequentava la comunità religiosa, acquistava oggetti stravaganti ed animali esotici, collezionava opere d'arte, armi, strumenti musicali, gioielli e vesti preziose peradornare i personaggi che dipingeva, spendendo in effetti più di quanto guadagnava.

D'altra parte il pittore non poteva risposarsi perchè la moglie che gli ha lasciato un notevole patrimonio, nel testamento aveva inserito la clausola per cui lui avrebbe perso metà del patrimonio se si fosse risposato, ed è probabile che con la disinvoltura nel maneggiare il denaro di Rembrandt, di quel patrimonio non rimanesse molto.

Poi, quando i pittore ebbe una relazione con una giovane modella, l'ex governante lo chiamò in giudizio per "rottura di promessa di matrimonio".
Rembrandt Harmenzoon van Rijn
Rembrandt vince la causa, ma è condannato a pagare un consistente vitalizio alla donna, un peso economicoche in breve tempo divenne eccessivo per l'artista che aveva perso la simpatia dei suoi conterranei.

I gusti artistici dei suoi acquirenti stava cambiando, questi non apprezzano più il suo stile pulito, ma continuano a preferire lo stile più decorativo e ricco del barocco.

Nel 1648 le finanze di Rembrandt sono al tracollo, e i creditori premono per essere pagati.

Il pittore chiede aiuto agli amici e da in pegno i suoi dipinti per pagare almeno un pezzo della casa che aveva acquistato nel 1939 e continua a vendere le sue acqueforti all'estero dove è ancora famoso.

Nel 1656 vengono venduti all'asta i suoi beni; dalle ricche collezioni di quadri di artisti Italiani, dalle raccolte di disegni ed incisioni Rembrandt riceve una cifra irrisoria: 600 fiorini e ne deve ancora più di 8000per la casa.

Abituato alla vita nel lusso, per Rembrandt fu ben triste trasferirsi in un appartamento misero e registrarsi in Comune come "nullatenente".
Rembrandt Harmenzoon van Rijn
Per sopravvivere e liberarsi dal fisco e dai creditori il pittore era stato costretto a vendere la grande casa della quale era stato tanto orgoglioso.

Intanto dalla sua nuova giovane compagna aveva avuto una bambina che aveva chiamata Cornelia, mentre suo figlio Tito lavorava come pittore per la Casa degli Orfani, che aveva l'esclusiva del suo lavoro e pagava, a suo padre, il vitto e l'alloggio.

I lavori di Rembrandt dei due ultimi decenni di vita, non mostrano più la ricerca barocca del dramma, del fasto e dei dettagli superficiali, ma rivelano un profondo interesse per gli stati d'animo e per le qualità spirituali.

Il colore più ricco e la pennellata più vigorosa, sono evidenziate nel ritratto dell'amico Jan Sixraffigurato con uno abito rosso, oro e grigio mentre si infila pensosamente un guanto.

Lo stile vagamente astratto rivela la sua bravura nelsottile gioco di luce che illumina il volto del soggetto, rivelandone l'umore calmo e meditativo. Rembrandt Harmenzoon van Rijn

Gli ultimi anni di vita del pittore furono angustiati non solo dalla povertà (per vivere fu costretto a vendere la tomba della moglie)ma dei lutti che lo colpirono fino a togliergli la voglia di vivere.
Nel 1663 muore la sua compagna e nel 1668 muore il figlio ventisettenne Titoche si era sposato da poco, lasciando la giovane moglie incinta.

Rembtrant che soppravvive fino a vedere il battesimo della nipotina,muore il 4 Ottobre 1669 e sarà sepolto in una fossa sconosciuta.

Libri su Rembrandt


Argomenti Correlati
Pittori e scultori stranieri
Pittori Stranieri
Foto Arte
Foto Arte

Maestri dell'Arte
Menu Arte
Menu Arte



 

Aree tematiche di Windoweb
Segnala un sito © 1999-2014 Tutti i diritti riservati invia le tue foto : foto@windoweb.it
contattaci :redazione@windoweb.it