logo windoweb


Salvador Dali Biografia

Salvador Dalì Biografia e Opere

Torna alla Home Page enciclopedica di

Salvador Dalì Biografia
Salvador Dalí y Domènech, nasce a Figueres in Catalogna l'11 maggio 1904; figlio di un notaio trascorre l'infanzia tra Figueres e Cadaqués ed il paesaggio dell'Ampurdán si imprime nella memoria del futuro pittore diventando di fondamentale importanza per la sua evoluzione artistica e personale.

Dopo la scuola elementare, frequenta le superiori presso il collegio degli Hermanos Maristas e nell'Istituto di Figueres dove segue anche le lezioni del professore Juan Nuñez alla Scuola Comunale di Disegno.

Nel 1919 Dalì partecipa, per la prima volta, ad una mostra collettiva allestita presso la Sociedad de Conciertos di Figueres e fonda, con un gruppo di compagni di scuola, la rivista "Studium", su cui pubblica alcuni articoli su pittori classici, su Goya, El Greco ed altrigrandi.

Dopo la morte della madre si trasferisce a Madrid alla Residencia de Estudiantes e frequenta la Scuola Speciale di Pittura, Scultura e Incisione (Accademia di San Fernando).

Dopo le prime esperienze artistiche percorse nell'area del Novecentismo, dell'impressionismo e del futurismo, comincia a dipingere tele cubiste.
Salvador Dalì
Nel 1925 fa la sua prima mostra personale a Barcellona raccogliendo un grande successo di critica, ma viene espulso dalla Scuola Speciale per aver dichiarato incompetente la commissione esaminatrice.

Nei cinque anni successivi frequenta intensamente artisti e musei, passando attraverso tutte le forme pittoriche e assimilando da ognuna qualcosa.

La persistenza della memoria 1931
E' uno dei quadri più famosi di Salvador Dalì, nel quale l’invenzione degli «orologi molli» diventa una chiave della sua pittura.
Il tempo meccanico, misurabile con gli orologi, è messo in crisi dalla memoria umana, che del tempo ha una percezione ben diversa.

Il tempo scorre secondo metri assolutamente personali, veloce quando si è felici, lento e pesante nella tristezza.
Salvador Dalì
Salvador Dalì ed il SurrealismoIl Surrealismo, movimento artistico d'avanguardia fondato da André Breton in Francia nel periodo fra le due guerre, mirava a superare l'osservazione e la riproduzione realistica degli oggetti.

Gli aspetti fondamentali del movimento erano la rivalutazione delle percezioni dell'inconscio, rifiutando la logica e la civiltà a favore di una totale libertà di espressione.

A Parigi Salvador Dalí frequentò Picasso, Miró, Breton ed Éluard e, attratto dalle loro opere, aderì al surrealismo, di cui fornì un'interpretazione estremamente personale.

La pittura surrealista di Dalí è una pittura illusionistica, fondata su un'intensa concentrazione di immagini legate ad ossessioni di castrazione, putrefazione, onanismo, coprofilìa ed impotenza.

Nel 1934, sconfessato da Breton, abbandonò il gruppo surrealista di Parigi, distaccandosene completamente nel 1939 trasferendosi negli Stati Uniti.
Salvador Dalì
"Surrealismo........surrealismo, quando sono arrivato a New York mi hanno chiesto una definizione di surrealismo. Ho risposto :il surrealismo sono io." Salvador Dalì dipingendo le sue opere allucinate, fa emergere il suo inconscio, secondo quel principio dell’automatismo psichico teorizzato da Breton al quale diede anche un nome preciso: metodo paranoico-critico.
Salvador Dalì e le Immagini doppie.

Utilizzando immagini diverse secondo il metodo paranoico-critico, Salvador alì realizza quadri di notevole complessità, contenenti immagini doppie, in cui gli elementi appartengono a più figure realizzate in scale diverse.

La ricerca delle molteplici composizioni diviene quasi un gioco di abilità, in risposta al virtuosismo del pittore.

Nel quadro intitolato "Apparizione di un volto e di una fruttiera su una spiaggia" del 1938 sono quattro le composizioni presenti e intrecciate: un cane, un volto, una natura morta rappresentata da una fruttiera su un tavolo ed infine un paesaggio nel quale sono ancora riconoscibili altre storie..
Salvador Dalì
Salvador Dalì e la ParanoiaLa paranoia, secondo Dalì è: «una malattia mentale cronica, la cui sintomatologia più caratteristica consiste nelle delusioni sistematiche, con o senza allucinazioni dei sensi. Le delusioni possono prendere la forma di mania di grandezza, di persecuzione, o di ambizione».

Perciò le immagini che l’artista cerca di fissare sulla tela nascono dal caos del suo inconscio (la paranoia) e prendono forma solo grazie alla razionalizzazione del delirio (momento critico).

Da questo suo metodo nacquero immagini di straordinaria fantasia, tese a stupire e meravigliare per la grande artificiosità della loro concezione e realizzazione.

I quadri di Salvador Dalí contengono il nitore del disegno ed i cromatismi propri della pittura del Rinascimento italiano, trascurando, di questo, misura ed equilibrio formale e lasciando prevalere meccanismi complessi e prospettive illusionistiche, che richiamano inevitabilmente l'esuberanza del barocco spagnolo.

Salvador Dalì e Gala la sua MusaNell’estate del 1929 Magritte, Buñuel, Paul Eluard e la moglie Elena Devulina Diakanoff, chiamata Gala, andarono a trovare il pittore in Spagna.

In questa occasione Dalì e Gala si conobbero e si innamorarono.
Salvador Dalì
Al fine della vacanza Gala decise di rimanere accanto al suo nuovo amante, iniziando un sodalizio umano, economico, sentimentale ed erotico, trasgressivo e altalenante, pieno di passione e complicità, che dominò l’opera di Salvador Dalì oltre che la sua vita e che si è concluso solo con la morte di lei nel nel 1982.

I due si sposano nel 1958, con una cerimonia cattolica e per tutta la vita Salvador Dalì ritrae Gala in moltissime tele, ora dea, ora vita, ora forza della natura, in ogni caso motore principale della creatività dell'artista.

Sogno causato dal volo di un'apeL’ispirazione di questo quadro venne a Dalì dalla puntura di un’ape mentre stava dormendo.

L’immagine è una simultanea rappresentazione di sensazioni prima e dopo la puntura. L’istante della puntura è raffigurato dalla punta della baionetta che sta per trafiggere il braccia della donna nuda;l’istante del dolore è rappresentato dalle tigri che escono dalla bocca di un pesce che a sua volta esce da una melograna.

L’elefante, con l’obelisco sulla groppa, con le gambe lunghe da insetto, riesce, come un insetto a camminare sul pelo dell’acqua in un'allucinazione che ritornerà spesso in altri quadri di Dalì. 1974 Salvador Dalí inaugura il Teatro-Museo Dalí di Figueres, che ospita gran parte della sua produzione e opere di alcuni dei suoi pittori preferiti: Meissonier, Bouguerau, Fuchs, El Greco, Fortuny, Urgell, Antoni Pichot.

La collezione sottolinea che la matematica, la scienza, la storia e gli effetti ottici e visivi, continuano ad essere al centro del suo interesse e che la maggior parte delle sue opere comprendono o si basano su questi aspetti.
Salvador Dalì
Nei lunghi anni del suo cammino nell'arte, Salvador Dalì ha continuato ad alimentare la sua fama di artista eccentrico, originale ed a volte delirante, fino a diventare prigioniero del suo stesso personaggio: sempre più scostante, altezzoso ed imprevedibile.

Negli anni '50 Salvador Dalì, alla riscoperta del Rinascimento Italiano ed in risposta ad un personale bisogno di misticismo religioso, stempera il suo ossessivo surrealismo creandoimmagini che, pur spettacolari nella genialità dell'invenzione spaziale, sono più sobrie ed equilibrate.

E' del 1951 una delle tele più famose del suo periodo religioso, Cristo di San Giovanni della Croce, dove l’effetto spettacolare è dato dalla insolita prospettiva in cui mette il crocefisso, come visto dagli occhi di Dio, dall’alto verso il basso.

Questa prospettiva, cambia direzione nella parte inferiore della tela, per dar luogo ad una veduta paesaggistica occupata da un lago con una barca e dei pescatori.

La composizione, ripartita su due livelli sovrapposti, (il piano nero dal quale emerge la croce in prospettiva e il piano del paesaggio) che rappresentano ovviamente lo spazio celeste e quello terreno, in una erudita citazione di artisti rinascimentali quali Pietro Perugino o Raffaello.

Dalí si è spento a Figueras il 23 gennaio 1989

Libri su Salvador Dalì


Argomenti Correlati
Saint Anthony Salvador Dalì
Foto Salvador Dalì
Foto Arte
Foto Arte

Maestri dell'Arte
Menu Arte
Menu Arte


 


 

Aree tematiche di Windoweb
Segnala un sito © 1999-2014 Tutti i diritti riservati invia le tue foto : foto@windoweb.it
contattaci :redazione@windoweb.it