logo windoweb


Vittore Carpaccio

Biografia ed Opere di Vittore Carpaccio

Torna alla Home Page enciclopedica di

Vittore Carpaccio
Con Vittore Carpaccio, nato intorno al 1455 e morto nel 1526, la scuola veneta acquistava un gran pittore narrativo, formatosi nell'orbita della pittura belliniana e particolarmente nella zona di Gentile Bellini, suo maestro.

Premesso che si tratta sempre di dipingere, tra il rappresentare e il narrare passa una differenza sostanziale.

Per coglierla Della fattispecie, bisogna innanzi tutto riportarsi all'epoca, il Quattrocento, e al luogo, Venezia.

Gli ideali dell'epoca erano religiosi, artistici, umanistici a Firenze e a Venezia, ma in questa città l'elemento politico e sociale influiva su tutte le manifestazioni indirizzandole a celebrare la vita, la grandezza, la ricchezza, i santi tutelari e i personaggi dominanti della Repubblica.

L'artista rappresentatore, quale poteva essere ad esempio un fiorentino della Rinascenza, se anche del tipo illustrativo che si riconosce in Domenico Ghirlandaio, farà prevalere sempre l'arte sull'interesse delle scene descritte perchè ciò che gli preme maggiormente non è il descrivere ma il rappresentare.
Vittore Carpaccio
L'artista narratore invece subordina più o meno inconsapevolmente l'arte all'interesse narrativo del tema.

Conseguenza di questa diversa disposizione è un indebolimento dei valori puramente artistici a profitto degli effetti illustrativi, che, prevalendo, segnano il passaggio dalla pittura poetica o idealistica a quella prosastica o realistica, generatrice della così detta pittura di genere.
Vittore Carpaccio
Per relativo compenso accade che il pittore narrativo, più sciolto nei suoi movimenti e più libero nelle sue iniziative, scopra talvolta certi lati e certi aspetti clic sfuggono ai rappresentatori concentrati e distratti dai loro ideali assoluti; compenso rilevante in un'epoca nella quale restavano ancora da scoprire tanti lati e tanti aspetti della realtà.

Le Cortigiane di Carpaccio sembrano un quadro anticipatamente moderno.

Non si conosce certamente nulla di meno lontano dallo spirito di osservazione di un ottocentista francese o italiano, e non si stenta a credere che una scena simile, a parte la potenza della sua struttura, avrebbe potuto dipingerla analogamente un pittore come Favretto.

Libri su Vittore Carpaccio



Argomenti Correlati
Foto Arte
Foto Arte
Correnti Artistiche
Correnti Artistiche

Maestri dell'Arte
Menu Arte
Menu Arte

Aree tematiche di Windoweb
Segnala un sito © 1999-2014 Tutti i diritti riservati invia le tue foto : foto@windoweb.it
contattaci :redazione@windoweb.it