logo windoweb


corrente Espressionismo

corrente artistica Espressionismo

Torna alla Home Page enciclopedica di

L'Espressionismo è una corrente artistica forte ed intensa che nasce attorno al 1905 in Francia con i Fauves, Le Belve ed in Germania con il gruppo Die Brücke, Il Ponte in opposizione all'Impressionismo.Vincent Van Gogh - Autoritratto 1889 corrente Espressionismo

L'Espressionismo non riguarda solo le arti figurative, ma anche letteratura, musica, teatro, scenografia ed architettura.

Le differenze tra i due movimenti sono sostanziali e profonde.

L’Impressionismo è legato alla realtà esteriore cogliendone gli effetti luministici e coloristici che rendono piacevole e interessante uno sguardo sul mondo esterno.

L’Espressionismo, rifiuta il concetto di una pittura tesa al piacere del senso della vista, spostando la visione dall’occhio all’interiorità più profonda dell’animo umano.

L’Impressionismo ha un atteggiamento positivo nei confronti della vita, rappresentando il bello e la gioia di vivere.

L’atteggiamento dell’Espressionismo è invece profondamente drammatico. L'artista espressionista quando guarda dentro di sé trova l’angoscia, se guarda dentro gli altri vede la bruttura mascherata dall’ipocrisia borghese.

Da un punto di vista stilistico, la pittura espressionista nasce soprattutto dalle tele di Vincent Van Gogh e da quelle di Paul Gauguin, che sottolineano le loro esperienze emozionali e spirituali della vita, con colori forti e pennellate violente.Paul Gauguin - Donne bretoni 1894 corrente Espressionismo

Anche se l'Espressionismo si propone come il contrario dell'Impressionismo, entrambi sono movimenti ”realisti” che impongono al pittore il rispetto della realtà.

Il termine Espressionismo appare nel 1911 in un saggio pubblicato nella rivista "Der Sturm" e viene utilizzato per definire la pittura dei "Fauves" in Francia e dei componenti del gruppo "Die Brücke" in Germania.

Del gruppo dei Fauves fece parte anche Georges Braque, che in seguito si dedicherà con Pablo Picasso alla ricerca cubista.

Per i pittori espressionisti Fauves, il colore è il vero protagonista dell'immaginee deve essere usato con pennellate grosse e ben evidenti.
Hanri Matisse - La stanza rossa 1908-1909 corrente Espressionismo
Nei dipinti dei Fauves non ci sono gradazioni di colore e sfumature per creare le ombre ed il volume, ma tinte fortemente contrastanti.

L'Espressionismo nei Fauves si ispira all'arte primitiva, ritenuta più vera, spontanea ed istintiva, ma non ha un programma ben definito.

Il pittore, scultore ed incisore
Hanri Matisse, è uno dei maggiori esponenti della corrente, distinguendosi per la propria originale ricerca espressiva .


Eduard Munch - The scream 1893 corrente Espressionismo
Proveniente da esperienze artistiche di natura Impressionista, dall'inizio del 1900 la sua pittura lo porta, nella ricerca del senso del movimento, all'utilizzo di tinte forti, aspirando ad una pittura che esprima serenità attraverso la "semplificazione delle idee e delle forme".


Il pittore più espressionista fra gli espressionisti è certamente Eduard Munch dalla personalità artistica ispirata, oppresso dalla convinzione che sull'umanità pesi un destino tragico e ineluttabile.

Nella sua opera più conosciuta, “Il grido” sembra che anche la natura partecipi al dolore dell'uomo, impotente come lei di fronte alle tragedie.




L'Espressionismo tedesco, raccolto nel gruppo "Die Brücke", costituito a Dresda nel 1905 e sciolto a Berlino nel 1911, utilizza l'immagine come forma di denuncia politica e sociale.
I soggetti prediletti sono gli emarginati e la gente comune.
Ernst Kirchner - Combats 1915 corrente Espressionismo
Fra i principali esponenti dell'Espressionismo tedesco sono i pittori Ernst Kirchner, Erich Heckel, Emil Nolde, che elaborano in forme originali le influenze avute dal loro ambiente artistico romanico e gotico.

I colori densi, che sembrano incrostati sulla tela, danno una spiacevole sensazione che si lega alla bruttezza ed al degrado umano.

Die Brücke recupera l'arte dei primitivi riutilizzando le tecniche ed i materiali della tradizione popolare tedesca.

Kirchner si evidenzia come il maggior esponente del gruppo e si considera un rivoluzionario come Otto Dix e George Grosz, che esprimono la loro protesta contro la società che sta preparando la Seconda Guerra Mondiale.

Anche due artisti austriaci, Oscar Kokoschka e Schiele, contribuiscono allo sviluppo del movimento espressionista; le opere della corrente hanno un tale impatto emotivo da rappresentare un pericolo per il regime nazista che obbliga alcuni pittori espressionisti a smettere di dipingere o ad emigrare negli Stati Uniti.


Bruno Cassinari -  Il Limone corrente Espressionismo
In Italia sono assimilabili alla corrente Espressionista la Scuola Romana e il gruppo Corrente del 1938.

Del gruppo Corrente fanno parte
Renato Guttuso, Aligi Sassu, Giuseppe Migneco, Ernesto Treccani e Bruno Cassinari.







Otto Dix  - La giornalista 1926 corrente Espressionismo

I colori, (che gli espressionisti diluiscono con la benzina), permettono una stesura rapida, grazie all'immediata essiccazione del colore, con tratti nervosi, e brevi, fatti in punta di pennello.

I temi rappresentati sono solitamente presi dalla vita e dalla strada, l’opera non si pone l'obiettivo di riprodurre l'immagine, ma di materializzarla direttamente sulla tela, il pittore è autorizzato a scegliere il colore secondo il criterio della verosimiglianza, ma nella massima libertà, a seconda del significato che egli stesso attribuisce al colore.

Realizzano un linguaggio dai toni fortemente emotivi, da colori vivaci e da contrasti cromatici violenti, fatto di segni incisivi ,che lo rendono fortemente aggressivo, grazie ai contorni semplificati e pesanti e ad aspre deformazioni della figura, sciolta da qualsiasi riferimento naturalistico e tesa ad esplorare i territori del "brutto", una deformazione che esprime formalmente la pressione che l'artista esercita sulla realtà, per farne sgorgare l'essenza interiore, spesso nascosta.

Nella elaborazione della nuova teoria, gli artisti riversano l'apprezzamento per la pittura di van Gogh, Gauguin, Rousseau, Munch, Matisse, Combinato con la conoscenza della scultura africana e polinesiana, espressioni di un'arte genuina e pura, ricca di motivi di bellezza Primitiva.

Erich Heckel - Rote Haeuser 1908  corrente Espressionismo


Quindi la pittura de "IL PONTE" si è caratterizzata da:
• l'alterazione dello spazio e della prospettiva,
• il taglio particolare del quadro, volto a sottolineare l'effetto emozionale,
• la definizione di contorni netti e taglienti, spesso evidenziati da tratti di nero,
• l'impiego di tinte forti e contrastanti, non mescolate, date con stesure piane.

Nelle composizioni domina spesso la figura umana, sotto forma di nudi e bagnanti.

Compaiono spesso anche paesaggi, scene cittadine, interni.

Molti artisti del gruppo si dedicano all'incisione, soprattutto xilografica, perché ritengono che questa forma artistica esprima con particolare vigore la fatica del gesto, anche nella creazione dell'opera d'arte, in un'ideale continuità con l'antica tradizione popolare tedesca delle stampe.

DüREREmil Nolde (Emil Hansen) - Christus  und die Sünderin), 1926 corrente Espressionismo

Con il trasferimento a Berlino di Kirchner, nel 1911, ed in seguito degli altri artisti del "IL PONTE", si apre un secondo periodo, nel quale si disgrega l'iniziale uniformità stilistica, che aveva caratterizzato il gruppo ; ogni artista realizza un suo stile personale.

Nel 1913 sono maturi i tempi per lo scioglimento de "IL PONTE", scioglimento che coincide con lo scoppio della prima guerra mondiale, salutata con entusiasmo dagli stessi artisti come mezzo catartico di rinnovamento spirituale , senza che percepissero la portata tragica delle conseguenze belliche.



Argomenti Correlati
Foto Arte
Foto Arte
Correnti Artistiche
Correnti Artistiche
Pittori e scultori stranieri
Pittori e scultori stranieri
Menu Arte
Menu Arte



Aree tematiche di Windoweb
Segnala un sito © 1999-2014 Tutti i diritti riservati invia le tue foto : foto@windoweb.it
contattaci :redazione@windoweb.it