logo windoweb


corrente Transrealismo

corrente artistica Transrealismo

Torna alla Home Page enciclopedica di

Le Origini del Transrealismo
Zsuzsa Mathe corrente Transrealismo
Legata alla fine del IXX secolo ed all'inizio del Terzo Millenio la corrente del Transrealismo, pur inglobando in se le esperienze delle più avanzate espressioni artistiche osserva e interpreta la realtà con il desiderio di riscoprire guardando con occhi nuovi la realtà trasfigurata e trasfigurabile dai nuovi mezzi di comunicazione ormai a portata di tutti.

Il Neorealismo nasce in America, nel campo della letteratura, attraverso lo scrittore Rudy Rucker che nei suoi libri di fantascienza introduce elementi reali legati alla matematica, alle scienze moderne ed alla robotica.

Passando dalla letteratura alla pittura il Transrealismo porta con se l'elemento visionario ed immaginario capace di trasfigurare la realtà, rivolgendosi ad un pubblico non completamente a digiuno della Storia dell'Arte, senza disdegnare gli esperti che sapranno decifrare le parti più complesse contenute nelle opere stesse.

Il Transrealismo in Europa
Yves Klein corrente Transrealismo
In Europa, dopo la seconda Guerra Mondiale,
 si affermarono pittori che, trascurando l'informale cominciarono ad esprimersi in varie forme di realismo.
Il Critico d'arte Pierre Restany nel 1960 conia il termine “Nouveau

 Réalisme” per designare un gruppo di artisti europei, coalizzati intorno a Yves Klein nel corso di una mostra collettiva nella Galleria Apollinaire a Milano.

Nouveau Realisme è stata la risposta europea a quella americana Neo-Dada di Fluxus e alla Pop Art, sottolineando che l'artista non si deve accontentare di dipingere ciò che appare in realtà, ma cercare di cogliere sempre altre immagini, sotto o sopra, la superficie del reale.

Yves Klein, ad esempio inventerà Anthropometries ottenute dipingendo il corpo della modella e ottenendo le sue opere usando la modella come timbro.

Verso il Transrealismo in Italia
Alberto Savinio
Negli anni Sessanta del secolo scorso, in Italia si stava affermando, felicemente accolto dal pubblico le nuove espressioni di Realismo: realismo magico, realismo ideologico, realismo psicologico, realismo esistenziale, realismo visionario trainati dalla letteratura e dall'industria cinematografica che con il Neorealismo aveva trovato il nuovo soggetto legato alla socialità.

Le mostre collettive e personali che accolgono i massimi consensi, presentano lavori firmati da Valerio Adami, Enrico Baj, Fabrizio Clerici, Carlo Cattaneo, Leonardo Cremonini, Ennio Calabria, Mario Ceroli, Piero Guccione, Titina Maselli, Renato Manbor, Ugo Nespolo, Aldo Mondino, Alberto Sughi, Valerio Trubbiani, Giuliano Vangi e Giuseppe Zigaina legati ai vari Realismi.

Da Gottuso a Guadagnuolo

Nel 1987, muore Renato Guttuso che aveva impersonato per decenni il massimo pittore realista italiano: Guttuso concepiva la pittura come discorso e giudizio sulla realtà, figurativa, per essere facilmente accessibile a tutti.

 il mondo artistico cercò il suo successore.
 Ma non era una cosa facile:il Maestro non aveva allievi.
In Italia, verso la fine degli anni Settanta si stava facendo strada un personaggio molto complesso, pittore, incisore, scrittore e poeta, con una filosofia personalissima sul compito dell'artista nel mondo moderno: Francesco Guadagnuolo.

Il messaggio passa ai giovani pittori alla ricerca del loro modo di dipingere o creare: l'essenza del transrealismo è quello di scrivere sulla vita reale in termini fantastici.

Transrealismo di Guadagnuolo


Il Maestro  investe, con il suo Transrealismo, non solo il senso dell'opera che deve essere leggibile da tutti, ma anche la tecnica usata.

L'Artista deve conoscere e saper usare con destrezza gli strumenti dell'arte necessari per esprimere e trasmettere il suo messaggio.
corrente Transrealismo

Per questo Guadagnuolo scrive libri che hanno per oggetto e soggetto l'arte.

A sostenere entusiasticamente le teorie del pittore è il critico d'arte Antonio Gasbarrini, che presentando il libro di Guadagnuolo “L’idea di “visionario”.

Dalla 3D alla RV“ pubblicato da Angelus Novus, L’Aquila 1995, accosta il termine Transrealismo, a Visionario, a 3D (visione tridimensionale) a RV (realtà virtuale), sottolineando che per essere meglio compresa ed accettata, la realtà della vita moderna vada trasfigurata.




Argomenti Correlati
Foto Arte
Foto Arte
Correnti Artistiche
Correnti Artistiche

Menu Francesco Guadagnuolo
Menu Arte
Menu Arte



Aree tematiche di Windoweb
Segnala un sito © 1999-2014 Tutti i diritti riservati invia le tue foto : foto@windoweb.it
contattaci :redazione@windoweb.it