Biografia Dutch Schultz



logo windoweb


Biografia Dutch Schultz

"Biografia del Boss della Mafia Ebrea Dutch Schultz"
"IL Re di New York - Nemico Pubblico N° 1"

Biografia inviata da Fabio Raina

OFFERTE AMAZON

Foto gratis

Cultura Personaggi storici







Arthur Simon Flegenheimer, in arte Dutch Schultz, nasce il 6 agosto 1902 a New York City.

E' da ritenersi l'ultimo boss indipendente da cosa nostra e unico padrino della mafia ebrea.

Fratello maggiore della piccola Lucy e figlio di Emma, vengono abbandonati nella miseria dal padre nonché marito.

All'età di 17 anni, entra nella "The Frog Hollow Gang", la più spietata banda criminale di minorenni del Bronx, arrestato per furto viene condannato a 15 mesi di carcere minorile, dove si guadagna il sopranome d'onorificenza di Dutch Schultz.

Nel 1921, costituisce una sua banda specializzata in furti con scasso e aggressioni.

A partire dal 1925 ottiene con soldi e violenza il controllo di numerosi rackets : dalle lotterie clandestine alla prostituzione d'alto borgo, dai night club (dove spiccano i due "gioielli" come il Cotton Club e il Savoy Club) alle scommesse sui cavalli, diventando il padrone di diverse banche, grattacieli e di cinque case cinematografiche.

L'attore James Cagney è un Suo protetto (ma anche grande ballerino), e all'età di 20 anni si esibisce al Cotton Club, in seguito diventando attore interpreta ruoli di gangster imitando il suo idolo che lo ha fatto entrare con successo nel mondo del cinema, vale a dire il Suo Padrino Dutch Schultz.

Ma altri attori hanno molto successo nel mondo del cinema grazie alla Sua intercessione, e sono : Humhprey Bogart, Shirley Temple, George Raft e Paul Muni grande attore, ma che riesce a ottenere il ruolo principale nel film "Scarface" del 1932, proprio da Arthur Simon Flegenheimer in arte Dutch Schultz, nello stesso film George Raft interpreta un ruolo importante.

L'olandese impone con metodi feroci : liquori e birra verde, e chi non paga le tasse e la protezione (imposta con la forza) viene fatto sfregiare con il vetriolo.

Il 15 ottobre 1928, il suo braccio destro Joey Noe viene ucciso, Schultz capisce che il mandante è il boss irlandese Jack "Legs" Diamond, agganciato alla mafia italiana.

Il 24 novembre Arnold Rothstein, viene colpito mortalmente al "Park Central Hotel", colpevole di essere il sicario di Noe.

Nello stesso anno L'Olandese, viene a conoscenza che Joe Rock braccio destro di Frank Costello possiede 42 locali notturni in tutta New York, e che per ordine della mafia italiana ha cercato di assassinarlo con l'aiuto di tre suoi "dipendenti".

Questa situazione rende Dutch Schultz furioso, e manda Abe Weinberg (suo braccio destro) con altri otto uomini nell'abitazione di Joe Rock (dove compiono una vera strage), ammazzando sette bodyguard e catturando Rock.

Dopo un' ora arriva Dutch Schultz, che aiutato dai Suoi uomini lo picchiano senza pietà, per poi appenderlo a un gancio di macelleria attraverso i pollici.

L'Olandese infine gli benda gli occhi spalmata di gonorrea, lasciandolo penzolare. Poco dopo essere stato torturato Joe Rock diventa cieco.

In seguito l' Olandese si impossessa di tutte le Sue proprietà.
Nel 1929 si sposa Frances Flegenheimer (il vero cognonome di Dutch Schultz) una donna calma, senza pretese. Sua moglie si rivela una coniuge tollerante, che non ha mai interferito con le imprese illegali e letali del marito.

Nello stesso anno il Suo impero và a occupare tutta New York, eliminando il fratello di Frank Costello, e molti Boss affiliati alla Mafia Italiana : tra cui i fratelli Shapiro e i fratelli Amberg imparentati con Mayer Lansky.

Dutch Schultz alle sue dipendenze impiega 200 uomini armati di tutte le nazionalità : Italiani (Camorristi), Afroamericani, Cinesi , Irlandesi, Tedeschi e donne killer.

Il Suo guadagno annuo si aggira tra 300 e 350 milioni di dollari all'anno.

In quegli anni diventa "The King of New York", terminologia usata per indicare il boss della malavita più potente e carismatico della città (e non solo).

Dutch Schultz è uno psicopatico, il suo volto è sempre colorito di un giallo indefinibile, cambia umore dalla mattina alla sera e spara come pochi sanno fare.

I suoi ordini sono semplici: non fare domande, eseguire gli incarichi con precisione e soprattutto osservare, ascoltare e tenersi sempre aggiornato.

Tra gli anni 1930 e 1931 si impossessa del quartiere di Harlem, sbarazzandosi del boss Ciro Terranova.

In quel periodo a New York "esistevano due Boss con il nome e cognome di Ciro Terranova". Il primo (assassinato dagli uomini alle dipendenze dell'Olandese) era molto amico di Al Capone.

Il secondo si tolse la vita molti anni dopo.

Nell'agosto 1931, scampa al quattordicesimo attentato (in totale ne subirà 38), commissionato da Jack "Legs" Diamond e il boss della mafia italiana Salvatore Maranzano.

Il 10 settembre tramite la sua gang, elimina "il capo di tutti i capi" Salvatore Maranzano (in questo modo viene chiamato, il boss indiscusso di cosa nostra), e due mesi dopo Diamond viene freddato con altri gangster alle sue dipendenze.

Nello stesso anno Vincent "Mad Dog" Coll, si stacca dal suo impero, dando vita a organizzazioni rivali e attentando alla vita dell'Olandese, che viene sfiorato da numerose pallottole, ma invece di colpire il bersaglio desiderato, uccide una bambina di tre anni. Schultz fà mettere una taglia di 10.000 dollari, Vincent Coll viene eliminato.

Dutch Schultz è un uomo ricco tanto quanto l'industriale John Davison Rockfeller, in quanto come Rockfeller possiede un patrimonio che supera il miliardo di dollari, quindi Dutch Schultz (in quel periodo) è da considerarsi uno dei due uomini più ricchi degli Stati Uniti D'America, e tra i primi 10 al mondo.

Nel 1933 durante una riunione del sindacato del crimine, dichiara di lasciare l'organizzazione per fondarne una tutto sua, in quanto è il boss più potente e ricco di New York e giudica sbagliato mettere in circolazione la cocaina, perchè rovina per sempre bambini e ragazzi.

Cosa nostra (per la prima volta nella sua storia) si sente inferiore al potere che l'Olandese esercita su tutta New York.

Viene anche criticato dalla mafia italiana, perchè compra il suo abbigliamento nei grandi magazzini per pochi dollari (in realtà sono vestiti molto belli che non sono firmati, e costano molto meno) invece di usare vestiti firmati e fatti su misura.

L'olandese è un uomo avaro, ma possiede diversi appartamenti e case arredate in stile antico con mobili e quadri di grandi artisti importati dall'Europa, e una casa bellissima a Manhattan con Yacht lussuoso pronto per un'eventuale fuga.

L'Olandese risponde alle critiche chiamandole "assurde", aggiungendo un Sua opinione apparsa in diverse testate giornalistiche dell'epoca "Tutti conoscono la Nostra professione, non siamo brava gente ci ammazziamo ogni giorno per la strada come dei cani pazzi, e la prossima volta potrebbe toccare anche a Me come ad un'altro Boss, per quanto riguarda il Mio vestire lo ritengo giusto per il mestiere che mi ha scelto, e mi viene da ridere al solo pensiero che gente come Frank Costello, Lucky Luciano, Mayer Lansky e Vito Genovese si fanno la manicure, e si vestono con vestiti costosi e firmati come fossero delle attrici, per poi trovarsi per caso assassinati su un marciapiede oppure in qualsiasi luogo, la morte non guarda come ti vesti quando giunge la Tua ora"

La Mafia Italiana prende questa intervista come un'avvertimento mortale nei loro confronti.

Bisogna aggiungere che negli anni 20' e 30' i boss della malavita, sono i padroni indiscussi delle citta', di politici e anche di capi di stato americani, ed e' purtroppo "normale", che rilasciano interviste oppure brevi comunicati in tutte le testate giornalistiche dell'intera nazione.

Ma come dice Eliot Ness "Solo Dutch Schultz può distruggere Dutch Schultz"

Il sindaco Fiorello La Guardia assieme al procuratore distrettuale Thomas E. Dewey "L'incorrutibile" (entrambi nel libro paga della mafia italiana) durante una conferenza stampa, dichiarano Dutch Schultz come "Il Nemico Pubblico N° 1".

Thomas E. Dewey cerca d'incastrare l'Olandese per evasione fiscale (come Al Capone) in due processi. Il 29 aprile 1935 a Syracuse e il 2 agosto nella località di Malone (i due processi vengono definiti dalla stampa americana 'come i processi del secolo' ). Dutch Schultz in entrambi procedimenti viene assolto.

Schultz è circondato, il sindacato del crimine, le alte cariche politiche di New York e il Presidente degli Stati Uniti d'America lo vogliono morto, anche per prendergli il Suo incredibile tesoro di dollari.

Eliot Ness è contrario, affermando che se non si "aiuta" L'Olandese, la mafia italiana diventerà più forte e incontrollabile.
Il 5 settembre 1935, Abe Weinberg (suo vice), viene fatto sparire con un cappotto di cemento, in quanto lo tradisce con Cosa nostra.

Il 23 Ottobre 1935 a Newark nella periferia di New York City, alle ore 22.30 di sera, il boss Dutch Schultz, il contabile Otto "aba dada" Berman e i suoi bodyguard Abe Landau e Lulu Rosenkrantz, nel bar night "Palace Chop House" vengono colti di sorpresa da nove sicari; Schultz in quell'istante, si trova in una stanza attigua, apre le semiporte girevoli e uccide con le sue due pistole calibro 45 quattro killer ferendone altri tre, una seconda squadra di sicari entra dentro il locale e Schultz viene colpito con tre colpi, due al torace e uno alla schiena.

Berman e Landau muoiono sul colpo, Rosenkrantz spira dopo ore di agonia, Dutch Schultz muore dopo 20 ore, il 24 ottobre 1935.

Una persona molto vicina a Dutch Schultz ha tradito.

Tutto era pronto, per eliminare il giorno seguente : il Procuratore Distrettuale Thomas E. Dewey, il Sindaco di New York Fiorello La Guardia e il Boss di cosa nostra Frank Costello, in tre diversi precisi momenti.

Sulla storia dell'Olandese sono stati girati molti film e scritto diversi libri, ma sia le sceneggiature che i racconti mostrano gravissime e inspiegabili lacune rispetto alla realtà.

Assieme a John Gotti, Al Capone e Lucky Luciano (che in realtà agiva su comando di Frank Costello), Dutch Schultz è considerato negli Stati Uniti D'America tra i boss più potenti e spietati nella storia della malavita organizzata.

Anno 2010, Dutch Schultz viene considerato dal F.B.I. il più potente Boss della malavita organizzata del secolo.

Il Suo tesoro di 700 milioni di dollari non è ancora stato trovato, nonostante siano state effettuate diverse ricerche dalla mafia italiana, dai politici e da ricercatori indipendenti.

L'unico lascito in denaro, è stato effettuato con quattro milioni di dollari alla Sua madre di nome Emma eseguito in modo regolare, in maniera che speculatori non potevano riprenderli.
Clicca qui per vedere tutti i libri su Dutch Schultz







Fai un viaggio Virtuale nella mappa del Globo di Windoweb


Segnala un sito redazione@windoweb.it
© 1999-2014
Tutti i diritti riservati
Invia le tue foto o i documenti che vuoi pubblicare