Biografia Winston Churchill

logo windoweb


Biografia Winston Churchill

OFFERTE AMAZON

Foto gratis Cultura Personaggi Storici







Sir Winston Churchill Leonard Spencer, nasce il 30 novembre 1874 a Blenheim Palace nello Oxfordshire e muore il 24 gennaio 1965 a Londra.

Churchill discendente dalla famiglia dei duchi di Mariborough, figlio del politico conservatore Randolph Churchill, si educa nel famoso collegio di Harrow e poi alla scuola per allievi ufficiali di Sandhurst.

Dopo un breve periodo di carriera militare Churchill partecipa dal 1895 alla guerra contro i Boeri, in cui cade prigioniero riuscendo poi a fuggire avventurosamente.

Nel 1900 viene eletto alla Camera dei Comuni, a cui appartiene con una breve interruzione dal 1922 al '24, ma poi continuativamente per 64 anni.

Rappresenta il partito conservatore ma poi successivamente passa ai liberali nel 1904 e diventa
sottosegretario di stato per le colonie dal 1905 al'08, ministro del commercio dal 1908 al '10, ministro degli interni dal 1910 al '11 e infine primo lord dell'ammiragliato dal 1911 al 15 nei ministeri Campbell Bannerman e Asquith.





Churchill è fautore di una politica di riconciliazione con i Boeri, promuove una legislazione di riforma
sociale, ed è un energico organizzatore per la costruzione e la modernizzazione della flotta inglese.

Allo scoppio della prima guerra mondiale gode della reputazione di più giovane e più importante uomo politico, insieme all' amico Lloyd George.

Il fallimento della spedizione dei Dardanelli, da Churchill imposta a un gabinetto non unitario nel febbraio-marzo 1915, porta la sua stella politica a spegnersi rapidamente.

Nel 1917 viene richiamato dal servizio al fronte da Lloyd George e incaricato della guida del
ministero degli Approvvigionamenti del 1917 al '19 e poi del ministero dell'Esercito e dell'aeronautica dal 1919 al '21.

Churchill è promotore dell'intervento britannico nella guerra civile russa nel 1917, entrando in contrasto con Lloyd George.

Nel febbraio 1921 da ministro dell'Esercito assume il ministero delle Colonie dal 1921 al '22.
Nella lotta elettorale del 1922 Churchill viene sconfitto dal suo avversario socialista nel collegio elettorale, e incolpato della sconfitta della politica inglese verso la Russia.

Sembra odiato dal partito laburista, osteggiato dai liberali e rinnegato dai conservatori.

Invece il premier conservatore Baldwin affida a Churchill nel 1924 il più importante dei ministeri britannici, nominandolo Cancelliere dello Scacchiere.

La re istituzione dello standard aureo è la più importante misura del suo periodo di carica dal 1924 al '29.

Nel decennio dal 1929 allo scoppio della seconda guerra mondiale Churchill, che nel '24 è rientrato tra i conservatori, entra in contrasto con la politica ufficiale del suo partito, ma questo non impedisce la sua partecipazione al governo.





Allo scoppio della guerra, viene nominato primo lord dell'ammiragliato, dopo la sconfitta britannica in Norvegia e sotto la spinta dell'opinione pubblica e della cooperazione parlamentare, diventa primo ministro e ministro della Difesa di un nuovo governo di coalizione nel maggio del 1940.

I discorsi trascinanti di Churchill e il suo valore personale lo consacrarono, dopo il crollo della Francia, come simbolo della volontà di resistenza inglese.

I progetti di Churchill e la sua energia nella mobilitazione delle forze nazionali caratterizzarono il contributo britannico alla guerra e la politica britannica degli anni 40-45 con il marchio della sua
personalità e hanno contribuito in modo decisivo alla vittoria finale degli alleati.

Una proposta di Churchill viene rifiutata da Stalin e Roosevelt di rovesciare il fronte tedesco da sud con una offensiva nei Balcani, mira tra l'altro a una difesa dei Paesi balcanici dall'influenza russa.
Si oppone alla spartizione della Germania, decisa nella conferenza di Yalta nel febbraio del 1945.

Capo dell'opposizione dal 45 al 51 dopo la sconfitta elettorale conservatrice del luglio 1945, con i suoi discorsi a Fulton il 5 marzo 1946 e a Zurigo del 19 settembre 1946, da una spinta essenziale alla creazione del sistema di difesa atlantico e alla formazione del Consiglio d'Europa.

Nel 1951 a 76 anni, è nuovamente alla guida del suo Paese.

Onorato dal popolo e rispettato da tutti i partiti, nel 1955 Churchill si ritira dalla vita politica attiva.




Nonostante le molte contraddizioni della sua carriera, la grandezza della sua personalità dinamica e la genialità di molti suoi progetti non vengono contestati nemmeno dai suoi avversari politici.

Nelle sue importanti opere storiche scrive biografie di Mariborough e di Randolph Churchill, una
« Storia dei popoli di lingua inglese » in 4 volumi, e la « Storia della seconda guerra mondiale ») da una ampia dimostrazione del suo pensiero e una chiave della sua politica.

Nel 1953 Churchill riceve il premio Nobel per la letteratura.

Clicca qui per vedere tutti i libri su Winston Churchill







Fai un viaggio Virtuale nella mappa del Globo di Windoweb

Winston Churchill
Segnala un sito redazione@windoweb.it
© 1999-2014
Tutti i diritti riservati
Invia le tue foto o i documenti che vuoi pubblicare