logo windoweb
link sponsorizzati


coltivare Lattuga cappuccio

coltivare Lattuga cappuccio

Lactuca sativa vatietà capitata Famiglia compositae

Torna alla Home Page enciclopedica di

link sponsorizzati
link sponsorizzati
link sponsorizzati
 
Scheda descrittiva pianta Lattuga cappuccio

coltivare Lattuga cappuccioLa lattuga cappuccio in questa diffusissima varietà (chiamata anche cappuccina) le foglie sono arrotondate, larghe, con margine intero ondulato frastagliato in alcune cultivar e la lamina corrugata fra le nervature secondarie.

Tranne quelle basali più o meno espanse, divengono man mano più appressate e incappucciate nella parte centrale del cespo, provvedendo a un autoimbianchimento naturale, e il loro colore varia così dal verde più o meno chiaro al bianco verdastro.

Ve ne sono però dei tipi in cui la compattezza è assai scarsa e il cespo rimane piuttosto aperto; le loro foglie, di tessitura più consistente e meno setosa, sono più strette e presentano spesso sfumature di colore rossastro o bruno ai margini, fino ad assumere una tinta del tutto rossa.

Si tratta probabilmente di selezioni ottenute per incroci con la varietà atrorubens, più resistente, e infatti sono quasi tutte adatte per la produzione estivo-autunnale.

Tra le moltissime cultivar vi sono: "Meraviglia delle quattro stagioni" adatta per la produzione sull'intero arco dell'anno, grosso cespo con foglie rosso vinato, seme nero.

Per le semine di fine inverno: "Regina di maggio" con foglie verde chiaro, rosate ai margini, a seme bianco; "Kagraner" con palla compatta, verde chiaro, a seme nero.
coltivare Lattuga cappuccio
Per le semine primaverili estive: "Batavia bionda" con cespo serrato e foglie frangiate, seme bianco (ne esiste una qualità con margine rossastro); "Cavolo di Napoli verde" con grosso cespo compatto, seme bianco; "Trocadero" o "Preferita'' con seme nero, di media grandezza, sfumata in roseo.

Per le semine di agosto: "Great Lakes" cespo compatto e voluminoso con foglie crespate e frastagliate, seme bianco, resistente al calore, lentissima a montare a seme.

Di questa cultivar esistono molti tipi, parecchi dei quali sono esenti da virosi.

Come si è detto, le cultivar sono moltissime e ne esistono di quelle precoci o tardive rispetto a tale schema che è quello, semplificato, per la coltivazione in piena terra nel clima medio dell'Italia centrale.

In climi più miti o più rigidi, o in coltivazione forzata, le semine devono essere spostate di conseguenza, ed è bene attenersi alle indicazioni dei produttori locali di sementi.

Il terreno per la coltura delle lattughe deve essere fresco, a reazione neutra o leggermente alcalina, ben preparato e concimato con letame e fertilizzanti sia fosfopotassici che azotati.

Nei suoli troppo acidi sarà bene incorporare un certo quantitativo di calciocianamide.

Poiché lo sviluppo delle piante è strettamente legato alla lunghezza della luce del giorno che, quando è massima, determina una precoce fioritura, mentre quando è ridotta incrementa la produzione di foglie con internodi brevissimi e quindi cespi ben compatti, si sceglieranno per lo sviluppo estivo le cultivar specialmente selezionate e indicate come "lente a montare"
coltivare Lattuga cappuccio
La semina si fa scalarmente (da gennaio a febbraio per il prodotto primaverile, da marzo a giugno per quello estivo e in agosto-settembre per quello invernale) ed è, naturalmente, anticipata o posticipata a seconda della zona climatica.

I semi, molto piccoli, vengono di solito mescolati a sabbia per permettere una distribuzione maggiormente uniforme e almeno fino alla scomparsa dei geli, sparsi su substrato concimato e perfettamente drenato in semenzaio o cassone.

Il trapianto (o la rimpiolatura per le semine molto anticipate) si effettua circa un mese dopo la semina. La messa a dimora deve avvenire in file distanti circa 40 cm, lasciando 30 cm tra una piantina e l'altra.

In primavera-estate la semina può essere fatta in piena terra, diradando opportunamente in più riprese fino a ottenere tra le piante la distanza voluta.

Tuttavia, per una produzione limitata, anche in queste stagioni la semina in semenzaio è da preferirsi, in quanto permette di mantenere l'umidità ottimale per la germinazione e la distribuzione di concimi liquidi che irrobustiranno le piantine fin dall'inizio.

La raccolta avverrà circa tre mesi dopo la semina, e durante lo sviluppo occorre praticare come al solito scerbature, sarchiature, distribuzione di concimi fosfopotassici in copertura, nonché irrigare opportunamente durante il periodo asciutto.
coltivare Lattuga cappuccio
Le lattughe, come l'indivia, possono essere colpite dalla peronospora, dal mosaico e da alcune altre virosi.

Sono in commercio semi prodotti da piante robuste e appositamente selezionate, resistenti alla malattie, che, tuttavia, se appaiono, sono combattute, con incerta fortuna, per mezzo di prodotti a base di rame o cuprorganici.

I parassiti animali, come gli afidi, vengono distrutti con irrorazioni di prodotti a base di nicotina, mentre le lumache, che possono essere dannosissime, richiedono l'impiego di esche avvelenate a base di metaldeide.

La lattuga a cappuccio è normalmente usata come insalata, particolarmente quella ben incappucciata, tenera e bianca.

Tuttavia se ne può fare un ottimo piatto caldo che, anche se richiede un po' di pazienza, è diverso dalle solite verdure insaporite.

I cespi di lattuga devono essere anzitutto ben lavati e sbollentati per qualche minuto, quindi posti in una teglia (è meglio legare i cespi) su di un battuto fatto con cipolla, carota, sedano e lardo o pancetta, insieme a un po' di burro.
coltivare Lattuga cappuccio
Si coprono di brodo e quando illiquido comincerà a bollire, si mette la teglia in forno fino a cottura completa; il tempo di cottura varia a seconda del tipo più o meno tenero di lattuga, ma dovrebbe oscillare tra i 25 e i 45 minuti.

Si preparerà intanto una salsa con un po' di farina, fatta tostare nel burro, alla quale si aggiunge una tazza di brodo mescolando finché la farina non sia cotta, e aggiungendo poi fuori dal fuoco due tuorli d'uovo battuti con sugo di limone, sale e pepe, poco per volta per non far rapprendere i tuorli.

Quando la lattuga è cotta si slega, si taglia in due per illungo ogni cespo, visi versa sopra il fondo di cottura della teglia e si spalma su ogni mezzo cespo la salsa.

Si può contornare con crostini fritti su ognuno dei quali, volendo, si appoggerà un uovo fritto.

Libri e oggetti con tema Lattuga cappuccio
 
link sponsorizzati
link sponsorizzati

link sponsorizzati

Argomenti Correlati

Orto
Foto Ambiente per sfondi desktop
Indice Ambiente
Piante e Erbe Medicinali
Piante e Erbe Medicinali
Piante Velenose
Piante Velenose
Schede fiori selvatici
Fiori Selvatici
Fiori da Giardino
Fiori da Giardino
Ricette
Ricette
Foto Natura
Foto Natura
Piante Appartamento
Piante Appartamento

Giardinaggio

 
link sponsorizzati


 


 

Aree tematiche di Windoweb
Segnala un sito © 1999-2014 Tutti i diritti riservati invia le tue foto : foto@windoweb.it
contattaci :redazione@windoweb.it