logo windoweb
link sponsorizzati


Gelsomino

coltivazione Gelsomino

Jasminum, rampicante perenne da vaso e da giardino

Torna alla Home Page enciclopedica di

link sponsorizzati
link sponsorizzati
link sponsorizzati
Gelsomino
I Gelsomini appartengono alla famiglia delle Oleacee che vantano circa 300 varietà.

C'è chi dice che provengano dalle Indie orientali, importati dai navigatori spagnoli nel 1500, ma ci sono prove per cui in Italia era già conosciuto dal 1300.

In ogni caso il gelsomino ora più comune è una pianta rampicante, sempreverde, che produce fiorellini bianchi che profuma in modo particolare di notte.

Molto diffuso è il gelsomino giallo, detto "Gelsomino di San Giuseppe", che fiorisce in inverno su rami nudi in allegre cascate.

In Liguria è largamente coltivato per produrre l'essenza che viene usata in profumeria.

Il Trachelospermum jasminoides, pianta originaria della Cina e del Giappone, non è un vero gelsomino, ma gli assomiglia moltissimo: è sempreverde, profumatissimo, fiorisce in primavera con fiori solitamente bianchi, ma anche gialli o rosa, deve essere trattare con le stesse cure del vero gelsomino.

Un altro Gelsomino che gelsomino non è, è il Plumbago Carpensis con bei fiorellini azzurri, da coltivare come un normale gelsomino, ma soffre più degli altri per il gelo.
Coltivazione e cura del Gelsomino
Esposizione
Nelle regioni centro-meridionali la coltivazione dei gelsomini non ha alcun problema. Il gelsomino preferisce posizioni con il sole diretto per almeno qualche ora al giorno.
Nelle località più fredde, basta riparare le radici con paglia o una ricca pacciamatura. Se a causa di forti gelate i rami seccano, basta tagliare alla base la pianta per vederla buttare nuovi rami.
Coltivazione
I gelsomini si adattano a qualsiasi terreno, purchè sia ricco di umus e può essere messo a dimora da ottobre ad aprile, secondo la località.
Si accontentano della pioggia, le irrigazioni vanno fatte solo in caso di prolungati periodi di siccità.
Potatura
Dopo il periodo di riposo si tagliano alla base i rami vecchi e deboli. Dopo la fioritura, vanno tagliati a 5-7 centimetri dalla base i rami fioriferi di Jasminum nudiflorum e primulinum, mentre quelli di Jasminum officinale, andranno diradati ma non accorciati.
Concimazione
Somministrare regolarmente il concime, meglio se stallatico, durante la fioritura
Malattie
I gelsomini sono soggetti ad attacchi cocciniglia
Moltiplicazione
Il sistema migliore per moltiplicare un gelsomino è quello per talee di legno semimaturo.

Gelsomino
Jasminum nudiflorum - Gelsomino di san Giuseppe

Gelsomino
Jasminum primulinum

Gelsomino
Trachelospermum jasminoides

Gelsomino
Jasminum officinale

Gelsomino
Jasminum sambac

Gelsomino
Plumbago Carpensis - Gelsomino Azzurro
link sponsorizzati
link sponsorizzati

link sponsorizzati

Argomenti Correlati
Foto Natura
Foto Natura
Ricette
Ricette
Schede fiori selvatici
Fiori Selvatici
Fiori da Giardino
Fiori da Giardino
Piante Appartamento
Piante Appartamento
Orto
Orto
Piante e Erbe Medicinali
Piante e Erbe Medicinali
Piante Velenose
Piante Velenose

link sponsorizzati


 


Aree tematiche di Windoweb
Segnala un sito © 1999-2014 Tutti i diritti riservati invia le tue foto : foto@windoweb.it
contattaci :redazione@windoweb.it