logo windoweb
link sponsorizzati


Ortensia

coltivazione Ortensia - Hydrangea

Pianta perenne da giardino

Torna alla Home Page di

link sponsorizzati
link sponsorizzati
link sponsorizzati

OrtensieLe Ortensie coltivate più spesso nei nostri giardini sono l'Hydrangea macrophylla o l'Hydrangea hortensische, ma è una pianta che appartiene ad una famiglia di 80 specie con aspetto diverso, dall'arbustivo al rampicante, sempreverdi o a foglie decidue.

Il colore, variante dal bianco, al rosa, al blu, ha da sempre coinvolto gli appassionati di ortensie per scoprire qual'é l'elemento che permette, allo stesso cespuglio di ortensia, di cambiare colore.

ù
E' stato accertato che  nei terreni a reazione acida quasi tutte le ortensie assumono una colorazione azzurro-violetta, mentre nei terreni alcalini diventano rosa o lillà.

Il colore dipende dagli elementi che compongono il terreno, ma, a volte, il colore blu è il colore base di alcune varietà, come la Hydrangea macrophylla "Coerulea".

Così le Ortensie a fiore bianco, come la Hydrangea japonica e l'Hydrangea acuminata, sono assolutamente refrattarie alla composizione del terreno e non diventano mai blu.
 

Coltivazione e cura dell' Ortensia
Esposizione
L'Ortensia preferisce una posizioni da ombreggiata a semi-ombreggiate evitando il sole pomeridiano che la fa afflosciare.
Coltivazione
Grazie alla sua notevole rusticità, l'Ortensia può sopportare anche diversi gradi sotto lo zero. Le ortensie non sono piante da vaso e, dopo la prima fioritura si devono trapiantare in piena terra, in posizioni riparate.
Acqua
L'ortensia richiede molta acqua, specialmente nel periodo della fioritura, ma è sensibilissima ai ristagni, che hanno quasi sempre esito letale.
Potatura
Tagliare i fiori appassiti può portare ad una seconda fioritura.
 C'è chi consiglia di fare la potatura delle ortensie a fine estate o in autunno, ma è più sicuro potare le ortensie a metà febbraio per sfoltire la pianta ed asportando i rami più deboli.
Tagliare a metà della loro lunghezza i fusti fioriferi dell'anno precedente ed i rami secchi tagliando sopra la prima coppia di gemme.
Non si taglieranno i rami cresciuti nell'anno, facilmente riconoscibili perchè presentano alla sommità una gemma.
Moltiplicazione
La moltiplicazione delle ortensie è molto facile, si esegue dopo la fioritura, basta tagliare un rametto laterale di 8/15 cm, metterlo in terriccio tenuto umido ed all'ombra per il tempo sufficiente perchè radichi.
Terreno
Tutte le Ortensie prediligono terreni di media acidità, ma, contrariamente alle Azalee ed ai Rododendri,possono resistere bene anche in terreni neutri o anche leggermente calcarei.
Malattie
I parassiti più comuni sono gli afidi che attaccano i giovani germogli a primavera; per ovviare a questo inconveniente, basta qualche spruzzata con acqua saponata.
La pianta può soffrire per insufficiente irrigazione o per un terreno troppo calcareo.
 Una malattie piuttosto comune è il mal bianco e la cocciniglia cotonosa.
Concimazione
Nel periodo primaverile, è bene somministrare alle ortensie un concime organico ben decomposto.

Ortensia - Hydrangea macrophylla
Ortensia macrophylla

Ortensia - Hydrangea serrata
Ortensia serrata

Ortensia - Hydrangea quercifolia
Ortensia Hydrangea quercifolia

Infiorescenza di Ortensia  lacecap hydrangea
Infiorescenza di lacecap hydrangea

Ortensia - Hydrangea macrophylla 'Harry's Red'
Ortensia macrophylla Harry's Red

Ortensia a foglia variegata
Ortensia a foglia variegata

link sponsorizzati
link sponsorizzati

link sponsorizzati

Argomenti Correlati
Foto Natura
Foto Natura
Ricette
Ricette
Schede fiori selvatici
Fiori Selvatici
Fiori da Giardino
Fiori da Giardino
Piante Appartamento
Piante Appartamento
Orto
Orto
Piante e Erbe Medicinali
Piante e Erbe Medicinali
Piante Velenose
Piante Velenose

link sponsorizzati


 


Aree tematiche di Windoweb
Segnala un sito © 1999-2014 Tutti i diritti riservati invia le tue foto : foto@windoweb.it
contattaci :redazione@windoweb.it