logo windoweb
link sponsorizzati


Pianta Salvia

Pianta Salvia

Salvia pratensis L. - Fam. LABIATAE

Torna alla Home Page enciclopedica di

link sponsorizzati
link sponsorizzati
link sponsorizzati
 
Scheda descrittiva Salvia pianta medicinale officinale


Pianta SalviaDescrizione Salvia

Il nome «Salvia» deriva dal latino «salvus» cioè salute; segno questo della conoscenza più remota della pianta ed in particolar modo delle sue virtù medicamentose.

Il genere delle salvie è rappresentato da una ventina di specie distribuite un po' su tutto il territorio italiano.

Più o meno posseggono tutte gli stessi componenti utili in erboristeria; la specie però più comunemente usata, anche perché è abbondantemente coltivata, è la Salvia officinalis che cresce spontanea solo qua e là nell'Italia meridionale.

Un'altra specie molto più comune e spontanea della flora italiana è la S. pratensis, raffigurata nelle foto, comune nelle zone prative di tutta l'Italia settentrionale e centrale e meno frequente in quella meridionale.

Ha fiori azzurri che bene caratterizzano la famiglia cui appartiene la pianta, cioè le Labiate.

Sono fiori irregolari a due «labbra» di cui il superiore foggiato a falce.

La Salvia trova impiego per le sue proprietà, digestive, balsamiche, espettoranti, antisettiche.

Importante è anche la sua attività sulle funzioni intestinali e della cistifellea.

Habitat Salvia

Comune nei prati della zona sub-montana dell'Italia settentrionale e centrale.

Meno frequente nell'Italia meridionale.

Fino a 1500 m. Fioritura: Maggio-Giugno.

Tempo balsamico: Giugno.

Parti usate: Le foglie e le sommità fiorite da essiccare all'ombra.

Proprietà: Digestive, balsamiche, espettoranti, antisettiche, antinfiammatorie.

Componenti principali: Olio essenziale (contenente borneolo, canfora, cineolo) tannini, saponosidi e colina.

Preparazioni SalviaPianta Salvia

Preparazioni Decotto: (Tossifugo, sudorazione da debolezza)

Gr. 40 di foglie di Salvia bollite in un litro d'acqua per due minuti. Dopo aver filtrato berne una tazzina la sera prima di coricarsi.

Il decotto è utile se usato per sciacqui ripetuti più volte al giorno, per rinforzare le gengive deboli che sanguinano facilmente.

Vino: (Digestivo)

Mettere a macerare per 10 giorni in un litro di marsala 80 gr. di foglie di salvia e 25 gr. di radice di Genziana.

Filtrare e bere il vino al termine di ogni pasto nella dose di un bicchierino.

Nomi dialettali Salvia

Savia bastarda (Piem.),
Erba gobba (Lomb.),
Salvie salvadie (Fri.),
Jerbe dai tais (Carnia),
Erba muscatela (Em.),
Gintilgalla (Sic.).

Libri e oggetti con tema Piante Medicinali 

link sponsorizzati
link sponsorizzati

link sponsorizzati

Argomenti Correlati

Orto
Foto Ambiente per sfondi desktop
Indice Ambiente
Piante e Erbe Medicinali
Piante e Erbe Medicinali
Piante Velenose
Piante Velenose
Schede fiori selvatici
Fiori Selvatici
Fiori da Giardino
Fiori da Giardino
Ricette
Ricette
Foto Natura
Foto Natura
Piante Appartamento
Piante Appartamento

Giardinaggio

 
Aree tematiche di Windoweb
Segnala un sito © 1999-2014 Tutti i diritti riservati invia le tue foto : foto@windoweb.it
contattaci :redazione@windoweb.it