logo windoweb
link sponsorizzati


Pianta Valeriana

Pianta Valeriana

Valeriana officinalis L. - Fam. VALERIANACEAE

Torna alla Home Page enciclopedica di

link sponsorizzati
link sponsorizzati
link sponsorizzati
 
Scheda descrittiva Valeriana pianta medicinale officinale


Pianta ValerianaDescrizione Valeriana

Le notizie storiche sulla conoscenza e gli usi della Valeriana risalgono ad epoche remote; la prima risale al nono secolo ad opera di un medico egiziano, molto reputato a quei tempi, che descrisse botanicamente la specie e ne esaltò le sue virtù terapeutiche.

La sua fama di antispasmodico e sedativo della eccitabilità nervosa non si è attenuata attraverso il tempo perché a tutt'oggi l'industria farmaceutica mette in commercio preparati a base esclusivamente di estratti di Valeriana, con inalterate indicazioni.

È una pianta che vive nei luoghi umidi, nei boschi ombrosi a tutti i livelli altitudinali dalla zona marittima fino a quella montana.

Esistono altre specie congeneri come la V. tripteris che vive prevalentemente nelle zone montane dell'Italia settentrionale e centrale e la V. dioica in luoghi paludosi ed umidi, con proprietà identiche alla specie descritta.

Habitat Valeriana

Luoghi umidi, boschi ombrosi dalla zona marittima alla zona montana di tutta l'Italia compresa la Sicilia.

Fioritura: Aprile-Luglio.

Tempo balsamico: Ottobre.

Parti usate: La radice da essiccare al sole o in stufa a 40° C.

Proprietà: Sedative del sistema nervoso, antinevralgiche.

Componenti principali: Olio essenziale (costituito da acido valerianico, pinene, borneolo), resine, tannini.
Pianta Valeriana
Preparazioni Valeriana

Preparazioni Infuso: (Eccitazione nervosa, insonnia)

Mettere in infusione 1 gr. di radice ridotta in polvere in una tazza d'acqua bollente.

Filtrare, zuccherare e bere l'infuso tiepido.

Infuso composto: (Stesse indicazioni)

Mescolare le seguenti erbe sminuzzate: gr. 120 di radici di Valeriana, gr. 60 di fiori di Camomilla, gr. 20 di radice di Genziana.

Conservare la miscela in un barattolo di vetro e usarne un cucchiaino per farne un infuso con una tazza d'acqua bollente. Filtrare dopo mezz'ora e bere il liquido filtrato e zuccherato metà al mattino e metà prima di coricarsi.

Decotto: (Contusioni, ferite, piaghe)

Far bollire un litro d'acqua con 80 gr. di radice, poi filtrare il liquido e usarlo per fare degli impacchi utili a decongestionare le parti contuse.

Polvere: (Insonnia)

Da 1 a 4 gr. al giorno di radice, ridotta in polvere, messa in un'ostia.

Nomi dialettali Valeriana

Erba dij gat (Piem.),
Erba da gato (Ven.),
Valeriena (Em.),
Amantilla (Tosc.),
Limoncella (Laz.),
Vallariana (Abr.),
Baddariana (Sic.),
Ballariana (Sard.).

Libri e oggetti con tema Piante Medicinali 

link sponsorizzati
link sponsorizzati

link sponsorizzati

Argomenti Correlati

Orto
Foto Ambiente per sfondi desktop
Indice Ambiente
Piante e Erbe Medicinali
Piante e Erbe Medicinali
Piante Velenose
Piante Velenose
Schede fiori selvatici
Fiori Selvatici
Fiori da Giardino
Fiori da Giardino
Ricette
Ricette
Foto Natura
Foto Natura
Piante Appartamento
Piante Appartamento

Giardinaggio

 
Aree tematiche di Windoweb
Segnala un sito © 1999-2014 Tutti i diritti riservati invia le tue foto : foto@windoweb.it
contattaci :redazione@windoweb.it