logo windoweb
link sponsorizzati


Pianta Viola

Pianta Viola

Viola officinalis L. (e specie affini) - Viola chamaedrys L. Fam. SCROFULARIACEAE

Torna alla Home Page enciclopedica di

link sponsorizzati
link sponsorizzati
link sponsorizzati
 
Scheda descrittiva Viola pianta medicinale officinale


Pianta ViolaDescrizione Viola

Il genere Viola è rappresentato nella flora italiana da molteplici specie presenti in tutte le località della penisola della zona marittima fino a quella alpina.

Piante già note fin dall'antichità perché considerate fiori sacri e portatori di messaggi specifici affidati loro dalla emblematica fiorale.

Le quattro specie raffigurate sono prese in considerazione nel loro insieme, poiché presentano nel loro insieme identità di principi attivi e quindi analoghe funzioni terapeutiche.

La Viola biflora e la Viola bertolonii popolano le zone montane dell'Italia settentrionale raggiungendo altitudini anche elevate (2.000 m.).

La Viola tricolor e la Viola odorata sono maggiormente diffuse e quindi le più usate nella medicina popolare.

I fiori della Viola odorata posseggono principi in grado di svolgere efficace azione curativa nei malanni bronchiali, e nelle infiammazioni delle vie respiratorie e nelle irritazioni bronchiali e renali.

Le Viole sono anche conosciute per il delicato profumo e quindi sono sfruttate dall'industria per l'estrazione di essenze da destinare alla cosmesi.

Una delle innumerevoli varietà ricavate dalla Viola odorata è la famosa «Violetta di Parma» che è coltivata intensamente in molte località italiane per la distillazione delle essenze utili all'industria liquoristica e a quella dolciaria.

Habitat Viola

Viola odorata: Luoghi erbosi, lungo le siepi, nei boschi di tutta la penisola, però più frequente al nord e al centro.

Fioritura: Marzo-Aprile.

Tempo balsamico: Marzo-Aprile.

Viola bertolonii: Specie localizzata nelle Alpi occidentali, sui monti della Liguria (a 1.500-1800) e della Toscana.

Fioritura: Giugno-Agosto secondo le altitudini.

Viola tricolor: Comune nei campi coltivati e nelle zone incolte della zona submontana e montana di tutta l'Italia.

Meno frequente in quella meridionale. Fioritura: Maggio-Novembre.

Viola biflora: Cresce lungo tutto l'arco alpino e su alcuni monti della Liguria e della Toscana.

Parti usate: Le radici, le foglie e i fiori da raccogliere in piena fioritura e da far essiccare all'ombra ma all'aria aperta.

Proprietà: Diuretiche, sudorifere, tossi-fughe, espettoranti.

Principi attivi: Un olio essenziale (contenente irone e jonone) un glucoside contenente salicilato di metile, mucillagini, tannini

Preparazioni ViolaPianta Viola

Uso interno. Infuso: (Tosse, irritazioni delle vie respiratorie) gr. 2 di fiori in 100 mi. di acqua bollente.

Due o tre tazze al giorno. Zuccherate con miele.

Usp esterno: Decotto: (Contusioni e scottature)

gr. 5 di fiori in 100 mi di acqua.

Far bollire per circa 5 minuti. Filtrare.

Fare lavaggi, e applicare compresse di garza imbevute di decotto sulla zona interessata.

Nomi dialettali Viola

(per la Viola odorata),
Viuvetta, (Lig.),
Violitta (Piem.),
Viola zoppina (Lomb.),
Fior de Zennar (Ven.),
Viola d'foss (Emil.),
Mammoletta (Tose.),
loia (Pugl.),
Roseviole (Cai.),
Viola di jardinu (Sic.),
Violedda (Sard.).

Libri e oggetti con tema Piante Medicinali 

link sponsorizzati
link sponsorizzati

link sponsorizzati

Argomenti Correlati

Orto
Foto Ambiente per sfondi desktop
Indice Ambiente
Piante e Erbe Medicinali
Piante e Erbe Medicinali
Piante Velenose
Piante Velenose
Schede fiori selvatici
Fiori Selvatici
Fiori da Giardino
Fiori da Giardino
Ricette
Ricette
Foto Natura
Foto Natura
Piante Appartamento
Piante Appartamento

Giardinaggio

 
Aree tematiche di Windoweb
Segnala un sito © 1999-2014 Tutti i diritti riservati invia le tue foto : foto@windoweb.it
contattaci :redazione@windoweb.it