Machiavelli imprigionato e torturato



logo windoweb


Machiavelli imprigionato e torturato

OFFERTE AMAZON

Home Page

Cultura Scrittori Italiani 600









Una idea chiave del Machiavelli era che non si potesse affidare la difesa d'una città o d'uno stato a truppe mercenarie. Nella guerra di Pisa fecero buona prova le milizie cittadine di Firenze, organizzate dal Machiavelli.

Tutto finito, dunque. Non rimane che l'affollarsi dei ricordi, il richiamo del passato, il senso dell'inutilità del presente.

Machiavelli pensa di ritirarsi in campagna: ha una casa, detta l'Albergacciò, a S. Andrea in Percussina, un villaggio sperduto fra grandi pini, ulivi e cipressi, a tre miglia di distanza da San Casciano in Val di Pesa.

Li la sua famiglia era ben nota, e lo stemma del casato, con i mali c/avelli, i cattivi chiodi che gli davano nome, era un po' l'insegna feudale del luogo.

Francesco Sforza (1401-1466): sposò Bianca Maria Visconti e fini col diventare duca di Milano (ritratto del Bembo)

Giovanni dalle Bande Nere (1498-1526): fu ucciso da un colpo della nuova arma, l'artiglieria (bottega di Tiziano).
Ma il nuovo governo era sospettoso.

Nel febbraio del 1513 si sparse la voce di una congiura contro il regime mediceo, capeggiata da due giovani di noti sentimenti repubblicani: Pietro Paolo Boscoli e Agostino Capponi.

E siccome il nome di « Niccolò di Ser Bernardo Machiavelli » figurava su una lista compilata dal Boscoli e finita in mano al Bargello (il capo della polizia), l'ex segretario fu cacciato in prigione in attesa d'accertamenti.
Il luogo era orribile, infestato dalle cimici, appestato dal fetore, giorno e notte rintronato dalle grida. Machiavelli vi giunse con le membra slogate dai «tratti di corda», che erano l'ordinario accompagnamento degl'interrogatori.

Quattro tratti di solito bastavano perché ogni resistenza crollasse e il prigioniero ammettesse tutto ciò che l'inquisitore voleva.

A Machiavelli ne furono dati sei; ma non emerse nulla a suo carico. Una gelida mattina di fine febbraio, dalla sua cella, udì salmodiare alla lontana la preghiera dei moribondi: erano per Boscoli e per Capponi, che s'avviavano ai supplizio.

Bartolomeo Colleoni (1400-1475): crebbe alla scuola di due altri celeberrimi condottieri, Braccio da Montone e Muzio Attendolo Sforza (dalla statua equestre del Verrocchio).

Fabrizio Colonna (m.1520): Machiavelli lo scelse come interlocutore ideale per l'Arte della guerra.
Ai due giovani fu tagliata la testa. Morirono con molto coraggio, sostenendo fino all'ultimo che la lista fatale non indicava i partecipi alla congiura, ma semplicemente delle persone presso cui speravano di trovare aiuto.

Il rilascio di Niccolòfu affrettato dalle pressioni di amici influenti e da un fatto nuovo: l'elezione a papa di Giovanni de' Medici, che assunse il nome di Leone X.
Libri di e su Machiavelli





Fai un viaggio Virtuale nella mappa del Globo di Windoweb

Segnala un sito redazione@windoweb.it
© 1999-2014
Tutti i diritti riservati
Invia le tue foto o i documenti che vuoi pubblicare