Machiavelli opere minori



logo windoweb


Machiavelli opere minori

OFFERTE AMAZON

Home Page

Cultura Scrittori Italiani 600








Rapporti politici e diplomatici, discorsi, poesie: ultimi corollari per completare il quadro dell'attività di un gigante della politica.

Descrizione del modo tenuto dal duca Valentino nello ammazzare Vitellozzo Vitelli, Oliverotto da Fermo, il signor Pagolo e il duca di Gravina Orsini.

È il più celebre dei rapporti di Machiavelli e prelude già al tono e alle teorie del Principe. Ritratto delle cose di Francia.

Posteriore al 1512, ma desunto da note preesistenti, è un'acuta raccolta di osservazioni fatte durante i quattro viaggi in Francia ai seguito di ambasciatori fiorentini.

Ritratto delle cose della Magna.

Forse contemporaneo al precedente, condensa note e osservazioni raccolte durante l'ambasceria a Massimiliano d'Austria, attraverso il Tirolo e la Svizzera. Dialogo intorno alla lingua. (1514).


L'asino d'oro di Machiavelli


La vita di Castruccio del Machiavelli , 1550
Difende la fiorentinità della lingua italiana contro coloro che vorrebbero contaminarla con espressioni d'altri dialetti. Vita di Castruccio Castracani da Lucca (1520).

È la biografia di un famoso signore e condottiero trecentesco, e presenta un modello di principe capace di servire come modello ed esemplificazione delle sue teorie più famose. Discorso sopra il riformare lo Stato di Firenze (1519-20).

Scritto dopo la morte di Lorenzo Il de' Medici, risponde a un quesito di papa Leone X e del cardinale Giulio sulla forma da dare al governo di Firenze: suggerisce che si ritorni alla repubblica, ma solo dopo la morte del papa e del cardinale. Clizia (1525).

La commedia, secondo il costume cinquecentesco, ripresenta la trama di una commedia classica: la Casina di Plauto.
Narra i casi d'una trovatella e il rinsavimento d'un vecchio innamorato. Andria. Forse la prima delle commedie scritte dal Machiavelli, è un puro rifacimento da Terenzio. Belfagor Arcidiavolo.

Unica novella scritta fra le molte che Machiavelli usava raccontare, rimaneggia liberamente un tema orientale volgendolo a gustosa satira del matrimonio: il diavolo Belfagor, giunto sulla terra in forma umana e andato a nozze, viene ridotto dall'esosa e bisbetica moglie sull'orlo della rovina e della disperazione.

Non ci resta ora che da esaminare, per pura curiosità, la produzione in versi dello scrittore: per pura curiosità perché le rime sono assai mediocri, anche se mediocri non sono i pensieri che le hanno ispirate.

I due Decennali (1504-1509) sono aride cronache politiche; i Capitoli in terza rima (1514-17) vertono sull'ingratitudine, la fortuna, l'ambizione, ecc.; l'Asino d'oro (1517) è una favola satirica ancora in terza rima; i Canti carnascialeschi (1514-24), canzoni a ballo per il carnevale.


Frontespizio per la Clizia del Machiavelli , 1556
Libri di e su Machiavelli





Fai un viaggio Virtuale nella mappa del Globo di Windoweb

Segnala un sito redazione@windoweb.it
© 1999-2014
Tutti i diritti riservati
Invia le tue foto o i documenti che vuoi pubblicare