logo windoweb
link sponsorizzati


Daniel Pennac

Daniel Pennac Biografia e Libri

Torna alla Home Page enciclopedica di Windoweb

   
Daniel Pennac


Daniel PennacDaniel Pennac, scrittore di romanzi di successo è diventato in breve tempo autore cult in Italia.

Nato a Casablanca in Marocco nel 1944, dopo un'infanzia vissuta in giro per il mondo, tra le guarnigioni dell'Africa,dell'Europa e del 'sud-est asiatico con il padre, che era un ufficiale delle colonie, si è definitivamente stabilito in Francia come insegnante di lettere, prima a Nizza e poi in un liceo Parigino, dove ha insegnato e scritto fino al 1995.

Autore di diversi libri per bambini, Pennac ha raggiunto il successo dopo i quarant'anni con la tetralogia di Belleville: quattro romanzi, editi in Italia tra il 1991 e il 1995, incentrati sul personaggio di Benjamin Malaussène, di professione capro espiatorio, e relativa famiglia.

ambientati nelquartiere parigino di Belleville.

Pennac, che si è sempre interessato al destino di tutti gli immigrati, da vent'anni abita a Belleville, il quartiere di Parigi dove più si trovano mescolate razze e mestieri e che è diventato l'ambiente magico in cui fa rivivere immigrati, suore, malavitosi di buon cuore e prostitute, come personaggi dei suoi romanzi, riuscendo a trovare un giusto equilibrio tra piacevole intrattenimento e velato impegno, affrontando con ironia tematiche, come quelle della tolleranza e della convivenza con il "diverso".

Quando cominciò a scrivere, utilizzando unalingua composita, fatta di neologismi e di parole ispirate all'argot, Pennac, scoprì una particolare propensione per storie comiche, surreali ma ben radicate nelle contraddizioni del nostro tempo.

Autore di grande inventiva, popolarissimo in Francia e nel mondo, oltre che nelle opere di narrativa, Pennac si distingue anche nella saggistica: "Comme un roman", pubblicato nel 1992, che ha vinto nel 2002 il prestigioso Premio Internazionale Grinzane Cavour, ne rappresenta l’esempio più importante.

Nella sua “Carta dei diritti del lettore”, la parte forse più famosa e divertente del libro, sono da segnalare – tra gli altri – il diritto di non leggere; il diritto di saltare le pagine; il diritto di non finire un libro; il diritto di rileggere; il diritto di leggere qualsiasi cosa; il diritto di leggere ovunque; il diritto di spizzicare; il diritto di leggere a voce alta e il diritto di tacere.

La saga dei Malaussène, che avrebbe dovuto concludersi con "Il paradiso degli orchi" (1985), "La fata carabina" (1987), "La prosivendola"(1990) e "Signor Malaussene" (1995), ha proseguito per la gioia dei suoi appassionati lettoricon "Ultime notizie dalla famiglia" (1996) e "La passione secondo Therese" (1999).

Ultimamente Pennac ha pubblicato a puntate sui giornali"Des Chrétiens et des maures" e "Aux fruits de la passion ", dopo l’uscita del fortunato "Messieurs les enfants" (1997), ancora una volta ambientato a Belleville, sono seguiti: "Grazie", "Ecco la storia", "la lunga notte del Dottor Galvan"

Claudio Bisio ha portato in scena con grande successo la pièce che Pennac ha tratto dalla sua saga Signor Malaussène prodotto dal Teatro dell'Archivolto con la regia di Giorgio Gallione.

Libri di Daniel Pennac

link sponsorizzati
link sponsorizzati

link sponsorizzati

Argomenti Correlati
Scrittori e poeti francesi
Scrittori Francesi
letteratura e scrittori
Indice Letteratura

Indice Cultura
Menu Arte
Menu Arte
Ricette
Ricette

Foto Gratis Vari Temi per Sfondi

Aree tematiche di Windoweb
Segnala un sito © 1999-2014 Tutti i diritti riservati invia le tue foto : foto@windoweb.it
contattaci :redazione@windoweb.it