logo windoweb
link sponsorizzati


Giuseppe Cesare Abba

Giuseppe Cesare Abba Biografia e Libri

Torna alla Home Page enciclopedica di Windoweb

   
Giuseppe Cesare Abba

Giuseppe Cesare AbbaGiuseppe Cesare Abba, patriota e scrittore.

nasce a Cairo Montenotte, in provincia di Savona, il 6 ottobre 1838.
Negli anni del Ginnasio, presso gli Scolopi di Carcare,Abba si appassiona ai classici, si dedica alla filosofia, legge Foscolo e segue i poeti allora in voga : Prati e Aleardi, iscrivendosi poi all'Accademia di Belle Arti di Genova.

Nel 1859,attratto dagli ideali mazziniani,abbandonati gli studi si arruola come volontario nei Cavalleggeri di Aosta con il proposito di unirsi a Giuseppe Garibaldi che sta organizzando la "spedizione dei Mille"(1860).

Giuseppe Cesare Abba, partecipa alla spedizione, combatte alle battaglie di Calatafimi, di Palermo e del Volturno e, nel 1862 quando la spedizione si scioglie, ha raggiunto il grado di sottotenente, dopo essere stato soldato semplice e furiere maggiore.

Quando Abba si stabilisce a Pisa, per concludere gli studi universitari, ha 24 anni, scrive il canto "In morte di Francesco Nullo", compone il poemetto romantico in cinque canti dal titolo "Arrigo".

Nel 1866 Abba riprende le armi con Garibaldi durante la Terza Guerra d'Indipendenza contro gli Austriaci, meritandosi una medaglia d'argento alla battaglia di Bezzecca, ma l'anno dopo, congedatosi definitivamente dall'esercito, si stabilisce a Cairo Montenotte dove viene eletto sindaco e dove si dedica agli studi umanistici e riprende a scrivere.

Con gli appunti presi nel 1860, tenta di scrivere un romanzo storico"Le rive della Bormida nel 1874", che diviene nel 1880 le "Noterelle di uno dei Mille edite dopo vent'anni", assumendo il titolo finale, "Da Quarto al Volturno.

Noterelle d'uno dei Mille", solo nel 1891.

Quest'opera non è solo il capolavoro di Giuseppe Cesare Abba, ma anche l'opera migliore scritta sull'impresa dei Mille in Sicilia.

Il libro uscì grazie al Carducci che a quel tempo, pensava di scrivere un'opera sulla vita di Garibaldi e chiedeva ai superstiti di quella campagna di mandargli testimonianze storiche.

Redatte in forma di diario, "Noterelle di uno dei Mille edite dopo vent'anni", rievocano la vicenda garibaldina in toni celebrativi, ebbero una grande diffusione e fruttarono ad Abba la fama e l'amicizia di Carducci, figura di grande spicco dell'epoca, che lo aiutò ad ottenere l'impiego di professore di lettere nel liceo di Faenza dal 1881 al 1884.

In questi anni Abba scrisse i raccontidi ispirazione garibaldina raccolti in "Montenotte, Dego e Cosseria" (1884), "Cose vedute" (1887), la raccolta di versi "Romagna" (1887), "Dogali" (1887) opere che non raggiunsero la fortuna delle "Notarelle".

Nel 1884 si trasferì a Brescia dove lavorò come Preside dell'Istituto tecnico di Brescia, dedicandosi alla stesura di opere divulgative sulla storia garibaldina "Storia dei Mille narrata ai giovinetti" (1904), "Vecchi versi" (1906), "Cose garibaldine" (1907) e manuali per la scuola e per l'esercito.

Nel 1910 Abba viene nominato Senatore del Regno, ma muore improvvisamente a Brescia nello stesso anno.

Libri di Giuseppe Cesare Abba
link sponsorizzati
link sponsorizzati

link sponsorizzati

Argomenti Correlati
Scrittori Italiani 800
Scrittori Italiani 800
letteratura e scrittori
Indice Letteratura

Indice Cultura
Menu Arte
Menu Arte
Ricette
Ricette

Foto Gratis Vari Temi per Sfondi

Aree tematiche di Windoweb
Segnala un sito © 1999-2014 Tutti i diritti riservati invia le tue foto : foto@windoweb.it
contattaci :redazione@windoweb.it