logo windoweb


Dizionario di Mitologia

Dizionario mitologico lettera I

Personaggi mitologici in ordine alfabetico

Torna alla Home Page enciclopedica

Ia Figlio di Etra e Atlante, ebbe sette sorelle, che morirono di dolore quando fu sbranato da un leone (Iadi). Inferno
L'Erebo, l'Ade, l'Orco indicano, in generale, la dimora dei trapassati; l'EIiseo, o Campi Elisi, quella dove i buoni sono felici; ed il Tartaro, l'inferno vero e proprio da noi inteso come il luogo dove i malvagi sono puniti e cioè il Regno di Plutone, solcato da orribili fiumi, custodito da Cerbero, cagnaccio con tre teste; ivi le anime venivano giudicate da Minosse, Eaco e Radamanto.
Iadi Sette ninfe che furono nutrici di Bacco. Quando morirono (Ia) furono mutate in una costellazione e poste sulla fronte del Toro. Ino
Figlia di Cadmo, avendo allattato Bacco, Giunone per vendetta rese pazzo il marito Atamante che uccise il figlio Learco.
Ino con l'altro figlio Melicerte, si gettò in mare e fu cangiata in una divinità marina, sotto il nome di Leucotea.
Iamo
Figlio di Apollo, fu dalla madre Evadne esposto, appena nato, tra fiorenti viole, donde il suo nome; venne nutrito col miele da due dragoni; divenuto adulto traeva predizioni, in Olimpia, dalle pelli bruciate delle vittime che sacrificava agli dei
Invidia La più torva e ributtante deità allegorica;
si rappresenta con gli occhi torvi, colla pelle livida, tutta grinze; tiene in una mano tre serpenti e nell'altra un'idra; un serpente le rode il cuore.
Icario Ateniese; imparò da Bacco a fare il vino, diffuse tra i contadini la cultura delle viti, e questi, ubriacatisi, lo uccisero e lo gettarono in un pozzo.
Altro Icario è il padre di Penelope, fu l'accusatore di Oreste avanti all'Areopago.
Sposò più tardi Fanotea, inventrice dell'esametro
Io
Figlia di Inaco rè di Argo; sacerdotessa di Giunone fu amata da Giove; Giunone gelosa la trasformò in vacca e la fece vigilare da Argo dai cento occhi.
Giove fece uccidere Argo da Mercurio, e Io allora andò errando per tutta la terra finché in Egitto Giove le ridiede la forma umana, e fu adorata sotto il nome di Iside
Icaro
Figlio di Dedalo; avendo questi dato ad Arianna il filo con cui Teseo poté dirigersi nel Labirinto e uccidere il Minotauro, fu da Minosse rinchiuso col padre dentro quell'ediflcio, ma riuscì ad evadere servendosi di ali adattate al corpo con la cera.
Volò però troppo alto, per cui il sole liquefece la cera ed egli precipitò nel mare che da lui prese il nome di Icario (Dedalo).
Iobate Giobate
Ida Famosa montagna della Frigia, dove ebbe luogo il giudizio di Paride.
Fu soggiorno dei poeti
Iolao
Figlio di Iflcle, compagno d'Ercole, aiutò l'eroe a uccidere l'Idra di Lerna e da lui gli fu ceduta la prima moglie Megara; partecipò anche alla caccia del cinghiale di Calidone.
Idas Eroe della Messenia, figlio di Afareo; partecipò alla spedizione degli Argonauti, morì fulminato da Giove perché vinse in duello Castore, uno dei Dioscuri. Iole
Figlia di Eurito, re di Ecalia; sposò Ercole perché questi vinse il padre di lei nella gara del tirar l'arco.
Per sposarla, Ercole cedette all'amico Iolao la sua prima moglie.
Idomeneo
Re di Creta, figlio di Deucalione, fu uno degli eroi che parteciparono all'assedio di Troia.
Finita la guerra fu colto in mare da una tempesta e promise a Giove che, se si fosse salvato, gli avrebbe sacrificato la prima persona che avesse incontrata sulla terraferma.
Questa persona fu suo figlio Merione, ed egli mantenne la promessa; ma gli dei lo punirono facendolo detronizzare e scacciare dai Cretesi.
Ione Figlio di Apollo e di Creusa; condotto a Delfo, fu destinato al culto del tempio, poi, riconosciuto dalla madre, fuggì con lei.
Fu capostipite degli Ioni
Idotea
Figlia di Proteo; con l'aiuto di essa Menelao costrinse il vecchio dio marino profeta a dirgli come avrebbe potuto ritornare in patria.
Iperione Epiteto del Sole, in quanto supera in splendore tutti gli altri astri.
Idra di Lerna
Figlia di Tifone ed Ecidna.
Serpente che aveva sette teste e non poteva morire, se non gli si fossero tagliate tutte insieme; Ercole lo uccise ed intinse le proprie frecce nel suo sangue velenoso cosicché esse produssero da allora in poi ferite mortali.
Ipermestra Fu l'unica delle cinquanta Danaidi che non obbedì al padre Danao nel consiglio di uccidere il proprio marito nella prima notte delle nozze (Linceo).
Ierofanti
I principali sacerdoti del culto di Cerere, quelli che ne avevano in custodia il tempio e presiedevano ai misteri della dea.
Lo stesso nome aveva il gran sacerdote che presiedeva ai Misteri Eleusini.
Era della famiglia degli Eumolpidi.
Ipno Sonno
Ieiofila Demofila Ippocrene
(Fontana del Cavallo).
Fonte dell'Elicona, fatta sgorgare dal cavallo alato Pegaso percuotendo il suolo con uno zoccolo.
Era sacra ad Apollo, e le sue acque infondevano l'ispirazione poetica a chi ne beveva.
Ifianassa Figlia di Preto e sposa di Melampo che con lei diede origine a una stirpe d'indovini. Ippodamia
Figlia di Adrasto, può considerarsi causa della lotta fra Lapiti e Centauri : alle sue nozze con Piritoo furono invitati i Centauri; avendo Eurizione fatto finta di rapire la sposa Ippodamia, ne nacque la famosa zuffa spesso ricordata nella mitologia greca.
Nome autentico di Briseide.
Iflgenia Figlia di Agamennone e di Clitennestra, doveva essere fatalmente sacrificata dal padre a Diana in Aulide, per ottenere il vento favorevole a far salpare la flotta per Troia, ma fu salvata dalla dea stessa che la trasportò nella Tauride e la fece sua sacerdotessa; essa poi fuggì col fratello Oreste e il suo amico Pilade, dopo l'uccisione del re Toas. Ippolita
Regina delle Amazzoni, a cui Marte aveva regalato una cinta; Admete, figlia di Euristeo, che desiderava possederla, dette incarico ad Ercole di portargliela.
Fu questa una delle dodici fatiche dell'eroe, il quale lottò con le Amazzoni, riuscì vincitore, uccise Ippolita e le prese il desiderata cinta (fu chiamata anche Antiope).
Iflto Figlio di Eurito; abilissimo arciere, caro ad Apollo.
Fu ucciso da Ercole in un eccesso d'ira, e l'eroe ne fu punito con la schiavitù per tre anni presso la regina Onfale
Ippolito
Figlio di Teseo e dell'amazzone Ippolita detta anche Antiope.
La matrigna Fedra se ne innamorò e, non corrisposta, lo accusò ingiustamente al padre di averle usato violenza.
Perciò maledetto da Teseo, morì annegato; ma poi fu riconosciuta la sua innocenza ed Esculapio lo risuscitò.
Igea o Igiea Dea della salute, figlia di Esculapio.
Anche attributo di Minerva Medica.
Ippota
È, secondo Omero, il padre di Eolo, re dei Venti, abitante nelle isole Eolie
Ila
Bellissimo giovanotto, amico di Ercole; fu rapito dalle ninfe invaghite della sua bellezza e reso immortale; in onore di lui, a Chio, si celebrava una solenne festa.
Ippotoonte Figlio di Nettuno, ebbe da Teseo la signoria di Eleusi; in seguito fu dal padre cangiato in fonte.
IIia (Rea Silvia)
Madre di Romolo.
Ipsipile
Regina di Lemno e figlia di Toante, ebbe da Giasone due figli; volendo poi le donne di Lemno uccidere tutti gli uomini perché infedeli, essa fuggì col padre per salvarlo; fu presa dai pirati, venduta e per una colpa involontaria messa in carcere; ne fu poi liberata dai figli avuti da Giasone.
Iliade Immortale e classico racconto di Omero sull'assedio di Troia. Irene
(Pace)
È una delle Ore, figlie di Giove e di Temi.
Ilitia
Dea protettrice dei parti.
Era figlia di Giove e di Giunone.
Alcuni la identificarono con Giunone-Lucina, che portava questo nome in Grecia come protettrice delle partorienti.
Iride Figlia di Taumante e di Elettra, messaggera degli dei; come dea fu variamente chiamata: Augusta, Regina, Fructifera eco. e da Giunone fu convertita in arcobaleno.
Illo Figlio di Ercole e di Deianira, che seguitò nella leggenda le imprese del padre e fra i discendenti dell'eroe fu il più famoso. Isfendiar
È, presso i Musulmani, l'angelo custode della castità delle donne e quello che desidera e ispira la pace nelle famiglie.
Ilo
Figlio di Dardano, morì senza figli: così il regno della Dardania fu ereditato dal fratello di lui, Erittonio.
Si presume sia stato il fondatore di Troia.
Iside Divinità egiziana, moglie di Osiride; il suo culto si diffuse in Grecia e in Roma e i Romani l'annoverarono fra le divinità dell'Averno (Io).
Imene Dio del matrimonio, invocato nel canto nuziale. Ismene
Figlia di Edipo e di Giocasta, e sorella di Antigone.
Si dichiarò complice della sorella nell'atto pietoso di dar sepoltura al fratello Polinice, e con lei fu condannata dal crudele Creonte (Antigone)
Imeneo Canto corale di giovani negli sponsali in onore della sposa. Issione
Figlio di Flegia, re dei Lapiti; innamorato di Giunone, invitato a pranzo da Giove cercò di sedurre la dea; Giove indignato lo condannò, nell'Inferno, ad esser legato a una ruota infuocata e fatto girare In perpetuo.
Aveva ucciso il padre di sua moglie Dia e fu il primo colpevole dell'omicidio di un parente.
Inaco Il più antico re di Argo Iswara
È il dio indiano Siva, considerato come dio del mare.
Simile a Nettuno, ne a lo stesso attributo, il tridente; suona la buccina o conca marina che è l'attributo di Tritone.
Incubo Epiteto dato a Fauno.
Spirito maligno che tormentava gli uomini o con cattivi sogni o con apparizioni paurose.
Iti
Figlio di Tereo e di Progne.
Venne ucciso dalla madre e dalla sorella di lei, Filomela, per esser cucinato e imbandito a Tereo, che aveva violato Filomela e le aveva tagliata la lingua perché non parlasse.
Indigeti
Così venivano chiamati gli uomini di grandi virtù, in tutto perfetti; senza essere dei, meritavano onori divini.
Julo Giulo
Indra
La principale divinità della più antica mitologia indiana.
Dea bramina delle stagioni.
Jupiter Nome latino di Giove
libri mitologia

Personaggi mitologici in ordine alfabetico

A -AG AI - AO AP-AV BA-BE BI-BU CA-CH CI-CZ
D E F G H I L
M N O P Q R S
T U V-W-X Z      



Argomenti Correlati
Dizionario di Mitologia
Dizionario di Mitologia

Personaggi storici
letteratura e scrittori
Indice Letteratura

Indice Cultura

Storia

Guida Italia




Aree tematiche di Windoweb
Segnala un sito © 1999-2014 Tutti i diritti riservati invia le tue foto : foto@windoweb.it
contattaci :redazione@windoweb.it