logo windoweb


Dizionario di Mitologia

Dizionario mitologico lettera N

Personaggi mitologici in ordine alfabetico

Torna alla Home Page enciclopedica

Naiadi Ninfe delle acque terrestri e particolarmente delle fonti. Nestore
Figlio di Neleo, re di Pilo; partecipò alla lotta dei Lapiti coi Centauri, alla caccia calidonia e alla spedizione degli Argonauti; vecchissimo andò alla guerra di Troia e si rese utilissimo ai Greci con i suoi saggi consigli.
Alcuni gli attribuiscono un'età di 99 anni, altri di 300.
Napee Ninfe delle valli, dei prati, dei boschi. Nettare
Era la bevanda degli dei, mentre l'ambrosia ne era il cibo e il profumo.
Narciso Giovane bellissimo ma incapace di amare, respinse la ninfa Eco.
Un'altra ninfa, pure respinta, pregò Nemesi di punire l'insensibile, ed egli allora, per volere di quella dea, si innamorò della propria immagine vista in una fonte, nella quale annegò per essersi chinato troppo a rimirarsi.
Gli dei lo mutarono in un fiore.
Nettuno
(greco Poseidone)
Dio del mare.
Abitava nel fondo del mare in uno splendido palazzo, andava sopra un cocchio tirato da cavalli marini e, se col tridente batteva le onde, suscitava tempeste e terremoti; tutto poi si acquietava a un suo cenno.
Varie favole lo riguardavano nella sua duplice natura benefica e malefica.
Era venerato specialmente a Corinto ove, in suo onore, vennero istituiti i Giochi Istmici, festa nazionale di tutta la Grecia.
Ebbe una parte importante nelle lotte degli dei presso Troia.
Subì infinite metamorfosi secondo l'opportunità, per le sue avventure galanti.
Gli si attribuiscono moltissimi figli, quasi tutti grandi navigatori.
Nareda Nella mitologia indiana è una divinità simile a Mercurio, messaggera degli dei e degli uomini degni di aver corrispondenza con le potenze divine. Nibelunghi
Nella leggenda germanica, connessa alla mitologia scandinava o nordica, razza di nani possessori d'immense ricchezze, così chiamati dal nome del loro re Nibelung (letteralmente figlio della nebbia).
I loro tesori furono conquistati dall'eroe Sigfrido, poi sommersi nel Reno.
Nauplio
Sposo di Cimene e padre di Palamede, per vendicare il quale fece naufragare molti eroi reduci da Troia attirandoli sugli scogli dell'Eubea con un falso richiamo.
Niche Vittoria
Nausicaa
Bellissima figlia di Alcinoo, re dei Feaci; si incontrò casualmente con Ulisse naufrago sulla costa di Scheria, lo soccorse con bontà e gentilezza e poi lo guidò alla reggia del padre, che, udite le sue peripezie, lo riconobbe e lo fece ricondurre ad Itaca, sua patria.
Nicomaco Figlio del medico greco Macaone, allievo di Esculapio; come suo padre, esercitò la medicina, pur essendo re di Fere.
Dopo morto, fu venerato al pari di un dio.
Nausitoo
Figlio di Nettuno; fu padre di Alcinoo, re dei Feaci.
Nike Nome greco di Vittoria
Nayaran
Divinità indiana, è lo spirito divino che scorreva sulle acque prima della creazione; viene rappresentato di color celestino come le acque sulle quali riposa.
Nilo Nella mitologia egiziana, il gran fiume divinizzato e chiamato anche Padre dell'Egitto, venerato insieme colle sue sorgenti.
Necessità Imprescindibile, inevitabile ed ineluttabile avvenimento; i Greci la chiamavano Ananke, è spesso confusa col Fato.
I Greci la conobbero pure sotto il nome di Einarmene che significa: il filo immutabile degli eventi.
Ninfe
Divinità minori, in forma di belle fanciulle, che rappresentavano le forze primitive della natura, avevano vari nomi secondo la parte del regno naturale di cui erano immaginate abitatrici.
1 Celesti
2 Terrestri: Oreadi (monti), Lemoniadi(praterie), Napee (valli), Driadi (foreste), Amadriadi (alberi).
3. Acquatiche o Epifridi: Nereidi (mare), Potamidi (fiumi), Naiadi (fonti), Limnadi (laghi).
Neera Ninfa amata dal Sole, madre di Faetusa e Lampezia; queste sue figlie custodivano le mandre sacre al padre. Niobe
Figlia di Tantalo e di Diona; ebbe da Anflone sei maschi e sei femmine e tutti le furono uccisi da Apollo e da Diana, perché, superbamente, si era vantata di essere più prolifica di Latona, madre di quelle due divinità.
Nefele
(Nuvola)
Sorella di Ino.
Generò Elle e Frisso. Nefele è anche la Nuvola che da Issione generò i Centauri.
Nireo Figlio di Caropo e di Aglaia, il più bel giovane di Grecia dopo Achille; all'assedio di Troia, dove era venuto con tre navi, fu ucciso da Euripilo o da Enea.
Neleo
Re di Pilo; si oppose a che Ercole passasse per il suo regno, e l'eroe gli uccise i numerosi figli eccetto Nestore assente.
Nisa Luogo dove si diceva fosse stato allevato Bacco; uno degli epiteti di questo dio fu infatti Niseo
Nemesi
Figlia della Notte, dea punitrice e giusta vendicatrice d'ogni umana scelleratezza; aveva una statua nel Campidoglio.
Il suo nome viene dal greco: nemasaein=indignarsi, oppure da misos=vendetta.
Niso Figlio di Pandione a cui la figlia Scilla, innamoratasi di Minosse (e volendo questi il possesso di Megara di cui Niso era re), recise un capello d'oro ch'egli aveva in mezzo alla chioma e dal quale dipendeva la sua vita, uccidendolo.
compagno di Enea (Eurialo)
Neottolemo
(o Pirro).
Figlio di Achille; mortogli il padre, uccise Priamo e Astianatte, svenò Polissena sulla tomba di Achille, e fece schiava Andromaca.
Moglie di Ettore; sposò Ermione, venne ucciso dai sacerdoti del tempio di Delfo per istigazione di Oreste, o, secondo altra versione, da questo stesso, che aveva dovuto cedergli Ermione sua fidanzata
Nodo gordiano Gordio
Nepente
Era una bevanda magica che Elena, tornata con lo sposo a Sparta, dava ai suoi ospiti e con la quale assopiva in loro ogni ricordo degli avvenimenti troiani, rasserenandoli.
Il suo nome significa: che scaccia il dolore.
Si dice trattarsi dell'oppio.
Norne Nella mitologia nordica, tre divinità analoghe alle Parche.
Simboleggiavano il passato, il presente e l'avvenire.
Ncreidi Ninfe, figlie di Nereo; abitavano il fondo del mare. Nortia
Dea etrusca del destino e del tempo, che aveva a Bolsena la sede principale del suo culto; qui, nel tempio a lei dedicato, si piantavano dei chiodi per numerare gli anni (Necessita).
Nereo Dio marino, figlio di Ponto e di Gea, padre delle Nereidi; poteva assumere qualunque forma; prediceva l'avvenire. Noto
Detto anche Austro, vento per i Greci apportatore di nebbia, di umidità e di pioggia; era oggetto di culto come gli altri venti (Austro).
Nertus Era, presso i Germani, una divinità (chiamata anche Hertha o Herda), corrispondente alla greco-romana Gea (la Terra). Notte
Figlia del Caos, sorella dell'Erebo, generò tutti i lutti e i dolori, la tenebra, la sventura, la vecchiaia, la morte.
Dal suo seno uscì però l'Amore alato che infuse vita e fecondità a tutte le cose.
Nesso
Centauro che tentò di rapire Deianira ad Ercole e fu da lui ucciso; morente, donò a Deianira la propria veste intrisa di sangue, facendole credere che, se Ercole l'avesse indossata, l'avrebbe amata per sempre.
Quella veste fu la causa della morte dell'eroe.
libri mitologia

Personaggi mitologici in ordine alfabetico

A -AG AI - AO AP-AV BA-BE BI-BU CA-CH CI-CZ
D E F G H I L
M N O P Q R S
T U V-W-X Z      



Argomenti Correlati
Dizionario di Mitologia
Dizionario di Mitologia

Personaggi storici
letteratura e scrittori
Indice Letteratura

Indice Cultura

Storia

Guida Italia




Aree tematiche di Windoweb
Segnala un sito © 1999-2014 Tutti i diritti riservati invia le tue foto : foto@windoweb.it
contattaci :redazione@windoweb.it