logo windoweb


Dizionario di Mitologia

Dizionario mitologico lettera O

Personaggi mitologici in ordine alfabetico

Torna alla Home Page enciclopedica

Oceanine Ninfe dell'Oceano. Opi
Divinità italica dell'abbondanza, amata da Saturno, considerata, come lui, quale iniziatrice dell'agricoltura in Italia, ma poi confusa con Rea e con Cibele che hanno tutt'altra origine.
Nella sua festa, che cadeva in un giorno dei Saturnali, i padroni servivano i loro servi; era insomma la festa del proletariato; per quel giorno sparivano le differenze sociali.
Oceano
Nella mitologia greca, personificazione divinizzata di un gran fiume che circondava la terra.
Era considerato come padre del mare, degli altri fiumi e dei laghi; con Teti formava la più antica coppia di Titani.
L'acqua veniva infatti considerata come l'origine della natura, e perciò l'Oceano viene talvolta detto il padre di tutti gli dei.
Orcamo Padre di Leucotoe, la fece seppellire viva perché amata da Apollo.
Ocipete
Una delle Arpie, le quali furono prima due, Aello e Ocipete; poi si aggiunsero Celeno, Tiella e altre, tutte mostruose, con le ali di pipistrello, con visi di donne, coi piedi artigliati e un gran ventre pennuto.
Questo mito è forse un ricordo dei Pterodattili antidiluviani.
Orco Così chiamavano i Romani l'Inferno e il dio che lo regnava.
Ocno Figlio del dio Tevere e della profetessa Manto; aiutò Enea contro Turno Orcomeno
Antichissima città della Beozia, famosa per certi culti speciali che vi si celebravano.
Altro Orcomeno è un eroe greco, partecipò alla guerra di Troia con trenta navi.
Odino (Wotan)
Il più gran dio del mito scandinavo; sulle sue spalle posano due corvi (Hugin e Munin) che gli dicono nelle orecchie quello che anno visto nel giro che fanno tutti i giorni sulla terra; egli accoglie nella sua reggia del Walhalla gli eroi caduti in battaglia.
Ore
Figlie di Giove, guardiane del ciclo; presiedevano al corso delle stagioni, erano protettrici dell'ordine morale nei rapporti fra gli uomini.
In origine furono tre, poi quattro e si identificarono con le quattro stagioni.
Più tardi come personificazioni delle suddivisioni del giorno salirono a dodici e furono immaginate intorno al carro del Sole.
Furono le nutrici di Giunone e figuravano sulla sua corona.
Erano compagne delle Grazie.
Odios
Capo degli Alizoni, venuti dalla Bitinia in aiuto dei Troiani.
Fu ucciso da Agamennone dinanzi alle mura di Troia.
Oreadi Ninfe dei monti.
Oeneo (o Eneo).
Re di Calidone e marito di Altea; trascurò di fare un sacrificio a Diana, per cui la dea. irritata mandò un mostruoso cinghiale che devastò la regione (Calidonio).
Oreste
Figlio di Agamennone, proverbiale amico di Pilade, vendicò il padre ucciso dall'amante di sua madre, Egisto.
Per comando di Apollo si recò poi nella Tauride e rubò una statua di Diana; fu scoperto e condannato a essere sacrificato alla dea; ma, Ifigenia sua sorella, sacerdotessa della dea, mentre stava per sacrificarlo, lo riconobbe, e riuscì a salvarlo e a tornare con lui in patria.
Fu lungamente perseguitato dalle Furie per aver ucciso sua madre.
Morì in età di 90 anni dopo aver regnato 70 (Tragedia di Euripide).
Ofelte Figlio di Licurgo, re di Nemea; essendo stato posato in terra da bambino, un serpente lo strozzò, da cui il suo nome.
Fu onorato dai Greci, perché venne posato a terra dalla nutrice Ipsipile quando essa, interrogata, indicò loro la buona via da seguire per attraversare la Selva Nemea.
In memoria di lui vennero istituiti i Giochi Nemei.
Orfeo
Sposo di Euridice e uno degli Argonauti; cantava e suonava così bene che ammansiva le fiere; in dolcissimi canti lamentò la morte della sposa e andò a riprenderla nell'Inferno.
Essa poi fu resa, ma, essendosi egli voltato a guardarla prima d'uscire dall'Inferno, gli fu ritolta.
Orfeo andò poi errando per la Tracia, finché, rimpiangendo Euridice, ed essendo divenuto avverso alle donne, fu sbranato dalle Baccanti.
La lira del sublime cantore venne posta dalle Muse fra le costellazioni.
Ogige Figlio di Nettuno e primo re mitico della Beozia; al suo tempo il lago Copaide inondò una parte della Beozia e dell'Attica, e quella inondazione fu detta Diluvio di Ogige. Orione
Figlio di Irieo.
Gigante che talora camminava nel mezzo del mare e levava la testa fino alle stelle; Diana, gelosa della sua amante Aurora, o per punirlo della sua superbia, lo fece morire con la puntura d'uno scorpione.
Oicleo Figlio di Antifate, uno degli eroi che aiutarono Ercole nella sua spedizione contro Troia, per far vendetta di Laomedonte.
Fu ucciso da quest'ultimo.
Orizia
Figlia di Eretteo, fu rapita da Borea, mentre giocava colle compagne sulle rive dell'Ilisso.
Divenne regina dei Venti.
Altra Orizia è regina delle Amazzoni, fece invano irruzione sull'Attica per cercare di liberare sua sorella Antiope catturata da Ercole
Oileo
Padre di Aiace il minore, assai lontano dalla importanza del maggiore, detto Telamonio perché figlio di Telamone.
Fu re dei Locri e uno degli Argonauti.
Ormuzd (o Oromaze)
Presso i Persiani era il principio del bene mentre Arimane era quello del male.
Oineo
Fu il primo a introdurre la coltura della vite in Tessaglia.
Oros (Horus e Osiride)
Olimpia
Città dell'Elide ove era il famoso tempio di Giove colla statua del dio fatta da Fidia, d'oro e d'avorio (criselefantina); vi si celebravano i Giochi Olimpici, il vincitore dei quali diveniva famoso ed onorato in tutta la Grecia e gli innalzava statue.
Ortro Cane bicipite, custode del gregge di Gerione nell'isola Eritea; fu ucciso da Ercole.
Olimpiade Periodo di quattro anni, il tempo che correva fra la celebrazione di due Giochi Olimpici, ossia tenuti in Olimpia, famosa città greca; i Greci computavano gli anni per olimpiadi, partendo dalla loro istituzione avvenuta nel 776 a. C. Osiride
Dio egiziano, venerato insieme con Iside; Tifone lo fece a pezzi, ed Iside lo seppellì a File.
Osiride risuscitò ed insegnò al figlio Horus il modo di uccidere Tifone.
Assai probabilmente Osiride è l'immagine del Nilo benefico, il quale in epoca di secca sembra essere inghiottito dal mare (Tifone), ma poi ritorna a spandere la prosperità nel paese.
Olimpico
Epiteto di Giove, che viene a significare signore dell'Olimpo sul quale, com'è noto, era la sede degli dei.
Oto Efialte
Olimpo
Il più alto monte della catena che separa la Macedonia dalla Tessaglia.
Fu creduto sede degli dei principali.
Il nome significa: che interamente splende.
Otreo Re della Frigia, alleato di Priamo in una guerra contro le Amazzoni.
Onfale
Figlia di Iardano, vedova di Tmolo e regina della Lidia; tenne Ercole come suo schiavo per tre anni, vestito da donna, e gli fece filare la lana, mentre essa si pavoneggiava nella pelle di leone dell'eroe e maneggiava la clava; ma Ercole poté compiere, anche così, difficili imprese e riacquistare la libertà, di cui gli dei lo avevano privato per punirlo dell'uccisione di Ifito
libri mitologia

Personaggi mitologici in ordine alfabetico

A -AG AI - AO AP-AV BA-BE BI-BU CA-CH CI-CZ
D E F G H I L
M N O P Q R S
T U V-W-X Z      



Argomenti Correlati
Dizionario di Mitologia
Dizionario di Mitologia

Personaggi storici
letteratura e scrittori
Indice Letteratura

Indice Cultura

Storia

Guida Italia




Aree tematiche di Windoweb
Segnala un sito © 1999-2014 Tutti i diritti riservati invia le tue foto : foto@windoweb.it
contattaci :redazione@windoweb.it