logo windoweb
link sponsorizzati


Cavallo Salernitano

Cavallo Salernitano

Torna alla Home Page enciclopedica di

link sponsorizzati
link sponsorizzati
link sponsorizzati
razza Salernitano


Cavallo SalernitanoLa piana di Salerno fu ben nota sin dall'antichità come patria di apprezzati cavalli.

I Saraceni vi importarono un buon numero di soggetti arabi e, successivamente, durante il regno di Carlo III di Borbone, l'arrivo di fattrici e stalloni spagnoli determinò più precisamente i contorni della razza.

Così nel 1740, nella località di Persano, a sud di Salerno tra i fiumi Sele e Calore, fu fondata l'omonima razza, il Persano che, per un secolo e mezzo, fu il punto di riferimento per l'allevamento equino di tutto il Meridione, portando alla produzione di soggetti di alto valore zootecnico.

La costante importazione di soggetti arabi e spagnoli di alto valore, migliorò sempre più il Persano, che raggiunse il suo massimo splendore sotto i regni di Ferdinando e Francesco I di Borbone.

Purtroppo durante il regno di Ferdinando II si ebbe un decadimento della razza dovuto all'importazione di uno stallone Mecklemburg che dette cattivi risultati sulla discendenza e dopo l'Unità d'Italia, nel 1874, fu decretata la soppressione della razza.

Gli allevatori rimasero disorientati e, nel tentativo di continuare nel loro lavoro, ricorsero all'incrocio con varie razze Hacknej Maremmana, Norfolk, Anglo normanna, indirizzando così la produzione verso cavalli da carrozza.
Cavallo Salernitano
Successivamente, per ottenere soggetti con requisiti richiesti dall'esercito, che era il più importante acquirente, si ricorse a stalloni Purosangue Inglese, che vengono impiegati ancora oggi.

A partire dall'inizio del secolo andò diffondendosi il cavallo sportivo, anche come conseguenza della nuova impostazione data all'equitazione.

In questo settore molti furono i successi raccolti da soggetti appartenenti alla razza Salernitana, così, se nel Dopoguerra venne meno la possibilità di fornire cavalli all'esercito e venne diminuito drasticamente il numero dei cavalli e degli allevamenti, grazie allo sbocco come cavallo 'sportivo' si consentì la sopravvivenza di questa pregevole razza.

Tipo meso-dolicomorfo, alto al garrese da 162 cm a 170 cm. Ha una testa rettangolare, leggera e con un profilo rettilineo, la fronte è molto ampia, gli occhi vivaci. Il collo è lungo e ben attaccato e il garrese è piuttosto pronunciato e muscoloso buona la linea dorso-lombare piuttosto lunga, con groppa muscolosa e arrotondata, la coda è ben portata e ben attaccata, ampio il petto e profondo il torace; la spalla è lunga e ben inclinata, gli arti ben muscolosi e ben orientati con buoni tendini e articolazioni.
Cavallo Salernitano
Il mantello più diffuso è il baio ma si trovano anche morelli, sauri, grigi.

Origine: Campania
Diffusione: Italia
Attitudine: sella, salto
Qualità: notevoli doti atletiche
Temperamento: docile ma energico

Libri e oggetti riguardanti il tema Cavallo
 

link sponsorizzatii
link sponsorizzati

link sponsorizzati

Argomenti Correlati
Guida cavalli razze e cura
Guida Cavalli
Foto cavalli bradi
Foto Cavalli
Foto Ambiente per sfondi desktop
Indice Ambiente

Foto Gratis Vari Temi per Sfondi

 


 

Aree tematiche di Windoweb
Segnala un sito © 1999-2014 Tutti i diritti riservati invia le tue foto : foto@windoweb.it
contattaci :redazione@windoweb.it