fungo Amanita muscaria

logo windoweb

 

Scheda fungo

AMANITA MUSCARIA

(Ovolo malefico- segnabrise)

OFFERTE AMAZON

Ambiente indice Home Page WindoWeb Funghi


VELENOSO

Amanita muscaria

Ovolo malefico - Segnabrise
Tassonomia
Ordine Agaricales
Famiglia Amanitaceae
Genere Amanita
Sottogenere Amanita
Sezione Amanita

Sinonimi
Agaricus pseudoauriantiacus Buillard

Etimologia
dal latino muscarius (attinente alle mosche).

Cappello
7-25(30) cm. dapprima globulare, poi emisferico e gradualmente si espande diventando convesso, poi appianato con centro spesso depresso.. Colore rosso vivo, rosso arancio, rosso scuro, viscoso con tempo umido, coperto di verruche bianche piramidali, rilevate, concentriche (residui del velo generale) che col tempo tendono a scomparire.

Lamelle
libere, fitte ventricose; di colore bianco puro o appena gialle, più basse verso il gambo. con presenza di lamellule.

Gambo
10-25cm.X 1-3 cm., bianco, cilindrico, slanciato, leggermente ingrossato alla base in un bulbo che si presenta ornamentato da cerchi concentrici di verruche, resti del velo generale, inizialmente pieno, poi cavo fino a diventare tubuloso.

Anello
ampio, membranoso, tipicamente a gonnella, orlato ondulato, bianco con tonalità gialline sul bordo, sfrangiato, striato nella parte superiore.

Volva
bianca, friabile, presto dissociata in perle, verruche, pustole.

Carne
Soda nel cappello, più fibrosa nel gambo; bianca con qualche sfumatura gialla sotto la cuticola pileica. Senza odori particolari. Sapore dolciastro, gradevole, molto tenue.

Habitat
Estate, autunno (da maggio a novembre), sotto conifere e latifoglie, soprattutto nei boschi di montagna (latifoglie e aghifoglie) ma anche in habitat mediterraneo in particolare sotto Eucaliptus con terreno acido.

Spore
9-12x6-7,5 non amiloidi, bianche in massa, lisce ellittiche.

Commestibilità o Tossicità
VELENOSO, provoca sindrome mico-atropinica, a breve incubazione (due, tre ore dopo l’ingestione).

Osservazioni
E’ il fungo più spettacolare e bello alla vista, cresce in numerosi esemplari che danno al bosco un aspetto fiabesco. Poiché ha lo stesso habitat dei porcini, spesso ne rivela la presenza (segnabrise). Si distingue dall’Amanita caesarea per il colore del cappello (rosso uovo), mancanza di verruche, ma soprattutto per il colore delle lamelle e del gambo (giallo uovo) in quest’ultima.

Curiosità
Alcuni la utilizzano quale allucinogeno, altri per scopi alimentari dopo averla sottoposta a particolari trattamenti. Attenti ad imitarli, è fungo velenoso, tanto che un tempo, cosparsa di latte, veniva usata per uccidere le mosche (da cui il nome).

Somiglianze e Varietà
Questa specie ha diverse varietà e forme come ad esempio:

A. muscaria var. formosa, con velo color giallo-oro, aranciato (comune sotto Eucaliptus, ma spesso negli stessi habitat della var. tipo), velenosa. A.muscaria var. aureola (Kalchbrenner) Quélet, cappello 3-7, quasi sempre senza verruche, volva ben formata, circoncisa, velenosa.

A.muscaria var. regalis (Fries) Maire =Amanita regalis (Fr.) Michael =Amanita muscaria var. umbrina Fr., robusta e corpulenta, cappello bruno fegato verruche gialle, velenosa.

Somigliante è l’Amanita flavoconia, con cappello, verruche, anello e parte del gambo di colore giallo-cromo, cresce nell’America Settentrionale, sospetta.


 

CLICCA QUI ... PER CONSULTARE LA MAPPA SATELLITARE DEL GLOBO DI GOOGLE
  
Clicca qui per l'indice Ambiente di windoweb
Segnala un sito redazione@windoweb.it
© 1999-2014
Tutti i diritti riservati
Invia le tue foto o i documenti che vuoi pubblicare