fungo Amanita phalloides
logo windoweb

 

Scheda fungo

AMANITA PHALLOIDES

(Tignosa verdognola)

OFFERTE AMAZON

Ambiente indice Home Page WindoWeb Funghi


MORTALE

Amanita phalloides

Tignosa verdognola Tassonomia
Ordine Amanitales
Famiglia Amanitaceae
Genere Amanita
Sottogenere Amanitina
Sezione Phalloideae

Etimologia
dal latino "phallus "e dal greco" eidos"= a forma di fallo.

Cappello
60-120 (150) mm, carnoso, emisferico, quindi convesso, infine disteso-appianato; percorso radialmente da fini e fitte fibrille, sovente ricoperte da lembi membranosi bianchi, residui del velo generale. Di colore biancastro citrino, verdognolo, ma anche giallo bruno, nocciola, bianco (nella fo. Alba). Colore più intenso al centro schiarisce al margine liscio e privo di striature. Brillante con tempo asciutto viscoso con umidità.

Gambo
75-120 (150) × 10-22 mm, progressivamente attenuato verso l'apice, caratteristicamente decorato da bande disposte a zig-zag di colore giallo olivastro su fondo bianco (zebrature a pelle di serpente), pieno, poi farcito midolloso, bulboso alla base.

Anello
posizionato nella zona preapicale, disposto a gonnellino, piuttosto sottile, bianco, ± persistente.

Volva
a sacco, membranacea, abbastanza sottile, aderente al bulbo ma libera all'orlo dove, di norma, è rotta in ampi lembi, bianca.

Carne
prima soda, presto molliccia, bianca, appena sfumata di verdastro sotto la cuticola. Odore: da subinodora a un poco maleodorante, gli esemplari maturi olezzano di acqua putrida ( acqua di fiori vecchia). Sapore: non significativo.

Habitat
Fin dall'estate nei boschi di latifoglie (eccezionalmente di conifere) dove pare preferire querce, castagni e faggi,si spinge anche ad elevate altitudini dove di regola si associa al nocciolo.

Spore
da subglobose a brevemente ellittiche, 8-11 × 7-10 µm.

Commestibilità o Tossicità
MORTALE. È la causa del maggior numero di decessi per avvelenamento da funghi. Provoca un intossicazione di tipo falloideo con disturbi gastrointestinali, nausea, vomito, insufficienza epatica, oligoanuria, sopore, coma, morte.

Somiglianze e Varietà
L’A. phalloides quando è gialla è confondibile con l’Amanita junquillea e con l’Amanita citrina. Quando abbia perduto l’anello ed è di colore bianco o ardesia è confondibile con le Volvarie, senza anello e volva al piede, ma lamelle presto rosee. Quando è di colore bianco o grigiastro o brunastro e senza volva con la Lepiota naucina, dalle lamelle bianche e rosee, con qualche Psalliota, dalle lamelle bianche poi rosee poi bruno-tabacco. Quando appare priva di volva ed anello ed è verde è confondibile con alcune Russule e alcuni Tricolomi. Se è bianca con Tricoloma columbetta e Melanoleuca cnista. Infine allo stadio di ovulo con l’Amanita caesarea o con qualche Lycoperdon.


 

CLICCA QUI ... PER CONSULTARE LA MAPPA SATELLITARE DEL GLOBO DI GOOGLE
Clicca qui per l'indice Ambiente di windoweb
Segnala un sito redazione@windoweb.it
© 1999-2014
Tutti i diritti riservati
Invia le tue foto o i documenti che vuoi pubblicare