gatto Certosino

Gatti di razza

Certosino

OFFERTE AMAZON


Scheda descrittiva del gatto Certosino

Tipo

Si adatta bene alla vita in appartamento,ma deve avere abbastanza spazio a disposizione

gatto Gertosino

gatto Certosino

Origini

Turchia o Iran poi Francia

Alimentazione

carne integrata con verdura e riso. Vanno bene anche alimenti confezionati e cibo secco.

Malattie

Non è soggetto a particolari patologie, ma avendo un appetito formidabile, tende ad ingrassare

Taglia

medio-grande,pesa tra i 4 e i 6 kg

Attitudine

Non ama essere preso in braccio o strapazzato inutilmente:è di indole indipendente, è incline alla pigrizia, ma è un buon cacciatore di topi e sopporta bene il freddo

Abitudini

gatto calmo , tranquillo,equilibratoper le sue doti ben si addice al ruolo di compagno di persone sole o anziane. Non ama convivere con chi è facile preda di bruschi cambi d’umore

Pelo

medio-corto di tessitura densa e un pò lanosa. Il mantello è formato da 2 strati:il sottopelo,spesso e fitto,e lo strato superficiale,lucido e folto nei colori grigio,grigio blu,o grigio chiaro.Occhi gialli.

Vedi anche

Le nostre bellissime foto da usare come sfondi desktop sul tema Gatti

Siti di riferimento in italiano

Gatto Certosino

Gatto Certosino (club del gatto certosino)


La storia di questo gatto è antica ma controversa, cosi come l’ origine del suo nome.

Secondo Jean Simonnet ( presidente del Cat club del gatto Certosino in Francia ) il gatto Certosino sarebbe originario delle zone montuose Siriane comprese fra la Turchia e l’Iran.

Il suo mantello, spesso e folto, che ben si adatta al clima rigido di quelle regioni, sarebbe una conferma di tale ipotesi.

Non solo, molti testi del 1500 raccontano di gatti dal pelo grigio chiamati mici della Siria, ma anche di Cipro o di Malta. Tutte queste località erano battute dai Crociati nei loro itinerari e ciò rende plausibile che questi bellissimi felini siano stati introdotti nel continente europeo proprio dai templari che, al ritorno dalla Terra Santa, ne portarono con loro un certo numero di esemplari nel monastero francese della Grande Chartreuse, dove usavano ritirarsi in preghiera ed in meditazione.

Secondo questa tesi, i monaci certosini adottarono quei particolari mici che, per la loro abilità di cacciatori di topi, ben svolgevano il compito di custodi sia delle dispense alimentari che dei preziosi manoscritti gelosamente custoditi nei loro monasteri.

Proprio da tale ordine monastico deriverebbe il nome di questi eleganti gatti.

Tuttavia non esiste nessuna testimonianza o documento proveniente dai conventi a suffragare tale teoria. Ecco, quindi, che altri, compreso lo stesso Simonnet, preferiscono collegare il nome Certosino ad una pregiata lana spagnola, morbida e grigia, che aveva il nome commerciale di “Pile de Chartreux”.

Le origini Siriane del gatto certosino, affascinanti, ma anche un po’ nebulose, sono da molti messe in discussione: negli ultimi anni si sta diffondendo sempre di più la teoria che in realtà questa razza felina sia originaria dell’isoletta francese Belle-ile, da dove effettivamente ha inizio la storia moderna di questo gatto.

Negli anni ‘30 due sorelle allevatrici di gatti persiani, Mademoiselle Leger, residenti per un breve periodo nell’isoletta della Bretagna francese, furono colpite dalla particolare bellezza di alcuni gatti blu che venivano nutriti e curati dai frati di un ospizio locale. Decisero di portare con loro un certo numero di questi esemplari in Francia e di iniziare un programma d’allevamento.

In seguito arrivarono le prime esposizioni, il successo ed il primo standard della razza: era il 1939.

A causa dei continui e sconsiderati incroci che molti allevatori fecero con i British blu, nel tentativo di migliorare il colore degli occhi ritenuto troppo chiaro, negli anni ’60 si rischiò di perdere l’identità del Certosino, tanto che la Fife decise nel 1970 di unificare gli standards delle due razze in quella del Certosino al British.

Solo in seguito a numerose proteste d’allevatori ed al duro e paziente lavoro di alcuni di loro la federazione riprese in considerazione il problema reintroducendo la distinzione fra le due razze nel 1977, successivamente aggiornata nel 1989 per accentuare ulteriormente le differenze fra le due specie.

Il Certosino, poderoso e massiccio, può arrivare a pesare 6 kg, muscoloso con spalle e petto ben sviluppati, collo taurino, zampe muscolose.

Nonostante l’aspetto e la massa muscolare è un gatto dai movimenti eleganti e regali.

Gli occhi sono grandi, non troppo arrotondati, con l’angolo esterno leggermente rivolto in alto.

Di color topazio, il pelo, fitto e morbido, è piacevolissimo d’accarezzare.

Il colore per l’esposizioni feline, deve essere blu, tutte le sfumature sono permesse con una maggiore preferenza per quelle più chiare ma non è assolutamente ammesso non solo nessun altro colore ma anche nessuna variazione di tonalità.

Caratterialmente il Certosino è un magnifico gattone calmo, affettuoso ed equilibrato, ottimo come animale da compagnia. Bisogna però ricordarsi, onde evitare spiacevoli reazioni feline, che al ns. micio non piace assolutamente essere manipolato e quindi mai prenderlo in braccio, afferrarlo, ecc.

E’ un gatto che non ama i bruschi cambi d’umore, le grida, il continuo rumore e l’inutile vociare lo infastidiscono. Le persone ideali per un Certosino, sono quelle persone che non amano la confusione, che sanno apprezzare l’eleganza e la sobrietà di questo gatto e che possono trovare in lui un buon compagno, tenero e rassicurante. Solitamente gli anziani sono i loro amici migliori.

Foto di gatti di razzaCertosino

gatto Certosino

Certosino

Certosino

gatto Certosino


CLICCA QUI ... PER CONSULTARE LA MAPPA SATELLITARE DEL GLOBO DI GOOGLE

Clicca qui per l'indice Animali di windoweb


Libri sui gatti

Alice guarda i gatti e i gatti guardano le alici
Dado ; Kowalski
€ 5,00
Animali e altri attori. Storie di cani, gatti e altri personaggi
Valeri Franca ; Nottetempo
€ 13,50
Antica saggezza dei gatti
Zelig
€ 4,00
Calendario 2006. Gatti come noi
Demetra
€ 6,50
Cani e gatti. Calendario 2006
Impronteedizioni
€ 11,40
Charly & Fumetto. Due gatti a Cinecittà
Carioli Janna ; Fatatrac
€ 6,50
Conoscere i gatti & i felini
Jones Annie ; Edicart
€ 10,00
Segnala un sito redazione@windoweb.it
© 1999-2014
Tutti i diritti riservati
Invia le tue foto o i documenti che vuoi pubblicare