Biografia Lou Rawls

logo windoweb


Biografia Lou Rawls

conosciuto come "IL Leggendario Lou Rawls"

OFFERTE AMAZON

Foto gratis Musica indice Cantanti stranieri








Dotato di una voce di quattro ottave, Lou Rawls è stato il primo cantante in assoluto ad iniziare le sue canzoni parlando (per 2 - 3 minuti) con la sue voce calda, seducente e baritonale e cominciando a cantarle in seguito.

Molti esperti di musica indicano Rawls come il precursore della musica rap.

La sua straordinaria carriera ha attraversato 40 anni di musica Soul, R & B, Confidenziale, Pre-Disco (Pre-Discomusic), Blues e Jazz, meritandosi l'appellativo di "Leggendario", facendosi notare anche come ottimo caratterista nel mondo cinematografico.

Cantante, attore e filantropo, Louis Allen Rawls nasce il giorno 1 dicembre 1933 a Chicago, nello stato dell'Illinois (USA).

Cresciuto nel quartiere del South Side di Chicago con la sua nonna paterna, inizia a cantare musica gospel nel coro della chiesa all'età di sette anni.

In seguito canta con gruppi locali attraverso il quale incontra Sam Cooke e Curtis Mayfield, altre future stelle della musica mondiale.
Nel 1950 si trasferisce a Los Angeles, entrando a far parte nel gruppo gospel dei "Chosen Gospel Singers" registrando con loro alcune canzoni. In seguito diviene membro nella band musicale, chiamata "Pilgrim Travelers" che comprende la presenza di Sam Cooke.

Nel 1955 mette la musica da parte, arruolandosi per tre anni come paracadutista nell'esercito degli Stati Uniti D'America.

Nel 1958, finita la parentesi militare, ritorna con i "Pilgrim Travelers".

In quel periodo il suo amico Sam Cooke, diventato un cantante di successo, decide ugualmente di andare in tour con la band.

Lou e Sam, mentre viaggiano in un veicolo, vengono coinvolti in un grave incidente automobilistico.

In Televisone viene data la notizia che Lou Rawls è deceduto, ma fortunatamente viene portato all'ospedale più vicino e gli viene salvata la vita, rimanendo in coma per diversi giorni.

Rimane in riabilitazione e passa diversi mesi in ospedale per recuperare dall'incidente.
L'autista del veicolo di Cooke muore nello schianto e lo stesso Sam rimane ferito gravemente all'occhio da un pezzo di vetro.

Come conseguenza della tragedia, Lou Rawls dice spesso che ha trovato una nuova via per sua vita, dichiarando le testuali parole "Ho cominciato ad imparare l'accettazione, la direzione, la comprensione e la percezione, tutti elementi che purtroppo mancano nella mia vita".

Lou Rawls si rimette fisicamente e psicologicamente dal grave incidente e dai lunghi giorni passati in ospedale, e decide di cantare come solista in vari locali, dove viene riscoperto da un produttore (estasiato dalla sua bellissima voce) mentre nel 1960 canta in un club di Los Angeles. Firma in seguito un contratto con la Capitol Records.

Nel 1962 pubblica il suo primo album, che viene chiamato con due titoli, inzialmente "I'd Rather Drink Muddy Water" e in seguito "Stormy Monday".

La sua carriera da cantante solista è bene avviata, nel fratempo scrive e canta alcuni brani singoli intitolati "God Bless the Child" e "See See Rider".
Ma è nel 1966 che ottiene la sua consacrazione mondiale con il singolo "Love Is A Hurtin Thing" tratto dal suo album (con inflessioni blues) dal titolo "Soulin" che raggiungono entrambi il primo posto nella classifica musicale del genere Jazz-Soul-Blues e R & B.

Con questo album, Rawls viene premiato con il suo primo disco d'oro. Nello nello stesso anno (1966) incide un'altro album di grande successo, intitolato "Lou Rawls Live".

Nel 1963 sposa Lana Jean Taylor per divorziare nel 1973, e diventare padre di tre bambini chiamati Louanna, Kendra e Lou Rawls Jr.

In questo periodo attua un cambiamento (naturale) nel proporre le sue melodie, iniziando a dialogare con sottofondo musicale le sue canzoni, prima di cantarle.

Nel 1967, riceve il suo primo Grammy Award per la canzone "Dead End Street" per la migliore performance vocale maschile del genere R & B, grazie alla sua introduzione parlata che si fonde in maniera perfetta alla canzone molto bella.
Sempre nello stesso anno (1967), mostra la sua voce straordinaria, morbida e ricca di qualità, esibendosi al grande evento musicale del "Festival internazionale di Monterrey Pop", con eccezzionali artisti musicali (pari al suo livello) da Otis Reddinf a Jimi Hendrix e Marvin Gaye.

Gli anni '70 iniziano in modo promettente: vince un altro Grammy Award.

Nel 1971 cambia casa discografica lasciando la Capitol Record per passare alla MGM. Il suo primo album con la MGM, si intitola "A Natural Man" che gli vale il suo secondo Grammy Award per la migliore performance vocale maschile del genere musicale R & B. La canzone "A Natural Man" và molto bene ed è un grande successo sia nella classifica dei dischi più venduti nel genere pop, che in quella del R & B.

Lou Rawls viene nominato cantante maschile dell'anno dalla rivista Downbeat, arrivando davanti a Frank Sinatra e venendo premiato con il premio "The Voice".

Dopo un inizio sensazionale, Rawls per quattro anni non riesce a ripetersi ad altissimi livelli (anche se i suoi album sono sempre molto belli e ricercati).
Decide che per la sua voce e la sua musica è meglio cambiare nuovamente Casa Discografica passando dalla MGM a Philadelphia International. Gestita da Kenny Gamble e Leon Huff, la nuova etichetta è famosa per il suo suono soul e per la sua grande orchestra.

Gamble & Huff scrivono il suo più grande successo di tutti i tempi del genere Confidenziale, R & B e Pre-Disco, dal titolo "You'll Never Find Another Love Like Mine", il singolo uscito nel 1976 vende più di un milione di copie e viene premiato con un disco di platino; nello stesso anno incide un'altro magnifico album intitolato "Groovy People".

L'album successivo di Rawls dal titolo "Unmistakably Lou" del 1977, viene premiato con il disco d'oro e con il suo terzo e ultimo Grammy Award. Nel pieno del suo successo incide altri Album di qualità: "See You When I Git There" del 1977, il bellissimo "Lady Love" del 1978 che merita di vincere il suo quarto Grammy Award, ma il premio non gli viene conferito, portando per quasi un'anno una serie di polemiche e "Let Me Be Good To You" del 1979.
Nella sua prestigiosa carriera riceve 13 nomination al Grammy Award, in un periodo dove cantano mostri sacri della musica del calibro di Marvin Gaye, James Brown, Nat King Cole, Dean Martin, Frank Sinatra, Elvis Presley, Otis Redding, Barry White, Isaac Hayes, Sam Cooke, Luther Vandross, Teddy Pendergrass, Michael Jackson, Donny Hathaway e Gerald Levert, e grandissimi geni come George Benson, AL Jarreau, Tom Jones, Johnny Gill, Stevie Wonder, B.B. King, Carlos Santana, Tony Bennet, Chaka Chan, Aretha Franklin, Whitney Huston, Lionel Richie e Prince.

Negli anni '80 Lou Rawls incide molti Album di R & B che meritano un successo maggiore per la sua qualità vocale e musicale intitolati "Now Is Time", "Close Company", "Learn to Love again", "I Wish You Belonged To Me" e "At Last" che si spinge nel genere Blues (il suo vero credo musicale), riprendendolo in maniera totale negli anni '90 con il sufficiente "It's Suppose Fun" del 1990, e con l'album geniale e ricercato, dal titolo "Potraits Of The Blues" del 1993.

Nel 2003 Lou Rawls incide il suo ultimo e bellissimo disco dal titolo "Rawls Sings Sinatra".
Negli anni l'artista viene richiesto per concerti e apparizioni in programmi televisivi come Dinah!, The Mike Douglas Show, The Muppet Show, e molti altri. Diventa anche un portavoce per l'azienda di birra "Anheuser Busch".

La stessa azienda è diventata sponsor di due delle attività caritative di Lou Rawls: la prima riguarda una serie di concerti per i membri delle forze armate, e la seconda è una maratona televisiva annuale del United Negro College Fund (UNCF), originariamente conosciuta come il "Lou Rawls Parade of Stars Telethon": l'evento dal 1979 ha raccolto più di 200 milioni di dollari per scuole Afro-Americane.

E' uno dei primi artisti a comprendere che il potere della celebrità può fare del bene.

Nel 1980 entra nel mondo della recitazione cinematografica, e si fa notare in serie televisive come "The Fall Guy" conosciuta in Italia con il titolo di "Professione Pericolo"; la più famosa è "Fantasy Island" (in Italia trasmessa come "Fantasilandia").
Dal 1995 al 1997 Rawls ottiene un ruolo da caratterista in 22 episodi nella serie televisiva "Baywatch Nights".

Sul grande schermo appare in due cameo-role per film molto importanti come "Via da Las Vegas" del 1995 e "Blues Brothers - il mito continua" (del 1998).

La sua lunga carriera conta oltre 40 milioni di dischi venduti.

Nel 1989 sposa la bellissima Ceci, ma dopo quattordici anni nel 2003 divorziano.

Nel 2004 si risposa nuovamente: la moglie è Nina Malek Inman (di 37 anni più giovane) che lo rende papà per la quarta volta di un maschietto chiamato Aiden Allen Rawls. Lou Rawls muore di cancro il 6 gennaio 2006 all'età di 72 anni, a Los Angeles.

Lascia agli amanti della bella musica, un'eredità inestimabile di canzoni fantastiche e leggendarie come la sua persona.

Durante la cerimonia dei funerali di Lou Rawls ; Stevie Wonder, Aretha Franlin e Joan Beaz cantano per lui.

biografie di Lou Rawls inviata da Fabio Raina


Album Lou Rawls

clicca qui per cercare tutti gli album di Lou Rawls



Fai un viaggio Virtuale nella mappa del Globo di Windoweb

Segnala un sito redazione@windoweb.it
© 1999-2014
Tutti i diritti riservati
Invia le tue foto o i documenti che vuoi pubblicare