logo windoweb


Biografia Benjamin Franklin

Biografia Benjamin Franklin

Torna alla Home Page enciclopedica

Benjamin Franklin nasce a Boston il 17 gennaio del 1706 e muore a Filadelfia il 17 aprile del 1790 è stato uno scienziato e politico statunitense.

Suo padre, Josiah Franklin, è un mercante di candele e di grasso animale, e sua madre, Abiah Folger, è la seconda moglie di Josiah.

Benjamin Franklin è il quindicesimo di diciassette figli, va a studiare presso il clero locale, perché doveva diventare pastore.

Data la povertà della sua famiglia non ha potuto finire gli studi iniziati alla Boston Latin School, continuando la sua educazione come autodidatta.

A dieci anni Benjamin Franklin inizia a lavorare per il padre, e a dodici venne assunto dal fratello James, tipografo, dove apprende l'arte della stampa, daranno vita al primo quotidiano indipendente nella storia d'America, il The New-England Courant, al quale Benjamin Franklin collabora con lo pseudonimo di Mrs. Silence Dogood.
Le lettere scritte da Benjamin Franklin con questo pseudonimo vengono pubblicate diventando oggetto di conversazione in tutta Boston.

Nel 1723, dopo svariati litigi con il fratello, scappa di casa per andare a Filadelfia.

L’anno successivo va a Londra a perfezionare la propria conoscenza delle tecniche tipografiche e ci rimane due anni.

Nell'ottobre del 1726 torna a Filadelfia dove apre una tipografia.

Nel giro di pochi anni acquista e rilancia vari giornali e si impegna in diverse attività per la diffusione dell'istruzione: partecipa alla costituzione della Società Filosofica Americana e fonda la prima biblioteca circolante

N 1729 giornalista ed editore affermato Benjamin Franklin, compra il giornale La gazzetta della Pennsylvania che diventa il quotidiano più venduto delle tredici colonie.

Nel 1730 si sposa ed avrà tre figli e solo quando raggiunge la quarantina, inizia a dedicarsi in modo più concreto agli studi scientifici, fondando la American Philosophical Society.
Nel 1736, fonda la prima compagnia di pompieri volontari, la Union Fire Company.
Nel 1746 a Boston assiste a una conferenza sulla scoperta dell'elettricità, dove acquista tutta l'attrezzatura esposta dedicandosi agli studi sull'elettricità, scoprendo che il fulmine non è altro che una manifestazione di elettricità.

Studia inoltre la natura dei gas sprigionati dai caminetti capendo che il fumo è più pesante dell'aria, realizzando così una stufa nota anche come caminetto Franklin insieme a Benjamin Thompson

Nel 1747 Benjamin Franklin chiarisce l'effetto elettrico e comincia le ricerche per la realizzazione di un pratico parafulmine, e formula una valida teoria della Bottiglia di Leida. e inventa la batteria elettrica.

Benjamin Franklin fa altre due fondamentali scoperte: "il potere delle punte", il cui argomento è trattato in una serie di lettere sull'elettricità fra il 1747 e il 1754, e che l'elettricità è costituita da "un unico fluido", demolendo così la teoria dualistica di C.Du Fay.

Nel 1749 scrive la Proposals Relating to the Education of Youth in Pennsylvania (Proposta per l'Educazione dei Giovani in Pennsylvania) la cui pubblicazione porterà alla fondazione dell'Università della Pennsylvania.
Nei suoi osserverà la Corrente del Golfo e continua il suoi lavoro sui caminetti.

Nel 1750 Benjamin Franklin debutta in politica come deputato dell'Assemblea della Pennsylvania, e diventa rappresentante dello Stato al congresso di Albany, riunito in previsione della guerra coloniale anglo-francese; le sue mozioni già prefigurano i desideri di autonomia delle colonie dalla madrepatria, ma queste non saranno approvate.

Nel 1751 espone ufficialmente tutte le sue idee sui fenomeni elettrici nella pubblicazione "Opinions and conjectures concerning the properties and effects of the electrical matter".

Nel 1752, effettua l’esperimento per dimostrazione le sue convinzioni sul fulmine proponendo di installare, su torri o campanili, una gabbia metallica con pedana isolante sulla quale deve porsi l'operatore, corredata di un'asta di ferro appuntita dell'altezza di circa nove metri: in presenza di una nube temporalesca il ferro si sarebbe elettrizzato e, muovendo un filo di ferro vicino all'asta, l'operatore avrebbe provocato una corrente istantanea fra l'asta e la massa.

L'esperimento viene effettuato, con pieno successo, nel 1752 dallo scienziato francese Dalibard.
Avuta la certezza della sua intuizione, Franklin inventa poi il parafulmine.

Nel 1754 alcuni elementi del suo piano di unione delle colonie vengono inseriti negli articoli della Confederazione, il primo documento governativo degli Stati Uniti d'America, per cui sarà riconosciuto come l'ideatore degli Stati Uniti d'America..
Come riconoscimento per le scoperte scientifiche, riceve lauree ad honorem da varie università ed entra a far parte della Royal Society.

Nel 1757 Franklin va a Londra come rappresentante delle colonie presso il Parlamento.

La sua azione diplomatica è determinante per l'abolizione dello Stamp Act (legge sul bollo), ma successivamente le tensioni si faranno insanabili e alla vigilia della Guerra d'Indipendenza ritorna in patria, dove partecipa al secondo Congresso continentale.

Il primo importante impianto di parafulmini viene installato nel 1760 sul faro di Eddystone a Plimouth.

Nel 1968 viene inserito nella International Swimming Hall of Fame, la Hall of Fame internazionale del nuoto, per il contributo al nuoto come praticante e istruttore essendo sostenitore, già nel XVIII secolo, della necessità di insegnare nuoto a tutti, inserendolo nei programmi scolastici.
Nel 1776 Benjamin Franklin collabora alla stesura della dichiarazione di indipendenza americana.

Sempre nel 1776 è in Francia quale rappresentante diplomatico al Congresso Continentale.

Il suo saggio "Morals of Chess" del dicembre 1786 è il secondo testo sugli scacchi pubblicato in America.

Nel 1787 partecipa alle riunioni in cui viene stilata la costituzione americana, il documento che rimpiazza gli articoli della confederazione.

Muore a Filadelfia il 17 aprile del 1790.

Benjamin Franklin è l'unico dei Padri Fondatori a partecipare alla stesura di tutti e tre i principali documenti degli Stati Uniti d'America.

E’ il fondatore della Società Filosofica Americana, la prima società di assicurazione contro gli incendi e istituisce il Ministero delle Poste, è’ tra i fondatori dell'Università della Pennsylvania e tra i primi a stampare la cartamoneta americana.

Negli ultimi anni della sua vita, diventa presidente della Società per l'abolizione della schiavitù di Philadelfia.
Benjamin Franklin è anche un Massone di spicco di quegli anni e profondo conoscitore del filosofo Leibniz, del pensiero economico e del programma repubblicano.

Ha lasciato numerosi atti politici, trattati di economia e di fisica e una famosa ma incompleta Autobiografia.

Il suo volto è raffigurato sui 100 dollari americani, l'unico, assieme a Alexander Hamilton, ad avere il privilegio di apparire su una banconota comune, pur non essendo stato Presidente degli Stati Uniti.

Sono state molte le sue invenzioni come ad esempio: il parafulmine (anche se controversa), le pinne (già teorizzate e disegnate da Leonardo da Vinci), il contachilometri, le lenti bifocali (invenzione derivante da esigenze personali); l'armonica a bicchieri (glassarmonica), anche l'ora legale è una sua invenzione pubblicata sul quotidiano francese Journal de Paris che però, all'epoca, non ha molto successo; ripresa solo nel 1907 dal costruttore inglese William Willet e approvata dalla camera dei comuni di Londra dato il risparmio energetico che garantiva all'epoca.

Libri su Benjamin Franklin



Argomenti Correlati

Foto Gratis Vari Temi per Sfondi

Indice Scienze
Astronomia Telescopi Universo
Astronomia
Fisica
Fisica

 


 


 

Aree tematiche di Windoweb
Segnala un sito © 1999-2014 Tutti i diritti riservati invia le tue foto : foto@windoweb.it
contattaci :redazione@windoweb.it