logo windoweb


Biografia Robert Hooke

Biografia Robert Hooke

Torna alla Home Page enciclopedica

Robert Hooke è nato il 18 Luglio 1635, a Freshwater, sull’Isola di Wight, il figlio del reverendo John Hooke, curato di Freshwater.

Robert segue le orme di suo padre, ma debole e malato lo tengono in casa, dove si occupa di costruzione di giocattoli meccanici e dipingere.

Nel mese di ottobre del 1648, il padre John Hooke, afflitto da molte malattie si impicca, il 13enne Robert va a Londra per studiare pittura con Sir Peter Lely , ma un'allergia lo costringe ad abbandonare la pittura., entra poi in Westminster School

Richard Busby in casa ha imparato il latino e il greco e 5 anni più tardi, entra nell’università di Oxford, dove diventa un amico di Sir Christopher Wren e nel 1657 viene assunto da Robert Boyle come assistente personale..

Come Assiste di Boyle costruisce una pompa pneumatica di nuovo tipo, che gli permise una serie di esperimenti che portarono, tra l'altro, a quella che oggi è nota come legge di Boyle..
microscopio di Hooke
Nel 1655, legge "artifici per volare" di John Wilkins. al Wadham College, studia astronomia con Seth Ward, assiste Thomas Willis in Chimica raccomandato da Robert Boyle

Nel 1658, egli applica al meccanismo del pendolo conico degli orologi, ma poi rifiuta termini di un brevetto negoziato da Boyle
La scoperta rimane sconosciuto fino al 1675.

Robert Hooke perfeziona il microscopio ottico, inventato da van Leeuwenhoek nel 1632, ed è il primo a usare il nome "cellula", dall’osservazione di un pezzo di sughero formato da cellule morte, quindi senza nucleo, da allora il nome non venne cambiato,
Nel 1661, Hooke pubblica un articolo su attrazione capillare, che comprende più avanti in Micrographia.

In Nell'autunno del 1662, viene nominato alla carica di curatore degli esperimenti presso la Royal Society,e la concessione di alloggio al Gresham College, questa nuova figura professionale, creata per lui, ha reso Hooke il primo scienziato pagato al solo scopo di svolgere ricerche, e tra i compiti previsti dal suo ruolo doveva ideare e preparare, per ogni settimana alla riunione della Royal Society, tre o quattro nuovi esperimenti da mostrare ai soci.

Tra i suoi lavori di anatomia, si occupa in particolare della struttura dell'occhio.

Per spiegarne il funzionamento costruisce un occhio artificiale che dota, per imitare l'iride, del primo diaframma ad ampiezza variabile: un congegno che reputa utile anche in alcuni apparecchi ottici.

I suoi esperimenti di vivisezione su cani, eseguiti in collaborazione con Richard Lower e poi da questi proseguiti, portano a una chiarificazione del ruolo svolto dal polmone nella circolazione del sangue.
Egli è poi eletto Fellow della Royal Society (FSR), nel giugno del 1663 e nell'ottobre dello stesso anno, Royal Society's Repository si impegna a cura di Hooke.

Il 9 maggio 1664, Hooke, che è molto esperto in astronomia, è il primo a dedurre la rotazione di Giove.

Nel mese di giugno, Sir John Cutler ingaggia Robert Hooke a tenere lezioni di meccanica, ma ha difficoltà a Hooke pagata da Cutler, ed è di portarlo in tribunale.

Hooke dà lezioni astronomiche al Gresham College come sostituto per il dottor Papa tra il 1664 e il 1665.

luglio del 1664, Hooke calcola il numero di vibrazioni per le note musicali, e nel settembre dello stesso anno, scopre la quinta stella del trapezio di Orione.
Nel 1665, la posizione di Hooke come curatore degli esperimenti è reso permanente e diventa anche professore di geometria al Gresham College..

Hooke si impegna per anni nel perfezionamento dell'orologio meccanico, per realizzare uno strumento da usare sulle navi e quindi utile per la determinazione della longitudine.
In quest'impresa è in competizione con Huygens.

Non è facile stabilire a quale dei due scienziati spetti la priorità nell'invenzione del moderno orologio meccanico portatile, basato su molla e bilanciere.

Studi di Hooke la natura dell'aria e del suo rapporto di respirazione e di combustione: per identificare il componente dell'aria essenziale per la combustione (e la respirazione) Hooke parte dall'osservazione che la polvere da sparo può deflagrare anche in assenza di aria.

Ne deduce che la sostanza attiva nella combustione sia contenuta nella stessa polvere.

Eliminando poi gli altri costituenti, la localizza nel salnitro, questo è il passo significativo verso la scoperta dell'ossigeno. le leggi della caduta dei gravi, il miglioramento dei diving-campane, il telegrafo, il tempo, si imposta il termometrica zero il punto di congelamento dell'acqua, e inventa anche una macchina per il taglio di ruote dentate.

E intorno a quel tempo egli pubblica Micrographia , il suo lavoro seminale sulla microscopia.

Il libro comprendere contenuti, tra le altre cose, la prima indagine dei colori di lamelle di mica con una spiegazione basata sulle interferenze; commento sul 'punto nero' in bolle di sapone, così come riccamente immagini dettagliate di fauna micro quali le pulci e piccoli altri insetti.
I microscopi da lui costruiti, con nuovi sistemi ottici e di nuovi sistemi di illuminazione, gli permettono una serie di scoperte esposte nel libro Micrographia: da risultati sull'anatomia degli insetti alla famosa scoperta, nel sughero a osservazioni sui cristalli essenziali per la nascente scienza della cristallografia la cui fondazione Hooke contribuì anche elaborando pionieristici modelli per dedurre dalla forma dei cristalli macroscopici le loro disposizioni atomiche.

Questa pubblicazione riporta Hooke meritata fama in tutto il mondo scientifico.

mentre la peste dilaga a Londra, Hooke rimane a Epsom, lavorando come assistente del dottor John Wilkins Filosofo e medico e statistico Sir William Petty a Durdans, la sede del Conte di Berkeley.

Nel marzo del 1666, Hooke crea una serie di disegni di Marte, che permetterà agli scienziati di determinare il suo periodo di rotazione di circa 200 anni più tardi.

Hooke progetta e perfeziona vari strumenti astronomici.

Contribuisce in modo essenziale alla progettare ed equipaggiamento dell'Osservatorio di Greenwich.
Se la paternità dell'invenzione del telescopio a riflessione spetti a lui o a Newton è ancora oggetto di discussione.

Scopre la Grande macchia rossa sul pianeta Giove, che gli permette di dimostrare la rotazione di Giove intorno al suo asse, e la misura del periodo di rotazione di Marte.

Poche settimane più tardi, in una riunione della Royal Society, si legge di Hooke un discorso sulla gravità dimostrata utilizzando un pendolo.

Due mesi dopo, lezioni di movimento curvilineo e dimostra che la Terra luna e il centro di gravità descrive un modello di ellittica intorno al sole.

Nel mese di agosto dello stesso anno, le quote di Hooke le sue osservazioni della cometa del 1664 con la Royal Society.

Nel giugno del 1667, Hooke presenta un discorso sugli effetti dei terremoti.

Hooke è molto interessato ai fossili nell'epoca in cui erano considerati "scherzi di natura" sostenendo che si tratta dei resti di specie estinte e che la loro distribuzione attuale poteva fornire indicazioni sui mutamenti geologici che gli vengono suggeriti anche dal suo lungo studio dei terremoti.

Si tratta di idee risalenti all'antichità (Eratostene), ma il sostenerle nel XVII secolo rese Hooke un pioniere anche nei campi della geologia e della paleontologia.

Fu inoltre il primo ad ipotizzare, sulla base dei cambiamenti climatici deducibili dalla distribuzione dei fossili, che l'asse terrestre nel passato avesse cambiato posizione.
Nel mese di settembre, espone un modello per la ricostruzione di Londra, dopo la devastazione della città da parte del grande incendio del 1666.

Il suo modello non è adottato, ma viene assunto dalla società Città di geometra, insieme a Peter e Edward Mills Jerman. Re Carlo II nomina inoltre una Commissione per la ricostruzione della città di nomina Sir Christopher Wren, Hugh May e Roger Pratt come i tre Commissari della Corona.

Hooke e Wren sono responsabili della creazione del Monumento al Grande Incendio e progetta nuovi strumenti per il rilevamento, idea nuovi dettagli costruttivi (le finestre a ghigliottina che ancora esistono sono, ad esempio, una sua invenzione) e, soprattutto, da importanti contributi alla scienza delle costruzioni: studiando la statica degli archi con metodi matematici, introduce in architettura l'uso della catenaria.

Hooke inoltre progetta la Chiesa Willen in Buckinhamshire, per il suo vecchio preside a Westminster.

Quello stesso anno, Hooke spiega anche la scintillazione delle stelle, due anni dopo, nel 1669, i tentativi di Hooke a misurare la parallasse di una stella fissa: un anno dopo, egli offre una lezione Cutlerian sulle sue conclusioni.

Nel 1670 Hooke propone di spiegare il moto dei pianeti e delle comete con una nuova meccanica basata su tre ipotesi:
che tutti i corpi celesti si attraggano tra loro;
che i corpi si muovano di moto rettilineo uniforme se non sono deviati da forze;
che le forze di attrazione decrescano con la distanza.

Dal 1677 svolge anche il compito di segretario della Royal Society.
I risultati della ricerca di Hooke porterà alla scoperta di Bradley James di aberrazione stellare nel 1725.

Nel febbraio del 1672, Robert Hooke pubblica un documento sulla diffrazione della luce, contro Sir Isaac Newton comunicata sullo stesso argomento per la Royal Society un mese prima.
Nel 1674, Hooke pubblica un tentativo di dimostrare il moto della Terra dalle osservazioni , il primo record di osservazione stellare nella luce del giorno.

Hooke suscita polemiche quando, durante una conferenza, si riferisce a Hevelius '"Machina Celestis", come " che curoius e prenota il pomposo "

Nello stesso anno, è uno dei primi a costruire un telescopio riflettore gregoriano.

Hooke e Newton scontreranno ancora una volta, nel dicembre del 1675, quando Newton presenta il suo "discorso sul colore".

Hooke afferma che la maggior parte del materiale di lezione Newton è costituito da reperti che aveva già documentato nel suo libro Micrographia, pubblicato dieci anni prima.

L'argomento si conclude una volta Newton ammette di aver usato la ricerca Hooke come fonte di ispirazione per i suoi.
Più dramma nasce quando Huyghens "ri-scopre" l'applicazione di molle a spirale nella costruzione di orologi.

Hooke, si vendica facendo orologiaio Thomas Tompion fare alcuni dei suoi "'nuovi orologi".

Poco dopo, Hooke pubblica i principi della molle a spirale in una descrizione di Helioscopes .

Questo inizia un litigio con Royal Society segretario Henry Oldenburg, che Hooke accusa di essere un "Trafficker di Intelligence".

Robert Hooke viene poi fatto per scusarsi con Oldenburg dalla Royal Society.

Hooke comprende un ritiro delle accuse mosse in "Lampas - una descrizione di alcuni miglioramenti meccanici di lampade e acqua poises".

Oldenburg muore nel mese di ottobre dello stesso anno, Hooke e lo sostituisce in qualità di segretario.

1678 è un altro anno importante per Hooke.
Pubblica tre importanti opere, Microscopio, Cometa, in cui presenta le sue scoperte sulla grande cometa del 1677 e, infine, De Potentia Restitutiva, il suo trattato contenente le sue teorie di elasticità e la teoria cinetica dei gas.

Le sue due opere, Cometa e Microscopio sono stati pubblicati nello stesso anno.

La legge matematica con cui la forza di attrazione decresce con la distanza viene da lui precisata in una lezione sulla luce del 1681 , nella quale precisa che la forza deve decrescere con il quadrato della distanza.

Hooke capisce che da questa legge devono dedursi le leggi di Keplero, ma non riesce a realizzare la deduzione.

Questo passo viene compiuto da Newton nei Philosophiae Naturalis Principia Mathematica, ma il contributo di Hooke alla sistemazione newtoniana è certamente importante.

Nel 1682, Hooke si dimette da segretario per la Royal Society, e, rendendosi conto che gran parte del suo lavoro è stato utilizzato come base per la ricerca di altri, come Sir Isaac Newton, diventa sempre più segrete le sue scoperte.
Nel 1684, Hooke e Newton, ancora una volta sono in disaccordo quando Newton presenta Principia , che contiene numerosi reperti crediti Hooke si basano sulla propria ricerca.

Anche se l'evidenza suggerisce diversamente, Newton nega qualsiasi conoscenza preliminare di scoperte di Hooke, e quando il Principia è finalmente pubblicato nel 1687, non ci sono riconoscimenti di Hooke in esso contenute.

Hooke perfezionando microscopi e telescopi indaga e ottiene risultanti di grande importanza sulla scienza dell'ottica, che costituiscono uno dei motivi di scontro con Newton.

Mentre Newton difende la sua teoria corpuscolare dell'ottica, Hooke è uno dei fondatori dell'ottica ondulatoria, e grazie ai suoi studi da lui condotti sui fenomeni di diffrazione (che chiama inflexion) e interferenza.

E’ di Hooke, la scoperta di quei fenomeni di interferenza che oggi sono chiamati anelli di Newton.

Nonostante la sua rivalità con Newton, Hooke continua a perseverare nella sua ricerca, e inventa un prototipo per l'apparecchio acustico che egli chiama la "otocousticon", e il giunto cardanico.
barometro di Hook
Egli presenta anche le sue teorie sulla progettazione di base per un sistema di telegrafia, e anche le sue teorie sull'evoluzione, sulla base di studi dei fossili.

Nel 1687, Hooke subisce la perdita prematura di sua nipote e live-in Grace relativo (con il quale era innamorato).

Il dolore provocato dal tragedia ha effetti negativi sulla salute già fragile Hooke, e la sua salute declina da questo punto in poi.
Nel 1691, Hooke di prestare giuramento come "dottore in Fisica a 'Medici Commons", un posto creato per lui da arcivescovo di Canterbury John Tillotson .

Uno di Hooke ultime lezioni alla Royal Society è presentato nel 1693, quando spiega Metamorfosi di Ovidio.

Tre anni dopo, la salute Hooke è in cattivo stato che egli non può più continuare a parlare o di effettuare esperimenti.

La Royal Society cerca di denunciarlo per non essere in grado di continuare nel lavoro che viene pagato, ma il giudizio è fatto in favore di Hooke.
Il disaccordo con Newton, provocò il suo crescente isolamento nell'ambiente scientifico.

l'ultima invenzione di Hooke, un telescopio Marine, viene presentato alla Royal Society da Sir Edmund Halley nel 1700.

Due anni dopo, Hooke diventa cieco dal diabete, e soffre anche di disturbi cardiovascolari, tra gli altri disturbi.

Il 3 marzo 1703, all'età di 68 anni, muore Robert Hooke al Gresham College.

Tutti i Fellow della Royal Society assistere al suo funerale, ma è anche l'anno dell'elezione di Isaac Newton alla presidenza della Royal Society.

Negli anni successivi, mentre l'influenza di Newton sugli ambienti scientifici inglesi diveniva un'egemonia incontrastata, il ricordo dell'antico rivale fu sistematicamente cancellato.

Non solo molti dei suoi risultati furono attribuiti ad altri, ma fu persino rimosso dai locali della Royal Society il suo ritratto.

Risale a lui l'idea di usare misure di pressione atmosferica per le previsioni del tempo e quella di usare la temperatura del ghiaccio fondente come zero della scala termometrica.

Hooke è anche inventore del barometro a ruota, dell'anemometro, dell'igrometro e di altri apparecchi utili per la meteorologia.

Il suo contributo più rilevante in campo filosofico è un saggio sul metodo scientifico in cui elabora una algebra universale, formata da regole e procedimenti che gli scienziati avrebbero dovuto seguire per ricavare leggi della natura da osservazioni e esperimenti.


Libri su Robert Hooke



Argomenti Correlati

Foto Gratis Vari Temi per Sfondi

Indice Scienze
Astronomia Telescopi Universo
Astronomia
Fisica
Fisica

 


 


 

Aree tematiche di Windoweb
Segnala un sito © 1999-2014 Tutti i diritti riservati invia le tue foto : foto@windoweb.it
contattaci :redazione@windoweb.it