Risparmio Acqua


logo windoweb


Risparmio Acqua

OFFERTE AMAZON

Foto gratis Energia Scienze indice






Oltre all'uso dell'acqua dei privati per lavare, pulire, lavarsi e innaffiare fiori e piante, l'industria è un grande consumatore di acqua.

Ma per quello che ci riguarda vi forniremo dati e consigli utili al risparmio idrico domestico e una maggiore consapevolezza dell'acqua che utilizziamo normalmente.

Da un rubinetto aperto escono 12 litri di acqua al minuto

Con un rubinetto che perde si possono sprecare dai 30 ai 100 litri di acqua al giorno

Una doccia di 5 minuti consuma 60 litri
per un bagno oltre 100 litri
Lavarsi i denti con rubinetto semi aperto equivale a 30 litri di acqua ogni 5 minuti

L'acqua del rubinetto è fornita dallo Stato ed è controllata regolarmente, in genere l’acqua del rubinetto è più garantita e controllata, oltre che sicura e salubre.

L’acqua imbottigliata deve essere trasportata, prima su rotaia poi su strada e contribuisce ad un’enorme emissione di gas serra.

Il costo medio di una bottiglia da 1 litro e mezzo risulta essere di 40 centesimi contro i 70 centesimi al metro cubo, dell’acquedotto di Milano

L’acqua di casa a volte ha un gusto non ottimo, per cui si può provare un filtro al carbone attivo o in ceramica, oppure bisogna solo lasciar riposare l’acqua per alcuni minuti per diventare gradevole.
L'acqua minerale non è considerata dal legislatore un'acqua potabile, ma come un'acqua terapeutica in ragione di certe caratteristiche fisico-chimiche che ne suggeriscono un uso per fini specifici.

Per queste ragioni è consentito alle acque minerali di contenere sostanze come l'arsenico, il sodio, il cadmio in quantità superiori a quelle invece interdette per l'acqua potabile.

Mentre non è permesso all'acqua potabile di avere più di 10µg/l (microgrammi per litro) di arsenico, è frequente che la maggior parte delle acque minerali siano contenute 40/50µg/l di arsenico senza l'obbligo di dichiararlo sulle etichette e lo stesso vale per altre sostanze.
Piccoli accorgimenti possono evitare dispiaceri o truffe:

Capovolgere la bottiglia ed esercitando pressione verificare l’eventuale fuoriuscita di liquido

Guardare la bottiglia in controluce e verificare l’esistenza di eventuale sedimentazione o diversità di trasparenza dell’acqua, soprattutto sul fondo.

Una quantità notevole di ammoniaca o ipoclorito di sodio tendono ad alterare densità e limpidezza dell’acqua specialmente sul fondo.

Basta poi agitare la bottiglia per notare il precipitare delle sostanze più dense sul fondo della confezione.

Nel caso dei tesioattivi (detersivi) agitare la bottiglia e controllare la presenza di schiuma.
Lo sciacquone del water consuma ad ogni getto circa 10 litri d'acqua e rappresenta il 30% dei consumi d'acqua potabile domestica.

Per ridurlo è sufficiente porre nella cassetta una bottiglia di plastica da un litro piena d'acqua, priva di etichetta ed ermeticamente chiusa con il tappo.

Gli acceleratori di flusso consentono di "accelerare" l'acqua sfruttando il principio di Venturi e dimezzano i consumi di acqua.

Sostituendo gli erogatori delle docce ed i frangiflutti dei rubinetti si possono evitare i depositi di calcare, riducono i costi di manutenzione, migliorano la pressione degli impianti idrosanitari e non necessitano di interventi tecnici particolari per l'installazione.
Con la doccia a Cornetta l'acqua viene accelerata attraverso un ugello con un 50% di risparmio.

Un regolatore del flusso d'acqua che è adattabile sui soffioni docce alle cornette e ai rubinetti temporizzati

Il rompi getto aerato fornisce 8 litri al minuto contro i 15 litri al minuto della norma.

Lavare i piatti subito dopo i pasti, è più semplice e usando l'acqua di cottura della pasta per lavare i piatti e le stoviglie permette di ottenere un risparmio non soltanto idrico ma anche energetico e di detersivo.

Mentre la lavatrice e la lavastoviglie consumano dagli 80 ai 120 litri d'acqua potabile indipendentemente dal carico di panni e stoviglie, per cui è meglio sfruttare il pieno carico delle stesse.
La lavatrice consuma meno della metà dell'acqua con il lavaggio a 30° rispetto a quello ai 90°.

L'irrigazione a goccia consente di ottenere un migliore risultato rispetto all'innaffiamento tradizionale con molta meno acqua, inoltre di sera l'acqua evapora meno.

Per lavare la frutta non serve l’acqua corrente, basta lasciarla a bagno con un pizzico di bicarbonato.

In estate mettete in frigo qualche bottiglia piuttosto che far scorrere l’acqua dal rubinetto, al contrario in inverno è utile lasciarle all'aperto per mantenerle fresche.

Installare una cisterna per la raccolta dell'acqua piovana proveniente dalle grondaie fornisce acqua per l’irrigazione o anche adottando particolari filtri può essere utilizzata in cucina, per i sanitari o gli elettrodomestici.


CLICCA QUI ... PER CONSULTARE LA MAPPA SATELLITARE DEL GLOBO DI GOOGLE
ricerca altro su scienzaaa

Libri diRisparmio Acqua e su Risparmio Acqua

Clicca qui per vedere tutti i titoli di libri sul Risparmio Acqua Libri acquistabili sul Risparmio Acqua

Segnala un sito redazione@windoweb.it
© 1999-2014
Tutti i diritti riservati
Invia le tue foto o i documenti che vuoi pubblicare