Monica Guerritore biografia e film


logo windoweb

film attori

biografia Monica Guerritore e film

OFFERTE AMAZON

Foto gratis Attrici e attori italiani Spettacolo indice




Monica Guerritore

Monica Guerritore, attrice italiana, è nata a Roma il 5 gennaio del 1958.

Debutta a soli 13 anni: una piccola parte in "Breve vacanza" di Vittorio De Sica cui segue, l'anno seguente, "Peccato veniale" di Salvatore Samperi.

Nel 1973 un provino con Giorgio Strehler apre la strada al suo folgorante esordio teatrale: "Il giardino dei ciliegi" al Piccolo Teatro di Milano che, dal maggio '74, va in scena per tre anni consecutivi.

Nel 1975 Monica Guerritore gira "Manon Lescaut" per la regia di Sandro Bolchi, il primo sceneggiato a colori prodotto dalla televisione italiana ed è diretta dai maggiori registi italiani.

E' Elena in Zio Vanja, per la regia di Mario Missiroli, con Glauco Mauri e Annamaria Guarnieri, recita in "Dodicesima notte" e nel "Malato immaginario" con la compagnia Valli-De Lullo fino ai "Masnadieri" di Schiller per la regia di Gabriele Lavia nel 1981.
E risale proprio a questa esperienza la nascita del sodalizio artistico sentimentale tra Monica Guerritore e Gabriele Lavia.

Interpreta in quegli anni ruoli di grande rilievo: Giocasta, Lady Macbeth, Ofelia e dà vita a personaggi femminili di grande forza in "Scandalosa Gilda" ('84), "Sensi" ('85), poi nel "La lupa" (1996) a fianco di Roul Bova e Michele Placido.

In televisione debutta nel 1977 con il primo sceneggiato a colori diretto da Sandro Bolchi, "Manon Lescaut", che ottiene un grande successo e torna in TV, su RAI1, nel 1997, con "Costanza" di Pierluigi Calderoni (l'artefice del suo vero debutto cinematografico, "La prima volta sull'erba", nel 1975) e nel ’99 con "L’amore oltre la vita" di Mario Caiano, che raccolgono entrambi nove milioni di telespettatori, così come "Amanti e segreti" prodotto da Sergio Silva e diretto da Gianni Lepre,campione auditel nel marzo 2004.

Attrice instancabile la Guerritore, iln questo periodo inoltre interpreta "Il principe di Homburg" ('83) di Kleist e "Il Don Carlos "di Schiller, "Fotografando Patrizia" di Salvatore Samperi ('84), "La casa scoppiata" ('87) di Enzo Siciliano ed il film "La venexiana" ('87) di Mauro Bolognini con Laura Antonelli, Claudio Amendola.

Dall'88 al '91 Monica Guerritore lavora esclusivamente per il teatro interpretando "Macbeth" e "Riccardo III" di Shakespeare, "Edipo re" di Sofocle, "Il padre" di Strindberg e Zio Vanja di Cechov.

Dal 2004 Monica Guerritore è impegnata anche come regista e adattatrice dei numerosi testi ai quali si è ispirata (Gli Atti del Processo; Giovanna D’Arco di Maria Luisa Spaziani; De Immenso di Giordano Bruno) per la realizzazione di "Giovanna D'arco" eroina da lei interpretata nei maggiori teatri italiani riportando grandi consensi.

Questo ritratto di Santa si aggiunge alla numerosa galleria di affreschi femminili che la Guerritore ha interpretato nella sua lunga carriera, donne assolute e dolorose: da Madame Bovary a Carmen a La Signora dalle Camelie.



Fai un viaggio Virtuale nella mappa del Globo di Windoweb

Titolo::::
Attore:
Regista:
Esegui la ricerca:
 
Segnala un sito redazione@windoweb.it
© 1999-2014
Tutti i diritti riservati
Invia le tue foto o i documenti che vuoi pubblicare