logo windoweb


Biografia Monica Guerritore

Biografia Monica Guerritore

Torna alla Home Page enciclopedica di Windoweb


Monica Guerritore, attrice italiana, è nata a Roma il 5 gennaio del 1958.

Debutta a soli 13 anni: una piccola parte in "Breve vacanza" di Vittorio De Sica cui segue, l'anno seguente, "Peccato veniale" di Salvatore Samperi.
Monica Guerritore
Nel 1973 un provino con Giorgio Strehler apre la strada al suo folgorante esordio teatrale: "Il giardino dei ciliegi" al Piccolo Teatro di Milano che, dal maggio '74, va in scena per tre anni consecutivi.

Nel 1975 Monica Guerritore gira "Manon Lescaut" per la regia di Sandro Bolchi, il primo sceneggiato a colori prodotto dalla televisione italiana ed è diretta dai maggiori registi italiani.

E' Elena in Zio Vanja, per la regia di Mario Missiroli, con Glauco Mauri e Annamaria Guarnieri, recita in "Dodicesima notte" e nel "Malato immaginario" con la compagnia Valli-De Lullo fino ai "Masnadieri" di Schiller per la regia di Gabriele Lavia nel 1981.
E risale proprio a questa esperienza la nascita del sodalizio artistico sentimentale tra Monica Guerritore e Gabriele Lavia.

Interpreta in quegli anni ruoli di grande rilievo: Giocasta, Lady Macbeth, Ofelia e dà vita a personaggi femminili di grande forza in "Scandalosa Gilda" ('84), "Sensi" ('85), poi nel "La lupa" (1996) a fianco di Roul Bova e Michele Placido.

In televisione debutta nel 1977 con il primo sceneggiato a colori diretto da Sandro Bolchi, "Manon Lescaut", che ottiene un grande successo e torna in TV, su RAI1, nel 1997, con "Costanza" di Pierluigi Calderoni (l'artefice del suo vero debutto cinematografico, "La prima volta sull'erba", nel 1975) e nel ’99 con "L’amore oltre la vita" di Mario Caiano, che raccolgono entrambi nove milioni di telespettatori, così come "Amanti e segreti" prodotto da Sergio Silva e diretto da Gianni Lepre,campione auditel nel marzo 2004.

Attrice instancabile la Guerritore, iln questo periodo inoltre interpreta "Il principe di Homburg" ('83) di Kleist e "Il Don Carlos "di Schiller, "Fotografando Patrizia" di Salvatore Samperi ('84), "La casa scoppiata" ('87) di Enzo Siciliano ed il film "La venexiana" ('87) di Mauro Bolognini con Laura Antonelli, Claudio Amendola.

Dall'88 al '91 Monica Guerritore lavora esclusivamente per il teatro interpretando "Macbeth" e "Riccardo III" di Shakespeare, "Edipo re" di Sofocle, "Il padre" di Strindberg e Zio Vanja di Cechov.

Dal 2004 Monica Guerritore è impegnata anche come regista e adattatrice dei numerosi testi ai quali si è ispirata (Gli Atti del Processo; Giovanna D’Arco di Maria Luisa Spaziani; De Immenso di Giordano Bruno) per la realizzazione di "Giovanna D'arco" eroina da lei interpretata nei maggiori teatri italiani riportando grandi consensi.
Biografia Monica Guerritore
Questo ritratto di Santa si aggiunge alla numerosa galleria di affreschi femminili che la Guerritore ha interpretato nella sua lunga carriera, donne assolute e dolorose: da Madame Bovary a Carmen a La Signora dalle Camelie.

Nel 2007 invece iniziano le riprese di Un giorno perfetto di Ferzan Ozpetek, che conquista consensi al Festival del cinema di Venezia nel 2008.

A marzo 2008 viene chiamata da Mimmo Calopresti per interpretare la madre di uno dei ragazzi uccisi nel film documentario sulla tragedia della Thyssen-Krupp: La fabbrica dei tedeschi.

A maggio lavora sul set dell'amico Pappi Corsicato per una partecipazione nel film che segna il ritorno del regista, Il seme della discordia.

A settembre-ottobre 2008 gira La bella gente con Antonio Catania e Elio Germano, per la regia di Ivano De Matteo. La pellicola vince il Festival di Annecy e riscuote in Francia notevole successo.

Nel 2009 è stata impegnata nelle riprese di Sant'Agostino nel ruolo di Monica con Alessandro Preziosi e la regia di Christian Dugay, produzione Lux Films.

La miniserie televisiva è andata in onda su Raiuno nel gennaio 2010. Sempre sulla rete primaria l'anno successivo ritorna con la serie "Rossella", regia di Gianni Lepre.

Nel cinema ottiene un altro grande successo con "La peggior settimana della mia vita" di Alessandro Genovesi.

Ma è nel teatro che Monica Guerritore trova la sua via, anche come interprete-regista, drammaturga di spettacoli di grandissimo successo come Giovanna d'Arco e Dall'Inferno all'Infinito.
Biografia Monica Guerritore
Il 25 febbraio 2011 le viene consegnato il premio Moriconi come 'Protagonista della scena'.

L'importante riconoscimento internazionale è stato assegnato all'artista per la sua forte personalità artistica e per la passionalità delle interpretazioni teatrali e cinematografiche.

Il primo maggio 2012 è andata in onda la commedia di Eduardo De Filippo Sabato, domenica e lunedì in cui la Guerritore ha interpretato il personaggio di Rosa Priore.

In quest'occasione si registra una polemica piuttosto accesa con il giornalista Bruno Vespa. Quest'ultimo, per motivare l'assenza dell'attrice nella puntata di Porta a porta dedicata alla commedia eduardiana, asserisce che è molto malata.

Di fronte alla secca smentita dell'interessata Vespa è costretto a chiedere pubblicamente scusa.

Con Mi chiedete di parlare, un testo su Oriana Fallaci da lei scritto e interpretato, conquista il Festival di Spoleto (luglio 2011) e gira per due stagioni.

Torna nell'aprile del 2012 al Piccolo teatro con lo spettacolo per la prima volta dal 1974 registrando il tutto esaurito.

Nel febbraio 2013 debutta con il musical End of the Rainbow di Peter Quilter per la regia di Juan Diego Puerta Lopez. In quest'opera, incentrata sulla figura della celebre Judy Garland, la Guerritore canta dal vivo.

Nel febbraio 2013 va in onda Trilussa con Michele Placido.

Nella fiction interpreta Rosa Tomei, la donna del popolo che fu accanto al poeta per tutta la vita e che alla morte di lui, sfrattata, morì sola e in povertà.

film di Monica Guerritore



Argomenti Correlati
ATTORI BELLI E FAMOSI ITALIANI
Attori Italiani
Attori Stranieri
Attori Stranieri

Spettacolo indice
calendari animali
Indice Calendari
foto Attori Famosi
Foto Attori
Foto Attrici
Foto Attrici

 


 


 

Aree tematiche di Windoweb
Segnala un sito © 1999-2014 Tutti i diritti riservati invia le tue foto : foto@windoweb.it
contattaci :redazione@windoweb.it