logo windoweb


I Simpson

I Simpson

Torna alla Home Page enciclopedica di Windoweb


I Simpson (The Simpsons) è una popolare sitcom animata creata dal fumettista statunitense Matt Groening a fine degli anni ottanta per la Fox Broadcasting Company.

I Simpson è una parodia satirica della società e dello stile di vita statunitensi, personificati dalla famiglia protagonista, di cui fanno parte Homer, Marge e i loro tre figli Bart, Lisa e Maggie.Ambientato in una cittadina statunitense chiamata Springfield, lo show tratta in chiave umoristica molti aspetti della condizione umana, così come la cultura, la società in generale e la stessa televisione.La famiglia Simpson è ideata da Matt Groening e James L.

Brooks in una serie di corti animati di un minuto, da mandare in onda durante il Tracey Ullman Show.

La loro prima apparizione nel talk show si ha il 19 aprile 1987 in un corto intitolato "Good Night".

Da quel momento, per tre anni, I Simpson andarono in onda durante gli intermezzi pubblicitari dello show ottenendo un buon successo.

Lo show debutta sotto forma di episodi di mezz'ora in prima serata il 17 dicembre 1989.I Simpson sono subito uno show di punta della FOX grande casa produttrice di film; nel corso degli anni ha vinto numerosi e importanti premi televisivi.

Il numero del magazine Time del 31 dicembre 1999 lo ha acclamato come "miglior serie televisiva del secolo".

Il 14 gennaio 2000 lo show ha ottenuto una stella nella Hollywood Walk of Fame.
I Simpson
È, a tutt'oggi, la più lunga sitcom e serie animata statunitense mai trasmessa.

Come prova dell'influenza che lo show ha avuto nella cultura popolare, l'esclamazione contrariata di Homer Simpson, "D'oh!", è stata introdotta nell'Oxford English Dictionary.

I Simpson hanno influenzato diverse altre serie animate adult-oriented prodotte da metà anni novanta in poi.In Italia, lo show è trasmesso via terrestre dalle emittenti del gruppo Mediaset.

Il primo episodio è andato in onda il 1° ottobre 1991 su Canale 5 alle 20:00, mantenendo la stessa fascia oraria fino al lancio del TG5 nel gennaio dell'anno successivo.

Nell'ottobre 1997, la programmazione si è spostata successivamente sull'emittente Italia 1.

Dal suo debutto, sono stati finora mandati in onda oltre 400 episodi per 19 stagioni.

La diciottesima stagione, recentemente messa in onda anche in Italia, si è conclusa negli Stati Uniti il 20 maggio 2007 con il quattrocentesimo episodio, "Non puoi sempre dire quello Kent ti pare".

Proprio nel 2007 è anche ricorso il ventesimo anniversario dalla nascita del marchio de I Simpson.

Per celebrare questo compleanno è stato tratto un lungometraggio dalla serie, intitolato I Simpson - Il film (The Simpsons Movie), uscito in quasi tutto il mondo il 27 luglio 2007, mentre in Italia il 14 settembre.Groening crea la famiglia Simpson con l'aiuto di Brooks.

All'inizio Groening pensa ad un adattamento televisivo della sua striscia a fumetti Life in Hell, ma quando si rende conto che ciò comporta la rescissione dei diritti di pubblicazione per quest'ultima opera decide di prendere un'altra strada.
I Simpson
Ha l'idea di delineare come protagonista dei corti la sua versione di una famiglia disfunzionale e da ai personaggi lo stesso nome di quello dei suoi familiari, tranne Bart.

Nelle intenzioni di Groening, lo show ha dovuto rappresentare una novità fin dalla prima apparizione.

La scelta del colore giallo come colore della pelle dei personaggi animati ne è un esempio è un idea di Matt Groening.

Voleva che una volta accesi i televisori, il pubblico pensasse che il colore giallo fosse legato ad un problema tecnico.

Si sarebbe domandato "Oh, perché sono gialli?" ed avrebbe provato a sintonizzare il canale senza peraltro riuscirci, perché il giallo era reale.

La famiglia Simpson ha il suo debutto nel Tracey Ullman Show, come protagonista di cortometraggi animati, con "Good Night", che vanno in onda il 19 aprile 1987.

La famiglia è rozzamente disegnata, poiché Groening ha sottoposto schizzi di base agli animatori, supponendo che li "pulissero"; invece semplicemente ricalcano i suoi disegni.

Nel 1989, I Simpson sono adattati in una serie di mezz'ora per la Fox Network da una squadra di compagnie produttrici, inclusa l'attuale Klasky Csupo.

Siccome la Fox è da poco nata e quindi alle prime armi, Jim Brooks ottiene un'inusuale clausola contrattuale dall'emittente, la quale assicura che non interferirà col processo creativo dello show.

Groening affermato che l'obiettivo chiave dello show è offrire un'alternativa al pubblico, e mostrare a loro che c'è qualcos'altro oltre alla spazzatura mainstream che gli viene presentato come l'unica scelta.
I Simpson
La Fox è riluttante a trasmettere la serie, in quanto non crede possa reggere la durata di un normale episodio di venti minuti-mezz'ora.

Propongono agli autori di produrre tre corti da sette minuti ciascuno e quattro speciali, per vedere le reazioni del pubblico e farli abituare alla lunghezza dello show,anche se il vero problema, secondo gli ideatori, è quello di rendere plausibili e ben voluti dei personaggi così grotteschi.

Alla fine vista l'insistenza degli ideatori, la Fox chiede tredici episodi dalla durata di trenta minuti.

Il primo episodio della serie vera e propria è "Un Natale da cani" scelto in un confronto con quello che alla fine è l'ultimo episodio della prima stagione, "Sola, senza amore".

Quest'ultimo episodio è il finale di stagione quindi gli animatori lo ridisegnano, avendo visto la stessa povera qualità del disegno con cui Groening ha realizzato i corti.

I Simpsons sono la prima serie televisiva della Fox Network ad apparire nella top 30 degli show più visti, nella stagione 1989-90.>
Il successo dello show convince la Fox che si può cambiare l'orario di messa in onda dello show, in modo da competere in audience con il The Cosby Show (noto in Italia come I Robinson), una mossa che abbassa gli ascolti de I Simpson.

Tracey Ullman, intanto, ha intentato una causa legale, affermando che il suo show è la fonte del successo de I Simpson e richiedendo perciò una parte dei guadagni provenienti dai corti.

Alla fine, è la Fox Network a vincere la causa.Lo show è anche coinvolto in una polemica a causa della personalità di Bart Simpson - un ribelle ai dettami familiari da cui frequentemente scappava senza alcuna punizione - che spinge alcune associazioni di genitori e portavoci "conservatrici" a sostenere che Bart sia un pessimo modello per i bambini.
I Simpson
George Bush senior, all'epoca presidente degli Stati Uniti, accusa: «stiamo provando a rafforzare la famiglia americana, in modo da farla assomigliare di più ai Waltons e di meno ai Simpsons».

Le Simpsons, così come altro merchandise, sono bandite da diverse scuole pubbliche in diverse zone degli Stati Uniti.

Ciò nonostante, le vendite mondiali arrivarono, in solo 14 mesi, a 2 miliardi di dollari di ricavo.

La struttura di base de I Simpson è organizzata come quasi una normale sitcom.

In teoria, è solo una serie narrante la vita di una tipica famiglia americana e di tutti i loro amici in una tipica cittadina americana.

In realtà, l'obiettivo comico dello show è maggiore di quello di una qualunque sitcom. La città di Springfield è un complesso microcosmo in cui sono affrontati tutti i temi della società moderna.

Homer lavora irresponsabilmente in una centrale nucleare, si può quindi fare satira sulle questioni di carattere ambientale.

Le giornate che Bart e Lisa passano alla scuola elementare di Springfield possono essere fonte di ispirazione per una satira sul sistema scolastico pubblico statunitense.

Rilevante è l'universo dei media locali come televisioni e radio, da cui prende spunto la presa in giro dell'industria dell'intrattenimento e dello showbusiness.

Alle volte, lo show assume connotati politici con una propensione a idee progressiste, anche se in più occasioni sono state prese di mira entrambe le parti del panorama politico americano.

La serie irride l'abuso di potere che il governo e le grandi industrie hanno sulla gente comune: i politici sono corrotti, i media sono asserviti al potere e fanno cattiva informazione, il reverendo differente verso i suoi fedeli e la polizia locale, in particolare il commissario Clancy Winchester, è totalmente inefficiente.
I Simpson
Anche la religione è un tema ricorrente: nei momenti di crisi, la famiglia si rivolge a Dio, che in alcune puntate è rappresentato come un uomo enorme dalla lunga barba bianca, di cui non si vede il volto.

Dio è inoltre l'unico personaggio della serie animata ad essere raffigurato con le 5 dita, sia delle mani che dei piedi; infatti, tutti gli abitanti di Springfield ne presentano solo 4 (come anche personaggi più classici quali Topolino e Paperino).

Nonostante tutto, lo show risulta scettico nei confronti delle maggiori religioni.

Le trame di più episodi si concentrano su un particolare personaggio, o sulla relazione tra due.

Nei casi più comuni, le trame di fondo riguardano Homer che ottiene un nuovo lavoro o che prova a diventare ricco velocemente.

Marge che cerca di fuggire dalla monotonia del ruolo di casalinga, cercando anch'essa lavoro o dedicandosi a un hobby.

Bart che causa un grave danno o problema e cerca di risolverlo, nascondendolo o ignorandolo interamente.

Lisa che cerca di difendere o appoggiare una causa o un ente coinvolto nell'attivismo politico Molti episodi si concentrano su personaggi minori, ma che coinvolgono anche la famiglia Simpson.

serie televisiva I Simpson



Argomenti Correlati
ATTORI BELLI E FAMOSI ITALIANI
Attori Italiani
Attori Stranieri
Attori Stranieri

Spettacolo indice
calendari animali
Indice Calendari
foto Attori Famosi
Foto Attori
Foto Attrici
Foto Attrici


 


 

Aree tematiche di Windoweb
Segnala un sito © 1999-2014 Tutti i diritti riservati invia le tue foto : foto@windoweb.it
contattaci :redazione@windoweb.it