Biografia Casey Stoner


logo windoweb


Biografia Casey Stoner
"crazy stoner"

OFFERTE AMAZON

Motociclismo Sport vari Sport indice








Casey Stoner nasce nel 1985 a Southport in Australia e vive a Curri Curri una cittadina dal nome profetico per un campione di Motociclismo.

A soli tre anni Casey si appropria della PeeWee 50cc della sorella maggiore anch'essa campionessa di moto.
Ha iniziato con una X sulla moto

Successivamente si trasferisce nel Queensland, dove era nato e dove comincia la sua carriera agonistica.

A 4 anni Stoner correla sua prima gara di Dirt Track, nella categoria minori di 9 anni, ad Hatchers nella Gold Coast.

A 6 vince il suo primo titolo australiano della categoria.

Da quel momento la sua v ITA si è praticamente divisa unicamente tra allenamenti, viaggi e gare: dai 6 ai 14 anni, accompagnato dal padre Colin che gli faceva da meccanico, dalla madre Bronwyn, nella veste di insegnante e dalla sorella che seguiva la v ITA nomade della famiglia, ha gareggiato in tutti gli stati australiani.

In questo arco di tempo Stoner il giovane pilota “down under” ha conquistato qualcosa come 41 titoli australiani di Dirt e Long Track e 70 titoli statali, gareggiando in cinque categorie diverse, in competizioni di sette round ciascuna.

Questo significa che, ogni fine settimana di gara, Casey guidava cinque moto di cilindrate diverse per un totale di 35 gare a week end.

In un’occasione ne ha vinte 32 su 35.

Casey Stoner con il padre e la sorella

Casey Stoner prima di venire in europa

Stoner approda nel team di Cecchinello
Compiuti i 14 anni la famiglia decide di trasferirsi in Europa.

Casey Stoner è raccomandato niente meno che dal mitico pluricampione Mick Doohan, e così comincia la sua carriera in pista considerando che in Australia non sarebbe stato legalmente possibile fino ai 16 anni di età.

Nel 2000, Stoner prende parte ad alcune manche del campionato di Spagna 125cc dopodichè in Inghilterra trova il necessario supporto economico per affrontare il campionato dopo una sola gara. Al termine della sua prima stagione,vince il titolo inglese del Campionato Aprilia 125cc

Mentre gareggia nelle due gare del Campionato Spagnolo 125cc Casey viene notato da Alberto Puig, che loingaggia nel team Telefonica Movistar 125cc per disputare il Campionato Spagnolo 125cc dell’anno seguente.

Nel 2001 Casey corre sia nella serie inglese sia in quella spagnola e, nonostante non abbia disputato diverse gare a causa di un infortunio,arriva secondo in entrambi i campionati.

Sempre nel 2001 Stoner corre come wild card nel mondiale 125cc in Inghilterra ed in Australia arrivando rispettivamente 18° e 12°.
Lucio Cecchinello lo prende sotto la sua ala protettrice nel 2002 offrendogli il manubrio nelle 250cc.

Appena sedicenne Stoner diventa il più giovane pilota a qualificarsi sulle prime due file di un GP 250cc.

Forse non completamente convinto dell’esperienza, Casey decide di scendere di categoria, nella squadra LCR, con una Aprilia factory sempre nel Team di Cecchinello nel 2003.

Alla fine del campionato sarà ottavo assoluto.

Nel 2004, a 18 annipassa alla KTM, sempre nella classe 125cc, dovecontribuisce in maniera determinante allo sviluppo del progetto della Casa austriaca, alla qualeregala anche la prima vittoria mondiale, nel GP di Assen.

Nel mondiale siclassifica quinto assoluto.
Nel 2005 Casey l'australiano torna nel team LCR per guidare l’Aprilia ufficiale 250cc.

Lottato per il titolo con Dani Pedrosa salendo sul podio dieci volte, cinque delle quali sul gradino più alto: in Portogallo, a Shanghai, in Qatar, a Sepang e ad Istanbul; alla fine è secondo in campionato.

Stoner numero 27
Casey dimostra il suo talento nonostante le cadute
Casey approda al team Ducati Casey Stoner approda alla classe regina nel 2006, ad appena vent’anni, sempre vestendo i colori del team LCR di Lucio Cecchinello e dimostrandosi subito velocissimo.

Realizza la pole position appena alla sua seconda gara di MotoGP, in Qatar, e lotta per la vittoria fino all’ultima curva, nel GP della Turchia, concludendo al secondo posto, a 2 decimi dal vincitore Melandri .

Stoner è ottavo assoluto nel suo anno d’esordio,dimostrando di essersi già perfettamente inserito tra i top rider della classe regina, della quale è il pilota più giovane in assoluto, ma con il nomignolo di "Rolling Stoner" per le numerose cadute.

Nel 2007 Casey veste i colori del Ducati MotoGP Team, a fianco dell’esperto Loris Capirossi.

Nei test invernali è spesso tra i più veloci dimostrando di essersi adattato rapidamente alla Desmosedici GP7 e alle gomme Bridgestone.

Stoner durante il campionato ottiene risultati clamorosi, inanellando otto vittorie e tre podi, e viene consacrato campione del mondo sul circuito di Motegi il 23 settembre, con tre gare di anticipo e soprannominato ora"Ba-Stoner".

Nel 2008 partecipa alla MotoGP ancora in sella alla Ducati Desmosedici, questa volta con compagno di squadra Marco Melandri.

In Qatar vince la prima gara in assoluto corsa in notturna precedendo Jorge Lorenzo, Dani Pedrosa, Andrea Dovizioso e Valentino Rossi.

Dopo il vittorioso esordio, Stoner non vince per le 5 gare successive, riprendendosi in occasione dei gran premi disputati e vinti a Donington, Assen e Sachsenring.

Nella gara tedesca, disputata sotto un vero e proprio diluvio, lo spagnolo Dani Pedrosa, che si trovava in testa alla classifica generale e alla gara stessa, cade rovinosamente sul rettilineo, venendo così di colpo estromesso dalla lotta per il titolo per i susseguenti malanni fisici.

Stoner dunque riesce a riavvicinarsi alla leadership della classifica, detenuta a questo punto da Rossi, e la situazione rende alquanto importante il successivo Gran Premio degli USA, in cui Stoner approda come favorito.

A Laguna Seca Stoner domina ogni turno di prova, ma Rossi riesce a tenergli testa ed a vincere la gara davanti a lui.
il team di Stoner
Casey Stoner Campione del Mondo
A Brno e a Misano Adriatico, Stoner cade consecutivamente mentre era al comando della gara. Prima della gara di Misano, durante le prove libere del venerdì, in Stoner si ripresenta una frattura allo scafoide della mano sinistra, già operato dopo una caduta nel 2003.

Dopo il quarto posto ottenuto sotto un vero e proprio tifone ad Indianapolis, torna sul podio sulla pista giapponese di Motegi conquistando un secondo posto dietro Rossi al quale il pilota australiano cede lo scettro di campione del mondo con tre gare di anticipo.

Il 5 ottobre sulla pista di Phillip Island torna alla vittoria comandando la gara di casa sin dal primo giro. La stagione 2008 si chiude sulla pista spagnola di Valencia dove Stoner, partendo dalla pole position, coglie la sesta vittoria della stagione davanti a Daniel Pedrosa su Honda e a Valentino Rossi su Yamaha.

In totale, nell'annata, ottiene anche un secondo posto in ITAlia, due terzi posti in Cina e Catalogna e nove pole position (Catalogna, Gran Bretagna, Olanda, Germania, Stati Uniti, Repubblica Ceca, San Marino, Australia e Comunità Valenciana) totalizzando 280 punti.

Appena terminata la stagione, il pilota di Kurri-Kurri si è operato all'osso scafoide del carpo per ridurre la frattura e poter iniziare al meglio la stagione 2009.

Il 2009, per la sua quarta stagione in MotoGP, inizia con la vittoria in Qatar per il terzo anno consecutivo, poi per tre gare ottiene solo piazzamenti (4º a Motegi, 3º a Jerez de la Frontera, 5º a Le Mans), fino a quando arriva il Gran Premio d' ITAlia in cui riesce a spuntarla su Jorge Lorenzo e Valentino Rossi, dopo una gara rocambolesca e ricca di colpi di scena a causa del maltempo e della regola del flag-to-flag.

La vittoria al Mugello ha avuto un sapore particolare per la Ducati, essendo stata la prima in assoluto della casa bolognese nel circuito "di casa" (è al Mugello che la casa effettua abitualmente dei test per lo sviluppo), dopo 7 anni di dominio incontrastato da parte di Valentino Rossi.

Tra i gran premi di Catalogna e di Assen (entrambi vinti da Rossi su Lorenzo) incappa in un malore allo stomaco, che lo fa arrivare comunque in entrambe le gare in terza posizione.

Sia a Laguna Seca che al Sachsenring, termina quarto dietro ai tre rivali per il titolo.

Il 10 agosto, Livio Suppo team manager della Ducati, dichiara che Stoner non sarà al via nel Gran Premio della Repubblica Ceca a Brno e probabilmente neppure a quelli di Indianapolis e San Marino per il persistere dei problemi di stanchezza fisica che lo affliggono in tutta questa stagione agonistica e che potrebbero mettere a rischio la carriera del giovane pilota.

Dopo tre gare di stop l'australiano torna per il Gran Premio del Portogallo, dove riesce a conquistare un ottimo 2º posto. Nella gara successiva vince sulla pista di casa il Gran Premio d'Australia a Phillip Island e si ripete anche in Malesia a Sepang.

A Valencia, ultima gara della stagione, cade nel giro di ricognizione; nel corso dell'annata ottiene tre pole position (Qatar, Gran Premio d'Australia e Valencia) e a fine stagione è 4º con 209 punti

Il 2010 inizia male con la gara del Qatar dove ottiene la pole position, ma cade mentre si trova in testa. Nella successiva gara di Jerez de la Frontera conclude la gara in quinta posizione, preceduto anche dal compagno di squadra Nicky Hayden.

Prosegue a Le Mans con un'altra caduta per problemi all'anteriore, che comincerà a compromettere la sua corsa al mondiale.

Vince in Aragona, Giappone e Australia (quarta volta consecutiva dopo essere partito dalla pole position), negli Stati Uniti e a Valencia giunge secondo e in Olanda, Catalogna, Germania e Repubblica Ceca giunge terzo.

Cade di nuovo in Malesia, al termine del primo giro, in una gara nella quale era uno dei favoriti.

Termina la stagione al 4º posto con 225 punti.

Il 9 luglio 2010 un comunicato ufficiale della Ducati annuncia che con l'ultima gara del campionato 2010 si concluderà la collaborazione con Stoner.

Nello stesso giorno è la Honda a comunicare che nel 2011 l'australiano sarà un pilota ufficiale HRC.

Nel 2011 ottiene pole position e vittoria in Qatar nella gara inaugurale è la seconda volta che riesce a vincere all'esordio con una nuova moto, dopo la vittoria nel 2007 con la Ducati.

Nella gara di Jerez de la Frontera conclude con un ritiro in seguito ad una caduta causata da un errore di Valentino Rossi dopo esser partito dalla pole.

In Portogallo conquista la pole e in gara giunge terzo. Vince ancora a Le Mans dopo essere partito nuovamente dalla pole position.

Vince i gran premi di Barcellona e di Silverstone.

In Olanda giunge secondo, dietro a Ben Spies.

In ITAlia giunge terzo dopo essere partito dalla pole position.

In Germania è il più veloce e parte in pole position ma arriva terzo al traguardo.

Trionfa a Laguna Seca e vince anche in Repubblica Ceca, dove dedica la sua vittoria alla moglie Adriana che lo segue costantemente in tutte le sue gare e che a febbraio darà alla luce il loro primo figlio.

Negli Stati Uniti, ad Indianapolis, ottiene la sua settima vittoria e pole position stagionale (record della pista) e giro veloce in gara.

A Misano Adriatico giunge terzo. Ad Aragon vince dopo essere partito dalla pole position.

In Giappone giunge terzo dopo essere partito dalla pole position.

In Australia, il giorno del suo 26º compleanno, partendo dalla pole position e dominando una gara a tratti bagnata ed asciutta vince di misura il gran premio e si laurea per la seconda volta campione del mondo con due gare ancora da disputare. Vince anche a Valencia, dopo essere partito dalla pole position, superando Ben Spies di 15 millesimi in volata.

Casey Stoner

Nel 2012 ottiene un terzo posto in Qatar (dopo problemi all'avambraccio) e torna a vincere nella successiva gara di Jerez de la Frontera, ottenendo il suo primo successo su questa pista.

Una settimana dopo, ha conquistato la prima pole position del 2012 e la prima vittoria nella classe regina sul Estoril, in Portogallo, diventando leader provvisorio della classifica.

Il 17 maggio 2012 durante la conferenza stampa del Gran Premio di Francia dichiara che a fine campionato si ritirerà dal mondo delle corse.

A Le Mans, al termine di un duello sul bagnato per il secondo posto con Valentino Rossi, si classifica terzo. Ottiene la pole position in Catalogna. Giunge secondo in Gran Bretagna.

Vince in Olanda dopo essere partito dalla pole position.

Ottiene un'altra pole position in Germania, ma durante la gara cade all'ultimo giro nel tentativo di riavvicinarsi a Daniel Pedrosa.

Vince negli Stati Uniti seguito da Jorge Lorenzo e Daniel Pedrosa. Giunge terzo in Malesia.

Vince in Australia dopo essere partito dalla pole position.

Termina la stagione al 3º posto con 254 punti.

In questa stagione non prende parte ai Gran Premi di Repubblica Ceca, San Marino e Aragona in seguito a lesioni alla caviglia destra rimediate nelle qualifiche del GP di Indianapolis.

Si ritira dalle corse l'11 novembre 2012, dopo aver conquistato il terzo posto al Gran Premio di Valencia, dando seguito a quanto già annunciato durante la stagione



ti consiglia:
Fans club

CLICCA QUI ... PER CONSULTARE LA MAPPA SATELLITARE DEL GLOBO DI GOOGLE
Clicca qui per vedere tutte le Foto Sport gratis per sfondi desktop di windoweb

Libri sul motociclismo

Clicca qui per vedere tutti i titoli di libri e DVD sul motociclismoLibri acquistabili sul motociclismo

Libri DVD e giochi riguardanti il Motociclismo vedi anche l'indice delle moto

DVD sulle moto

DVD I 100 momenti d'oro del Tourist Trophy
Cinehollywood,2007
€ 11,92(Prezzo di listino € 14,90Risparmio € 2,98)
DVD Tourist Trophy 2006. Isola di Man
Cinehollywood,2006
€ 19,90
DVD Tourist Trophy 2007
Cinehollywood,2007
€ 15,92(Prezzo di listino € 19,90Risparmio € 3,98)
DVD TT. Tourist Trophy on Bike 2
Cinehollywood,2005
€ 14,90
DVD Tourist Trophy. Il film
Cinehollywood,2005
Regia di Andy Stickland
€ 14,90
DVD La storia del Tourist Trophy Isola di Man.
Cinehollywood,2003
€ 14,90
DVD Guida al Tourist Trophy
Cinehollywood,2005
€ 12,90(Prezzo di listino € 14,90Risparmio € 2,00)
DVD Superbike tribute Dvd (10). Le moto che hanno fatto epoca
RCS Quotidiani - Allegato Gazzetta dello Sport,2007
€ 10,99
DVD Superbike tribute Dvd (5). Superbike, il pianeta delle moto
RCS Quotidiani - Allegato Gazzetta dello Sport,2007
€ 10,99
DVD Moto Kids. Un'estate a tutto gas
(Motocross Kids)
Self Distribuzione,2006
Regia di Richard Gabai
Principali interpreti: Lorenzo Lamas; Bobby Preston; Alana Austin...
€ 11,50
DVD Moto Guzzi e le moto Italiane da GP
Cinehollywood,2006
€ 14,90
DVD Mondiale Cross 2007. Classe MX2
Cinehollywood,2007
€ 11,92(Prezzo di listino € 14,90Risparmio € 2,98)
DVD Mondiale Cross 2007. Classe MX1
Cinehollywood,2007
€ 11,92(Prezzo di listino € 14,90Risparmio € 2,98)
DVD Mondiale Cross 2006. Classe MX2
Cinehollywood,2006
€ 14,90
DVD Mondiale Cross 2006. Classe MX1
Cinehollywood,2006
€ 14,90
DVD La storia della Parigi Dakar
Cinehollywood,2003
€ 14,90
DVD Dakar 2007
Cinehollywood,2007
€ 11,92(Prezzo di listino € 14,90Risparmio € 2,98)
DVD Hell's Gate. Enduro estremo
Cinehollywood,2007
€ 11,92
DVD Mondiale Trial 2006
Cinehollywood,2007
€ 11,92(Prezzo di listino € 14,90Risparmio € 2,98)
DVD Enduro School. Mud & Snow. Outdoor Skin
Eagle Pictures,2006
€ 13,43
DVD Mondiale Enduro 2007
Cinehollywood,2007
€ 11,92(Prezzo di listino € 14,90Risparmio € 2,98)
DVD Sei giorni di Enduro 2006
Cinehollywood,2007
€ 11,92(Prezzo di listino € 14,90Risparmio € 2,98)
DVD Mondiale Enduro 2006
Cinehollywood,2007
€ 11,92(Prezzo di listino € 14,90Risparmio € 2,98)
DVD IMAX. Super Speedway
(Super Speedway)
Warner Music ITAly,2007
Regia di Stephen Low
€ 19,12(Prezzo di listino € 23,90Risparmio € 4,78)
DVD A scuola di Enduro
(A scuola di enduro con Mario Rinaldi e Stefano Passeri)
Cinehollywood,2005
€ 14,90
DVD Indian. La grande sfida
(The World's Fastest Indian)
01 Distribution,2006
Regia di Roger Donaldson
Principali interpreti: Anthony Hopkins; Saginaw Grant; Diane Ladd... € 23,90
DVD A tutto gas
(Speedway)
Warner Home Video,2004
Regia di Norman Taurog
Principali interpreti: Elvis Presley; Nancy Sinatra; Bill Bixby...€ 14,93

GAME: Giochi sulle moto

GAME SBK 07 - Superbike World Championship
Black Bean
PlayStation2
€ 26,91(Prezzo di listino € 29,90Risparmio € 2,99)
GAME Moto GP 07
Capcom
PlayStation2
€ 48,59(Prezzo di listino € 53,99Risparmio € 5,40)
GAME Moto GP '06
THQ
Xbox 360
€ 79,99
GAME Moto GP Ultimate Racing Technology 3
THQ
Personal Computer
€ 26,99
GAME Moto GP Ultimate Racing Technology 3
THQ
Xbox
€ 10,99
GAME Moto GP: Ultimate Racing Technology & GT Advance
THQ
Gameboy Advance
€ 34,90
Segnala un sito redazione@windoweb.it
© 1999-2014
Tutti i diritti riservati
Invia le tue foto o i documenti che vuoi pubblicare