Biografia Daniel Pedrosa


logo windoweb


Biografia Daniel Pedrosa
"Dani"

OFFERTE AMAZON

Motociclismo Sport vari Sport indice








Daniel Pedrosa nasce il 26 settembre 1985 a Sabadell in Spagna.

Nel 1996, a dieci anni, debutta nel campionato spagnolo di minimoto.

Le ristrettezze finanziare del budget familiare rischiano seriamente di vanificare la carriera di Daniel ma la sua costanza e dedizione trovarono il modo di ottenere strade per il compimento del suo destino da pilota.

Nel 1997 Pedrosa disputa il Campionato di Spagna pocket bike concludendo terzo.

Nel 1998 si aggiudica, grazie agli ottimi piazzamenti, il Campionato di Spagna pocket bike

Nel 1999 grazie allaCoppa Movistar, competizione monomarca Honda ideata dall'ex pilota Alberto Puig per individuare giovani piloti su cui puntare diviene vicecampione della Movistar Activa Joven Cup 125cc e la fiducia di Puig a prenderlo sotto la sua ala protettrice per integrarlo nella sua squadra nel mondiale 125cc, al fianco di Toni Elias e Joan Olivé.

Nel 2001 a soli 15 anni, Daniel segna due podi concludendo la stagione in ottava posizione finale e 100 punti.

Nel 2002 Pedrosa si aggiudica il terzo posto in classifica finale con 9 podi e 243 punti.

Nel 2003 si presenta come uno degli aspiranti al titolo iridato.

Riesce ad aggiudicarsi per la regolarità e intelligenza di gara il titolo iridato con 223 punti, nonostante un infortunio in Australia dove Pedrosa si rompe entrambe le caviglie e gli impedisce di correre gli ultimi due GP.

Nel 2004 laureato campione in classe 125 decide di fare il salto di qualità passando alla quarto di litro.

Nella 250 nonostanteil trascorso infortunio e la dolorosa riabil ITAzione Pedrosa resta sempre tra i primi quattro in ogni corsa, concludendo con sette vittorie e 317 punti ottenuti e ancora il titolo di Campione del Mondo anche nella 250 davanti a Sebastian Porto.

Pedrosa diviene così il più giovane campione del mondo delle 250cc ed il primo dopo Carlo Ubbiali, nel 1960, ad imporsi successivamente nelle 125cc e nelle 250cc.

Gli avversari hanno spesso sostenuto che l'impressionante velocità ed agilità di Daniel sia dovuta alla sua corporatura esile( alto 1 metro e 58 cm e pesa 48 chilogrammi).

Per questo si è più volte chiesto più volte richiesto di applicare alla sua Honda una zavorra ritenuta però e giustamente sempre troppo pericolosa viste le acrobatiche cadute della sua categoria (tipo Casey Stoner).

Nel 2005 rifiuta il passaggio proposto dalla Honda in MotoGP bissa il risultato riconfermandosi Campione del mondo 250ccin Australia con 309 punti contro i 254 di Stoner.

Nel 2006 passa in MotoGP in sella alla ufficiale HRC 211V Repsol Honda Team dove a fine stagione conclude con due Gp vinti e un totoale di 8 volte sul podio, in piùla firma personale suquattro pole position; termina 5 assoluto.

Daniel Pedrosa

Daniel Pedrosa

Daniel Pedrosa


Daniel Pedrosa

Daniel Pedrosa

Daniel Pedrosa
Ma in quest'anno Daniel passa momenti critici all' Estoril dove, per aver fatto cadere il suo compagno di squadra Nicky Hayden che combatteva per il titolo a portata di mano, viene pesantemente criticato dall'ambiente motociclistico.

Pedrosa rimedia al suo errore a Valencia, correndo in difesa del suo compagno Nicky Hayden durante la gara e regalandogli la terza posizione e la possibilità di vincere il titolo iridato.

Ottiene comunque il titolo ROOKIE OF THE YEAR

Nel 2007 nela causa dei notevoli problemi della nuova HRC 212V raccimola "solo" 8 podi di cui2 vittorie e 5 pole ma mantenendo il 2 posto in classifica finale dietro un incontenibile Ducati.

Per la stagione 2008 di MotoGp abbandona il suo tradizionale numero di gara, il 26, e gareggerà con il numero 2, proprio grazie al piazzamento nella stagione 2007.

Nella prima prova della stagione 2008, in Qatar, ottiene un buon terzo posto, dopo essere stato in testa nelle fasi iniziali della gara.

Nella successiva gara a Jerez, vince davanti a Valentino Rossi ottenendo il nuovo record della pista.

Dopo una prima metà di stagione positiva in cui colleziona altri cinque podi ed una vittoria nel Gran Premio di Catalogna, Pedrosa cade in staccata, sotto la pioggia, durante il GP di Germania al Sachsenring (che peraltro stava conducendo con larghissimo vantaggio).

Questa caduta ha provocato la frattura dell'indice della mano sinistra e la distorsione della caviglia destra; a causa di quest'infortunio non prenderà parte al GP successivo, quello degli Stati Uniti.

Da quel momento, forse per un contraccolpo psicologico, le sue prestazioni non saranno più all'altezza della prima parte della stagione; nei gran premi successivi, tornerà sul podio solo negli ultimi due GP della stagione 2008: si piazzerà secondo a Sepang dietro Valentino Rossi e a Valencia dietro Casey Stoner.

Altri piazzamenti sul podio sono stati: i secondi posti in Portogallo, Cina e Olanda, i terzi posti in ITAlia, Gran Bretagna e Giappone.

Nel corso della stagione ha ottenuto anche due pole position (Francia e Malesia). A fine stagione è 3°, con 249 punti.

Nel 2009 vince sia a Laguna Seca che a Valencia, in entrambe le circostanze davanti a Valentino Rossi e Jorge Lorenzo.

Quest'anno il suo compagno di squadra è stato Andrea Dovizioso, dopo aver passato tre stagioni con Hayden.

Daniel Pedrosa

Daniel Pedrosa

Daniel Pedrosa

Daniel Pedrosa

Daniel Pedrosa

Gli altri podi sono stati: tre secondi posti (Spagna, Repubblica Ceca e Malesia), sei terzi posti (Giappone, Francia, Germania, San Marino, Portogallo e Australia); ha ottenuto inoltre due pole position (Francia e Indianapolis).

A fine stagione è 3° con 234 punti.

Il 2010 inizia con risultati altalenanti nelle prime cinque gare: ottiene un secondo posto nel circuito di Jerez de la Frontera e una vittoria in ITAlia, ma anche risultati mediocri arrivando settimo in Qatar, quinto in Francia e ottavo in Gran Bretagna.

Giunge secondo nelle due gare successive (dietro a Jorge Lorenzo) e ottiene una vittoria nel Gran Premio motociclistico di Germania.

Pedrosa, secondo in classifica, cade però nella successiva gara a Laguna Seca mentre si trovava in testa lasciando campo libero a Jorge Lorenzo sia in gara che in campionato (scivolando a meno 72 punti da Lorenzo, primo in classifica).

Nella Repubblica Ceca giunge secondo dietro a Lorenzo.

A Indianapolis Pedrosa domina invece la gara davanti a Ben Spies e a Lorenzo e fa lo stesso al circuito di Misano, stavolta davanti a Lorenzo e a Valentino Rossi. Giunge secondo ad Aragona dietro a Casey Stoner.

Un ulteriore colpo di scena arriva però durante le prove per il Gran Premio motociclistico del Giappone: Pedrosa cade a causa di un problema alla moto fratturandosi una clavicola e rientra in Spagna per farsi operare, lasciando Lorenzo senza più avversari.

A causa di questa caduta è costretto a saltare il Gran Premio del Giappone, di Malesia e di Australia.

Riesce a rientrare in pista per le ultime due gare della stagione, giungendo ottavo in Portogallo e settimo a Valencia.

A fine stagione è secondo con 245 punti. Durante questa stagione ha ottenuto anche quattro pole position.

Nel 2011 rimane nello stesso team, con compagni di squadra Casey Stoner e Andrea Dovizioso.

Appare subito tra i favoriti per la vittoria del campionato.

Giunge terzo nella prima gara in Qatar, dopo essere stato in testa per i primi giri ed aver duellato con Casey Stoner e Jorge Lorenzo, a causa di un problema al braccio risalente all'infortunio nel circuito di Motegi 2010.

Nel successivo Gran Premio di Jerez disputato sotto la pioggia giunge secondo, dietro a Jorge Lorenzo. L'indomani si opera per risolvere il problema al braccio.

In Portogallo riesce a vincere la gara dopo essere stato per diversi giri dietro a Lorenzo, violando l'imbattibilità del rivale nel GP del Portogallo (dopo 3 anni consecutivi che Lorenzo vinceva la gara di Estoril) e portandosi a meno 4 punti dalla testa del campionato.

Daniel Pedrosa
Daniel Pedrosa
Nel Gran Premio di Francia tuttavia, cade durante la gara fratturandosi la clavicola destra a causa di un contatto con Marco Simoncelli.

A causa di questo, è costretto a saltare il Gran Premio di Catologna, Gran Bretagna e Olanda.

Torna in pista al Mugello, ottenendo un ottavo posto. Vince la successiva gara in Germania, davanti a Jorge Lorenzo e a Casey Stoner. Negli Stati Uniti giunge terzo.

Ottiene una pole position in Repubblica Ceca.

Durante la gara scatta bene dalla pole position ma dopo un paio di giri viene superato da Jorge Lorenzo; quando ritorna in testa cade nel tentativo di allungare e viene costretto al ritiro.

A Indianapolis giunge secondo dietro a Casey Stoner.

A San Marino e in Aragona giunge secondo.

In Giappone scatta dalla quarta casella, trovandosi dietro a Stoner e a Dovizioso.

Dopo alcuni giri l' Italiano deve abbandonare la posizione e compiere un passaggio nella corsia dei box per partenza anticipata mentre l'australiano commette un errore finendo lungo nella ghiaia e rientrando in settima posizione.

Pedrosa vince la gara dopo aver gestito la pressione di Jorge Lorenzo e conquistando la prima vittoria della Honda 800cc sul circuito di Motegi.

Ottiene la pole position in Malesia, ma la gara viene cancellata a seguito dell'incidente mortale di Marco Simoncelli.

A Valencia giunge quinto. Termina la stagione al 4º posto con 219 punti.

Il 2012 comincia con un ottimo secondo posto in Qatar dietro a Jorge Lorenzo, dopo prove poco brillanti (settimo in qualifica). Nelle due gare successive (Spagna e Portogallo) giunge terzo, dietro al compagno di squadra Casey Stoner e a Lorenzo.

In Francia ottiene la pole position, ma in gara, disputata sotto la pioggia, non va oltre il quarto posto.

In Catalogna, giunge secondo dietro a Lorenzo, dopo essere stato in testa per i primi giri.

A Silverstone, in Inghilterra giunge nuovamente terzo, dietro a Lorenzo e a Stoner.

In Olanda, ottiene un secondo posto ancora dietro a Stoner.

In Germania, riesce invece, a raggiungere la prima vittoria della stagione dopo un entusiasmante duello con Casey Stoner durato tutta la gara, e culminato con la caduta del pilota australiano durante l'ultimo giro.

In ITAlia ottiene la pole position, ma giunge secondo dietro a Lorenzo.

A Laguna Seca, arriva terzo dietro a Stoner e a Lorenzo. A Indianapolis ottiene la pole position e domina la corsa davanti a Lorenzo.

Vince anche in Repubblica Ceca, dove riesce ad avere la meglio su Lorenzo, grazie a un sorpasso all'ultima curva proprio durante l'ultimo giro della gara. Portatosi a soli 13 punti dalla testa del mondiale (detenuta da Lorenzo), Pedrosa ottiene la pole anche a San Marino.

Ma in gara viene costretto dalla direzione a partire ultimo a causa di un problema alla moto durante il giro di allineamento.

Nonostante questo cerca subito di recuperare posizioni, ma dopo poche curve cade a causa di un contatto con Hector Barbera; Lorenzo domina così la gara, portandosi a 38 punti di vantaggio su Pedrosa.

Nonostante tutto, Daniel non si arrende e riesce a vincere le tre gare successive (Aragona, Giappone, Malesia), sempre davanti a Lorenzo.

In Australia, scatta bene dalla terza casella ma nel corso del secondo giro cade nel tentativo di allungare su Stoner e Lorenzo, il quale con il suo secondo posto conquista matematicamente il titolo mondiale.

A Valencia ottiene la pole position e una perentoria vittoria, malgrado fosse stato costretto a partire dalla corsia dei box, per aver cambiato le gomme durante il giro di allineamento.

Termina la stagione al 2º posto, con 332 punti.

Nel 2013 rimane nello stesso team, con compagno di squadra Marc Márquez.

Ottiene tre vittorie (Spagna, Francia e Malesia), sette secondi posti (Gran Premio delle Americhe, ITAlia, Catalogna, Indianapolis, Repubblica Ceca, Australia e Comunità Valenciana), due terzi posti (Gran Bretagna e Giappone) e due pole position ( ITAlia e Catalogna) e termina la stagione al 3º posto con 300 punti.

In questa stagione è costretto a saltare il Gran Premio di Germania a seguito di una botta alla testa in una caduta nelle prove libere del GP, che gli ha causato abbassamenti di pressione del sangue e problemi relativi al nervo vago.

Nel corso del gp di Aragona si ritira per un contatto con il compagno di squadra Marc Marquez.

Il contatto provoca il taglio del cavo che gestisce l'elettronica senza più informazioni derivanti dal sensore la moto lo scaraventa a terra provocando una violenta caduta fortunatamente senza conseguenze.

Daniel Pedrosa



ti consiglia:
Fans club
Clicca qui per vedere tutti i titoli di libri e DVD su motoLibri acquistabili su moto

CLICCA QUI ... PER CONSULTARE LA MAPPA SATELLITARE DEL GLOBO DI GOOGLE
Clicca qui per vedere tutte le Foto Sport gratis per sfondi desktop di windoweb

Libri sul motociclismo

Clicca qui per vedere tutti i titoli di libri e DVD sul motociclismoLibri acquistabili sul motociclismo

Libri DVD e giochi riguardanti il Motociclismo vedi anche l'indice delle moto

DVD sulle moto

100 momenti d'oro del Tourist Troph DVD I 100 momenti d'oro del Tourist Trophy
Cinehollywood,2007
€ 11,92(Prezzo di listino € 14,90Risparmio € 2,98)
Tourist Trophy 2006. Isola di Man DVD Tourist Trophy 2006. Isola di Man
Cinehollywood,2006
€ 19,90
Tourist Trophy 2007 DVD Tourist Trophy 2007
Cinehollywood,2007
€ 15,92(Prezzo di listino € 19,90Risparmio € 3,98)
TT. Tourist Trophy on Bike 2 DVD TT. Tourist Trophy on Bike 2
Cinehollywood,2005
€ 14,90
Tourist Trophy. Il film DVD Tourist Trophy. Il film
Cinehollywood,2005
Regia di Andy Stickland
€ 14,90
storia del Tourist Trophy Isola di DVD La storia del Tourist Trophy Isola di Man.
Cinehollywood,2003
€ 14,90
Guida al Tourist Trophy DVD Guida al Tourist Trophy
Cinehollywood,2005
€ 12,90(Prezzo di listino € 14,90Risparmio € 2,00)
DVD Superbike tribute Dvd (10). Le moto che hanno fatto epoca
RCS Quotidiani - Allegato Gazzetta dello Sport,2007
€ 10,99
Superbike tribute Dvd¦05§Superbike, DVD Superbike tribute Dvd (5). Superbike, il pianeta delle moto
RCS Quotidiani - Allegato Gazzetta dello Sport,2007
€ 10,99
Moto Kids. Un'estate a tutto gas DVD Moto Kids. Un'estate a tutto gas
(Motocross Kids)
Self Distribuzione,2006
Regia di Richard Gabai
Principali interpreti: Lorenzo Lamas; Bobby Preston; Alana Austin...
€ 11,50
Moto Guzzi e le moto Italiane da GP DVD Moto Guzzi e le moto Italiane da GP
Cinehollywood,2006
€ 14,90
DVD Mondiale Cross 2007. Classe MX2
Cinehollywood,2007
€ 11,92(Prezzo di listino € 14,90Risparmio € 2,98)
DVD Mondiale Cross 2007. Classe MX1
Cinehollywood,2007
€ 11,92(Prezzo di listino € 14,90Risparmio € 2,98)
Mondiale Cross 2006. Classe MX2 DVD Mondiale Cross 2006. Classe MX2
Cinehollywood,2006
€ 14,90
Mondiale Cross 2006. Classe MX1 DVD Mondiale Cross 2006. Classe MX1
Cinehollywood,2006
€ 14,90
storia della Parigi Dakar DVD La storia della Parigi Dakar
Cinehollywood,2003
€ 14,90
Dakar 2007 DVD Dakar 2007
Cinehollywood,2007
€ 11,92(Prezzo di listino € 14,90Risparmio € 2,98)
Hell's Gate. Enduro estremo DVD Hell's Gate. Enduro estremo
Cinehollywood,2007
€ 11,92
Mondiale Trial 2006 DVD Mondiale Trial 2006
Cinehollywood,2007
€ 11,92(Prezzo di listino € 14,90Risparmio € 2,98)
Enduro School. Mud & Snow. Outdoor DVD Enduro School. Mud & Snow. Outdoor Skin
Eagle Pictures,2006
€ 13,43
DVD Mondiale Enduro 2007
Cinehollywood,2007
€ 11,92(Prezzo di listino € 14,90Risparmio € 2,98)
Sei giorni di Enduro 2006 DVD Sei giorni di Enduro 2006
Cinehollywood,2007
€ 11,92(Prezzo di listino € 14,90Risparmio € 2,98)
Mondiale Enduro 2006 DVD Mondiale Enduro 2006
Cinehollywood,2007
€ 11,92(Prezzo di listino € 14,90Risparmio € 2,98)
DVD IMAX. Super Speedway
(Super Speedway)
Warner Music ITAly,2007
Regia di Stephen Low
€ 19,12(Prezzo di listino € 23,90Risparmio € 4,78)
A scuola di Enduro DVD A scuola di Enduro
(A scuola di enduro con Mario Rinaldi e Stefano Passeri)
Cinehollywood,2005
€ 14,90
Indian. La grande sfida DVD Indian. La grande sfida
(The World's Fastest Indian)
01 Distribution,2006
Regia di Roger Donaldson
Principali interpreti: Anthony Hopkins; Saginaw Grant; Diane Ladd... € 23,90
DVD A tutto gas
(Speedway)
Warner Home Video,2004
Regia di Norman Taurog
Principali interpreti: Elvis Presley; Nancy Sinatra; Bill Bixby...€ 14,93
Easy Rider DVD Easy Rider
Sony Pictures Home Entertainment,2006
Regia di Dennis Hopper
Principali interpreti: Peter Fonda; Dennis Hopper; Jack Nicholson...
€ 9,90(Prezzo di listino € 14,49Risparmio € 4,59)

GAME: Giochi sulle moto

GAME SBK 07 - Superbike World Championship
Black Bean
PlayStation2
€ 26,91(Prezzo di listino € 29,90Risparmio € 2,99)
GAME Moto GP 07
Capcom
PlayStation2
€ 48,59(Prezzo di listino € 53,99Risparmio € 5,40)
GAME Moto GP '06
THQ
Xbox 360
€ 79,99
GAME Moto GP Ultimate Racing Technology 3
THQ
Personal Computer
€ 26,99
GAME Moto GP Ultimate Racing Technology 3
THQ
Xbox
€ 10,99
GAME Moto GP: Ultimate Racing Technology & GT Advance
THQ
Gameboy Advance
€ 34,90
Segnala un sito redazione@windoweb.it
© 1999-2014
Tutti i diritti riservati
Invia le tue foto o i documenti che vuoi pubblicare